DICHIARAZIONI

Modello Irap 2022: opzione per il metodo da bilancio per le società di persone

Con la compilazione del modello Irap 2022, le “imprese Irpef” in contabilità ordinaria possono manifestare l’opzione per la determinazione della base imponibile Irap secondo il metodo da bilancio, valevole per il triennio 2022-2024. Evidenziamo che, poiché la Legge di bilancio 2022 (L. 234/2021) ha escluso da Irap le persone fisiche, stabilendo che l’imposta “non è…

Continua a leggere...

Forfettari: contributi previdenziali pagati e compensati nel modello Redditi

Ai sensi del comma 64 della L. 190/2014, i contributi previdenziali ed assistenziali pagati dai contribuenti forfettari devono essere dedotti prioritariamente dal reddito di impresa o di lavoro autonomo determinato in base al regime agevolato, nei limiti in cui trovano capienza in tale reddito; l’eventuale eccedenza è deducibile dal reddito complessivo del contribuente in base…

Continua a leggere...

Società di comodo e imprese in semplificata: rileva la variazione delle rimanenze?

Anche le società in contabilità semplificata sono tenute al calcolo del test di operatività, al pari di quelle in contabilità ordinaria; tale regime contabile presenta però delle peculiarità che potrebbero causare alcuni problemi di ordine pratico. Uno di questi riguarda appunto la rilevanza delle rimanenze.   Il test di operatività L’articolo 30 L. 724/1994 considera…

Continua a leggere...

Modello Redditi SC 2022: riconoscimento dei maggiori valori dei beni

La Sezione VI del quadro RQ del modello Redditi SC 2022 va compilata dai contribuenti che si avvalgono della facoltà di cui all’articolo 176, comma 2-ter, Tuir o, in alternativa, della facoltà di cui all’articolo 15, comma 10, D.L. 185/2008. In particolare, con riferimento alla Sezione VI-A, per le operazioni straordinarie (fusioni, scissioni, conferimenti di…

Continua a leggere...

Isa 2022: cause di esclusione alla prova della compilazione del Modello

Nell’ambito della disciplina degli indicatori sintetici di affidabilità fiscale (meglio detti Isa), recata dal D.L. 50/2017, una delle preliminari questioni applicative attiene alla verifica della sussistenza di possibili cause di esclusione. Situazioni, queste, che non sempre determinano effetti positivi per i contribuenti, atteso che la inapplicabilità di detto strumento impedisce di fruire dei benefici riconducibili…

Continua a leggere...

Isa 2022: le cause di esclusione

Come noto, gli Indici Sintetici di Affidabilità fiscale si applicano agli esercenti attività d’impresa o di lavoro autonomo che svolgono, come “attività prevalente”, attività per le quali risulta approvato il relativo modello Isa, salvo non presentino una causa di esclusione. Di seguito analizziamo quelle applicabili con riferimento al periodo d’imposta 2021, con precisazione del relativo…

Continua a leggere...

La tassazione del trust nel Modello Redditi 2022

In un precedente intervento abbiamo affrontato il caso della tassazione dei beneficiari del trust nel Modello Redditi 2022 per il 2021. In questa sede ci focalizziamo sulla compilazione della dichiarazione del trust. Ci concentreremo, in particolare, sul caso del trust residente in Italia. Il primo passo da affrontare attiene alla valutazione della natura opaca o…

Continua a leggere...

Il quadro RU e gli investimenti in beni strumentali – seconda parte

Riprendendo l’analisi dei crediti d’imposta per investimenti in beni strumentali da indicare nel quadro RU del modello Redditi 2022, dopo aver analizzato, con il precedente contributo, quelli relativi al “2020”, di cui all’articolo 1, commi da 184 a 197, L. 160/2019, ci concentriamo ora sui crediti d’imposta relativi agli investimenti in beni strumentali “2021”, disciplinati…

Continua a leggere...

Il quadro RU e gli investimenti in beni strumentali – prima parte

Tra i crediti d’imposta da indicare nel quadro RU – Crediti di imposta concessi a favore delle imprese, del modello Redditi 2022, vanno ricompresi quelli relativi: agli investimenti in beni strumentali “2020”, disciplinati dall’articolo 1, commi da 184 a 197, L. 160/2019; agli investimenti in beni strumentali “2021”, disciplinati dall’articolo 1, commi da 1051 a…

Continua a leggere...

Locazioni brevi: l’indicazione della dichiarazione del comodatario

Dopo aver esaminato, con il precedente contributo, il regime di locazione breve nella prospettiva del proprietario dell’immobile, analizziamo il caso della locazione da parte del comodatario.   La tassazione in capo al comodatario Una delle principali innovazioni contenute nella disciplina delle locazioni brevi, introdotta dall’articolo 4 D.L. 50/2017, è l’estensione dell’applicazione della cedolare anche ai…

Continua a leggere...