ENTI NON COMMERCIALI

Regime 398/1991: soglia di ricavi valida ai soli fini reddituali

Uno dei chiarimenti più rilevanti che offre la circolare AdE 18/E/2018 circa il corretto funzionamento del regime forfettario di cui alla L. 398/1991 è sicuramente quello che riguarda il superamento della soglia dei 400.000 euro di ricavi oltre la quale il predetto regime agevolato non risulta più applicabile. Da quando il predetto regime è stato…

Continua a leggere...

Sport e terzo settore – II° parte

Problema sicuramente più delicato, anche per la diffusione e il “peso specifico” della agevolazione, diventa analizzare se gli enti del terzo settore che fanno sport possano applicare le agevolazioni sui compensi previsti per le società e associazioni sportive dilettantistiche dal combinato disposto di cui agli articoli 67, comma 1, lett. m) e 69 Tuir. Le…

Continua a leggere...

Sport dilettantistico e proventi da attività connesse

Tra i diversi aspetti analizzati dalla corposa circolare 18/E/2018 di particolare rilievo appaiono le precisazioni fornite dall’Agenzia delle entrate in merito al trattamento dei proventi derivanti dallo svolgimento di attività commerciali connesse agli scopi istituzionali. Si tratta dell’agevolazione contemplata dall’articolo 25, comma 2, lett. a), L. 133/1999, secondo la quale non concorrono alla formazione del…

Continua a leggere...

Sport e terzo settore – I° parte

Con la pubblicazione del decreto correttivo del terzo settore (D.Lgs. 105/2018 in G.U. n.210 del 10.09.2018) può ritenersi completata e operativa la riforma del terzo settore. Diventa di attualità, pertanto, la scelta che dovranno compiere tutte le associazioni sportive dilettantistiche che sono già iscritte anche nei registri delle associazioni di promozione sociale: se rimanere solo…

Continua a leggere...

Circolare dell’Agenzia delle entrate sugli enti sportivi: luci e ombre

La circolare AdE 18/E/2018 sulle associazioni e società sportive dilettantistiche se, da un lato, offre e precisa punti importanti della disciplina giuridico – fiscale di tali enti, continua a lasciare alcune zone oscure sulle quali vorremmo soffermarci. Ad esempio, sulla disciplina di cui alla L. 398/1991 afferma: “in presenza di comportamento concludente del contribuente e…

Continua a leggere...

Finalmente chiariti gli effetti della mancata opzione Siae

Sono trascorsi ormai 20 anni da quando il D.P.R. 442/1997 ha riformato il sistema delle opzioni fiscali assegnando alle medesime natura dichiarativa e non più costitutiva, privilegiando quindi il comportamento “concludente” del contribuente. La diretta conseguenza della datata riforma è stata che, a partire da tale momento, il mancato esercizio dell’opzione (da esercitarsi oramai da…

Continua a leggere...

Gli effetti della tardiva presentazione del modello Eas

Con la risposta fornita in occasione dell’interrogazione parlamentare n. 5-09617, avanzata dall’On. Pisano il 29.09.2016, l’Agenzia delle entrate si è espressa per la prima volta in merito agli effetti derivanti dalla presentazione tardiva del modello Eas, posto che non era (e non è tuttora) esiguo il numero di associazioni che, per scarsa informazione o per…

Continua a leggere...

Associazioni e società sportive: nuovi chiarimenti – II° parte

La limitazione del perimetro di applicazione della L. 398/1991 solo ai proventi connessi produrrà difficoltà applicative di non poco conto, sia nella determinazione di cosa si possa o si debba intendere come “connesso”, sia nella individuazione dei costi da riservare a quelle che, di fatto, potrebbero diventare tre modalità separate di determinazione del risultato d’esercizio:…

Continua a leggere...

Associazioni e società sportive: nuovi chiarimenti – I° parte

L’Agenzia delle entrate ha pubblicato ieri, 1° agosto, la circolare 18/E/2018 con la quale ha ufficializzato le risultanze dei lavori del tavolo tecnico Coni – Agenzia delle entrate. Il documento di prassi, dopo un’ampia premessa sullo stato della disciplina fiscale delle associazioni e società sportive dilettantistiche, entra nel merito di una serie di quesiti che…

Continua a leggere...

I requisiti richiesti per essere una associazione sportiva

Una recente decisione della Commissione Tributaria Regionale della Lombardia (Milano sez. IV, sentenza n. 2497 del 30.05.2018) offre lo spunto per tornare sulle caratteristiche che debbono avere le associazioni sportive dilettantistiche per poter “correttamente” essere considerate tali ai fini del godimento delle agevolazioni fiscali conseguenti. Il punto di partenza è dato dalla regolare iscrizione al…

Continua a leggere...