AGEVOLAZIONI

Credito d’imposta per la partecipazione di Pmi a fiere internazionali

L’articolo 49 D.L. 34/2019 (Decreto Crescita), al fine di migliorare il livello e la qualità di internazionalizzazione delle Pmi italiane, ha istituito per il periodo d’imposta 2019, un credito d’imposta attribuito nella misura del 30%, fino ad un massimo di 60.000 euro, a copertura dei costi di partecipazione ad eventi fieristici internazionali. Il comma 2,…

Continua a leggere...

Sport bonus: prima tranche di domande entro il 4 luglio

L’articolo 1, commi da 621 a 626, L. 145/2018 ha istituito il credito d’imposta per le erogazioni liberali in denaro effettuate da persone fisiche, enti non commerciali e soggetti titolari di reddito d’impresa, per interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi pubblici e per la realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche, anche se destinate…

Continua a leggere...

Disciplina fiscale per la gestione dei prodotti del bosco

Come noto, la L. 145/2018, meglio nota come Legge di Bilancio per il 2019, ha modificato, a distanza di pochi anni, il regime fiscale previsto per i raccoglitori occasionali di tartufi, nonché ricompreso il prodotto, nel limite di determinati quantitativi standard da definirsi con un decreto di prossima emanazione, tra quelli agricoscappli ai fini Iva….

Continua a leggere...

L’ammissibilità al credito R&S del compenso dell’amministratore non dipendente

Con la risposta all’istanza di interpello n. 182 del 06.06.2019 l’Agenzia delle entrate ha confermato il principio generale di ammissibilità al credito R&S dei compensi corrisposti all’amministratore in rapporto di collaborazione con l’impresa, anche nel caso in cui l’attività di ricerca e sviluppo intra-muros sia svolta esclusivamente col suo apporto di lavoro. Il caso prospettato…

Continua a leggere...

Tremonti “ambiente”: è possibile far valere l’agevolazione in giudizio

I dubbi relativi alla cumulabilità dell’agevolazione “Tremonti ambiente” (di cui all’articolo 6, commi da 13 a 19, L. 388/2000) con gli incentivi del “conto energia” hanno, inizialmente, spinto gli operatori del settore ad astenersi prudenzialmente dall’utilizzo della misura fiscale della detassazione, onde non esporsi al rischio di subire la revoca dei più vantaggiosi incentivi di…

Continua a leggere...

Agevolazione prima casa per chi possiede un immobile non abitabile

In tema di agevolazioni prima casa, l’idoneità della casa di abitazione pre-posseduta purché acquistata senza agevolazioni nel medesimo comune va valutata sia in senso oggettivo (effettiva inabitabilità), che in senso soggettivo (fabbricato inadeguato per dimensioni o caratteristiche qualitative), nel senso che ricorre l’applicazione del beneficio anche all’ipotesi di disponibilità di un alloggio che non sia…

Continua a leggere...

Regime forfettario e quote in società di persone

La cessione della partecipazione in società di persone entro il prossimo 31 dicembre 2019 consente al contribuente di applicare il regime forfettario anche per il 2020, ferma restando l’applicazione del regime per il 2019 anche in caso di mancato trasferimento della partecipazione entro la fine dell’anno. È quanto emerge dalla lettura della circolare 9/E/2019 con…

Continua a leggere...

Il decreto sull’enoturismo

Il Legislatore, con la Legge di Bilancio per il 2018, un po’ a sorpresa (erano in fase di gestazione due differenti proposte di legge), ha legiferato in merito al c.d. enoturismo, definendolo, come “tutte le attività di conoscenza del vino espletate nel luogo di produzione, le visite nei luoghi di coltura, di produzione o di…

Continua a leggere...

Royalties estere e patent box: credito di imposta limitato

Una società italiana che percepisce royalties da un licenziatario statunitense può recuperare la tassazione subita all’estero con il meccanismo del credito di imposta, se previsto dalla convenzione contro le doppie imposizioni e limitatamente alla parte di reddito estero che ha concorso al reddito complessivo tassato in Italia. Nel caso di detassazione di una parte del…

Continua a leggere...

Bollo auto e Regioni: la sentenza 122/2019 della Corte costituzionale

La Corte costituzionale, con la sentenza n. 122/2019, ha ribadito il principio secondo cui, in materia di tassa automobilistica, alle Regioni è preclusa la possibilità di stabilire, ai fini dell’esenzione, requisiti ulteriori e più stringenti rispetto a quelli fissati dalla legislazione statale. Di contro, esse, allo scopo di soddisfare specifiche esigenze, possono introdurre ipotesi di…

Continua a leggere...