REDDITO IMPRESA E IRAP

Esternalizzazione di servizi e inerenza dei costi

La Corte di Cassazione (sentenza n. 16730 del 18 giugno 2015) ha affrontato l’interessante caso riferito alla inerenza dei costi sostenuti da una società per l’impiego di beni strumentali concessi in comodato d’uso ad un’altra impresa alla quale la medesima comodante aveva altresì affidato la prestazione di alcuni servizi in forza di un processo di…

Continua a leggere...

Effetti fiscali della cessione del contratto di leasing

Secondo l’Agenzia delle Entrate la cessione del contratto di leasing determina componenti positivi tassabili in capo al cedente, e costi sospesi in capo al soggetto subentrante. In particolare, il trasferimento a titolo oneroso dell’atto di locazione finanziaria è espressamente disciplinato, ai fini della determinazione del reddito d’impresa, esclusivamente dall’art. 88, co. 5, del D.P.R. n….

Continua a leggere...

Niente più Irap agricola dal 2016

Il D.D.L. di Stabilità per il 2016, nell’attuale versione, all’articolo 5, comma 6, nella versione ante emendamenti, prevede l’introduzione di un’ampia esenzione da Irap per il settore agricolo, esenzione che fino a tutto il 2015 riguarda solamente i soggetti “minimi” che operano in regime di esonero Iva ai sensi dell’articolo 34, comma 6, D.P.R. 633/1972….

Continua a leggere...

Deducibilità degli interessi passivi relativi a finanziamenti

A decorrere dal periodo d’imposta 2016 (in tal senso depone il quinto comma dell’articolo 4 D.Lgs. 147/2015) gli interessi passivi relativi a finanziamenti garantiti da ipoteca su immobili destinati alla locazione saranno deducibili senza tener conto dei limiti imposti dall’articolo 96 Tuir per tutte le società che svolgono in via effettiva e prevalente attività immobiliare….

Continua a leggere...

Ma il comma 5 dell’articolo 102 del Tuir ha ancora una funzione?

Nell’ambito della normativa fiscale capita talora di imbatterci in disposizioni magari molto conosciute, ma che paiono non avere più una possibile applicazione pratica per effetto di altri interventi normativi che le hanno “svuotate” di significato. Una di queste norme, quanto meno per i contribuenti in contabilità ordinaria, è il comma 5 dell’articolo 102 Tuir, che…

Continua a leggere...

La rinuncia del credito da parte del socio: novità a confronto

L’OIC ha elaborato una nuova edizione del principio contabile n. 28 sulle poste del Patrimonio Netto nel quale, oltre al riordino generale delle tematiche, vengono precisati alcuni dettagli non presenti nella previgente versione. In particolare la rinuncia di un qualunque credito da parte del socio, che si concretizza con un atto formale da parte del…

Continua a leggere...

Determinazione della base imponibile Irap con il metodo fiscale

L’articolo 5-bis D.Lgs. 446/1997 disciplina il c.d. metodo fiscale di determinazione della base imponibile Irap, che costituisce il regime naturale per le società di persone e le imprese individuali. In particolare la norma è rivolta: ai soggetti fiscalmente residenti nel territorio dello Stato che rivestono la forma giuridica di società in nome collettivo e in…

Continua a leggere...

Agroenergie “aperte a tutti”

Rileggendo la risoluzione n. 86/E del 15 ottobre 2015 in tema di regime fiscale delle energie rinnovabili post Decreto Renzi (D.L. 66/2014), si comprende come spesso i documenti di prassi dovrebbero essere maggiormente soppesati anche da chi li redige, in quanto possono prestare il fianco a interpretazioni, per usare un eufemismo, fuorvianti. E il peggio…

Continua a leggere...

Costi black list: novità in tema di deducibilità

L’articolo 4 del Decreto crescita ed internazionalizzazione (D.Lgs. 147/2015) è intervenuto modificando la disciplina in merito alla deducibilità dei costi derivanti da operazioni intercorse con soggetti residenti, ovvero localizzati in Stati o territori aventi regimi fisali privilegiati di cui all’articolo 110, commi 10 – 12-bis, Tuir. Come noto, l’articolo 110, comma 10, Tuir nella versione…

Continua a leggere...

Aspetti critici nella cessione dell’autovettura riscattata da leasing

Con la circolare n.47/E/2008, al paragrafo 5.2, l’Agenzia delle entrate affronta il caso della cessione di autovettura preventivamente riscattata da leasing. In particolare, l’Ufficio, nel definire il trattamento fiscale da riservare alla plusvalenza (o minusvalenza) conseguita, individua due possibili situazioni. La prima si verifica nell’ipotesi in cui l’autovettura viene ceduta nello stesso periodo d’imposta nel…

Continua a leggere...