DICHIARAZIONI

Modello Redditi errato o non presentato: come rimediare

Decorso il termine del 31 ottobre per la presentazione della dichiarazione dei redditi e della dichiarazione Irap relative all’esercizio 2017, come possiamo rimediare ad eventuali errori commessi nella compilazione dei modelli dichiarativi? E se le dichiarazioni non sono state trasmesse entro il termine previsto? Per quanto riguarda la mancata presentazione della dichiarazione nel termine previsto,…

Continua a leggere...

Consolidato fiscale: credito Ires e visto di conformità

Con le recenti risposte n. 49/50/51 pubblicate il 25 ottobre, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito la procedura da seguire, a livello di visto di conformità, nell’ambito dell’istituto del consolidato fiscale, in caso di trasferimento alla consolidante di un credito Ires maturato ante opzione, di ammontare superiore ai 5.000 euro. Come noto, i contribuenti che utilizzano…

Continua a leggere...

Dichiarazione integrativa speciale

La dichiarazione integrativa speciale (Dis).introdotta dall’articolo 9 D.L.119/2018 consente di regolarizzare le infedeltà dichiarative commesse fino al 31 ottobre 2017, presentando una dichiarazione integrativa per gli anni ancora accertabili e versando un’imposta sostitutiva, senza l’applicazione di sanzioni, interessi ed altri oneri accessori. Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia, è stata pubblicata in…

Continua a leggere...

Invio telematico dei dichiarativi: regole per l’impegno alla trasmissione

Il prossimo 31 ottobre scade il termine ultimo per l’invio telematico dei modelli dichiarativi relativi all’anno 2017 ed è pertanto utile riepilogare le regole che gli intermediari incaricati del suddetto invio sono tenuti a rispettare, soprattutto con riferimento all’impegno alla trasmissione. La procedura prevista per il conferimento dell’incarico e per l’assunzione del relativo impegno alla…

Continua a leggere...

Modello Redditi Società di Capitali 2018

Il Modello REDDITI SC 2018 è stato approvato dall’Agenzia delle Entrate con il Provvedimento n. 24824 del 30 gennaio 2018. Successivamente, in data 15 febbraio 2018, sono state apportate anche le specifiche tecniche. La dichiarazione è stata recentemente rettificata dal Provvedimento AdE del 21 maggio 2018, il quale ha apportato alcune modifiche sostanziali al modello,…

Continua a leggere...

Per l’invio tardivo della dichiarazione è responsabile l’intermediario

L’invio delle dichiarazioni, ormai in scadenza, rappresenta un momento importante del lavoro dell’intermediario con la conseguenza che spesso, in questa fase, possono riscontrarsi degli errori o delle anomalie. In particolare, qualora il processo dichiarativo non comporti la corretta spedizione dell’elaborato, potrà verificarsi l’omissione o la tardività della dichiarazione stessa. Una dichiarazione è tardiva qualora sia…

Continua a leggere...

Il visto di conformità nel modello Redditi

Come noto, i crediti che risultano dal modello Redditi possono essere utilizzati in compensazione dal giorno successivo a quello di chiusura del periodo di imposta per cui deve essere presentata la dichiarazione: quindi in linea generale a partire dal mese di gennaio. Tuttavia, i contribuenti che utilizzano in compensazione i crediti relativi alle imposte sui…

Continua a leggere...

La presentazione del modello 770 in caso di operazioni straordinarie

Al fine di consentire all’Amministrazione finanziaria di verificare la correttezza degli adempimenti effettuati dal sostituto d’imposta nel caso di operazioni straordinarie avvenute nel corso del 2017 o nel 2018 (ma prima della scadenza per la presentazione del modello), nel gestire gli obblighi dichiarativi e le modalità di compilazione del modello 770/2018 è necessario distinguere le…

Continua a leggere...

Utili pagati nell’anno 2017: la compilazione del modello 770/2018

Le società e gli enti soggetti ad Ires che hanno corrisposto nel corso del 2017 utili e proventi ad essi equiparati devono compilare, nel modello 770/2018 in scadenza il prossimo 31 ottobre, i quadri SI e SK. È importante evidenziare che non rileva la data di delibera della distribuzione di dividendi, ma è necessario far…

Continua a leggere...

Amministratori di condominio: novità in tema di obblighi dichiarativi

Con risoluzione 67/E/2018 l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che l’amministratore di condominio ha facoltà di non riportare nel quadro AC del modello Redditi o nel quadro K del modello 730 l’indicazione delle spese, relative agli interventi di recupero del patrimonio edilizio su parti comuni di edifici condominiali, sulle quali ha trovato applicazione la ritenuta dell’8%…

Continua a leggere...