ENTI NON COMMERCIALI

Approvato il decreto correttivo alla riforma dello sport

Ieri il Consiglio dei Ministri ha approvato in via definitiva (resta solo da attendere la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale) il decreto correttivo al D.Lgs. 36/2021 (pubblicato sulla G.U. n. 67 del 18.03.2021) in materia di riordino e riforma delle disposizioni in materia di enti sportivi professionistici e dilettantistici nonché di lavoro sportivo. Il decreto incide…

Continua a leggere...

I contratti di lavoro con gli operatori dei centri sportivi e dei centri culturali – prima parte

La gestione delle risorse umane che operano nei centri sportivi e in quelli culturali (teatri, centri giovanili, sale per concerti, ecc.), in genere riconducibili alla c.d. “attività spettacolo” appare contraddistinta da un punto di contatto e da diversi inquadramenti. Il punto di contatto è la disciplina di cui all’articolo 67, comma 1, lett. m), Tuir,…

Continua a leggere...

Cambia la responsabilità del Presidente della Asd iscritta al Runts?

Il codice del terzo settore (D.Lgs. 117/17) dedica alcuni articoli specifici (articoli 27, 28, 29 e 91) relativi alle responsabilità che vengono assunte dagli amministratori degli enti del terzo settore. Il primo prevede l’applicabilità dell’articolo 2475 ter cod. civ. al conflitto di interessi degli amministratori. Pertanto, i contratti conclusi dagli amministratori che hanno la rappresentanza…

Continua a leggere...

Riforma dello sport: quali conseguenze?

Dopo l’entrata in vigore del D.Lgs. 39/2021, con l’attivazione del nuovo registro delle attività sportive, prosegue il cammino per l’approvazione definitiva anche il decreto legislativo contenente le disposizioni integrative e correttive del D.Lgs. 36/2021 in tema di enti sportivi professionistici e dilettantistici nonché di lavoro sportivo che, conseguita l’intesa dalla Conferenza Stato-Regioni e i pareri…

Continua a leggere...

Lo sport e l’Iva: rapporto controverso

L’Agenzia delle Entrate, modificando un precedente orientamento favorevole, con la nota n. 393/2022 esclude l’applicazione dell’articolo 10, n. 20, D.P.R. 633/1972 rubricato “Operazioni esenti dall’imposta” ai fini Iva, ai corsi di nuoto, anche se indirizzati all’infanzia. La linea restrittiva del documento di prassi amministrativa rappresenta la trasposizione “euro-orientata” dell’interpretazione della Corte di Giustizia Europea in…

Continua a leggere...

Asd e L. 398/1991: chiarimenti sulle condizioni per l’accesso ai benefici fiscali

Interessante decisione della CTP Bari (sentenza n. 1327/2022 dell’11.07.2022), che, in accoglimento di un ricorso di un’Associazione sportiva dilettantistica, ha annullato tre avvisi di accertamento relativi ad Ires, Iva ed Irap per l’anno di imposta 2015. L’Agenzia delle entrate aveva svolto l’accertamento sul presupposto che la Associazione non avesse titolo a godere del regime ex…

Continua a leggere...

La riforma dello sport e il nuovo registro delle attività sportive

Dal prossimo 31 agosto decorreranno gli effetti del D.Lgs. 39/2021, uno dei cinque che compongono la c.d. “riforma dello sport” e che traggono origine dalla L. 86/2019. Detta data era stata indicata nella novella recata dall’articolo 10, comma 13 quater, D.L. 73/2021 convertito con modifiche dalla L. 106/2021. La concentrazione esistente, fino ad oggi, sulle…

Continua a leggere...

Riforma Ets: il regime transitorio si arricchisce del “Social Bonus” – prima parte

Il Social Bonus è una agevolazione prevista dall’articolo 81 del nuovo codice del terzo settore (cts) che riconosce un credito d’imposta in favore di persone fisiche, enti e/o società che effettuano erogazioni liberali in denaro in favore degli enti del terzo settore che presentano al Ministero del lavoro e delle politiche sociali progetti per sostenere…

Continua a leggere...

Per i Giudici di legittimità il regime 398 è sempre ispirato al principio di cassa

Uno tra i tanti chiarimenti della maxi circolare 18/E/2018 che hanno destato più di una perplessità tra gli operatori è certamente quello con il quale l’Agenzia delle entrate, nell’ambito delle regole di corretto funzionamento del regime forfettario di cui alla L. 398/1991, ha precisato che le prestazioni fatturate in un dato periodo d’imposta ma non…

Continua a leggere...

Il vincolo: aspetti fiscali alla luce della riforma dello sport – seconda parte

L’articolo 31, comma 2, D.Lgs. 36/2021 assegna alle Federazioni sportive nazionali (ma si ritiene che la norma debba essere interpretata allargandola anche alle discipline sportive associate ed enti di promozione sportiva) il compito di disciplinare con proprio regolamento l’erogazione di premi “in caso di primo contratto di lavoro sportivo”. La lett. a) disciplina il caso…

Continua a leggere...