ENTI NON COMMERCIALI

Il ruolo effettivo ricoperto dal socio fa scattare la responsabilità

A fronte delle irregolarità fiscali constatate a carico di un’associazione per l’omesso versamento delle ritenute operate sui compensi corrisposti a soggetti terzi, la responsabilità dei soci va attentamente valutata in relazione alle attività svolte e ai ruoli effettivamente esercitati, risultando irrilevante l’incarico formalmente attribuito alla persona fisica (ad esempio, essere titolare di una determinata carica…

Continua a leggere...

Enti non commerciali ed esenzione Imu: posizione “rigida” della Cassazione

In un precedente contributo abbiamo esaminato come la recente giurisprudenza di merito ha configurato l’ipotesi di esenzione da Imu e Tasi per gli immobili che vengono direttamente utilizzati dagli enti non commerciali nella loro attività “istituzionale”. In particolare le pronunce richiamate vertevano sui temi degli immobili concessi in comodato e quindi non utilizzati direttamente dall’ente…

Continua a leggere...

La natura degli enti nel codice del terzo settore

I criteri per definire la natura dei nuovi enti del terzo settore (gli Ets), sia essa commerciale o non commerciale, sono contenuti in un’unica disposizione normativa presente nel codice del terzo settore e, più precisamente, nell’articolo 79 D.Lgs. 117/2017. Detto articolo, più volte modificato (sia dal decreto correttivo, il D.Lgs. 105/2018, che dal D.L. 119/2018…

Continua a leggere...

Il decreto crescita e gli enti non profit

Il c.d. decreto crescita (D.L. 34/2019, pubblicato in G.U. n. 100 del 30.04.2019) contiene tre articoli che impattano in maniera importante sulla realtà degli enti non profit. Il primo è l’articolo 14 che reintroduce, tra gli enti non commerciali su base associativa che possono continuare a godere della decommercializzazione dei corrispettivi specifici versati da associati…

Continua a leggere...

Il difficile rapporto tra il codice del terzo settore e l’articolo 38 cod. civ.

È noto come la Giurisprudenza della Corte di Cassazione riconduca la responsabilità solidale, personale e illimitata, ex lege prevista dall’articolo 38 cod. civ., a carico di chi assume obbligazioni in nome e per conto di una associazione non riconosciuta, alla esigenza di tutela del creditore. Ciò in considerazione della mancanza, per tale tipo di enti,…

Continua a leggere...

L’Ets avente natura commerciale produce sempre reddito d’impresa

La caratteristica più rilevante della riforma che ha introdotto i nuovi Enti del Terzo Settore (gli Ets) è certamente quella di aver accorpato in modo organico sotto un unico sistema (governato attraverso l’istituzione di un registro unico nazionale del terzo settore, il cosiddetto Runts) soggetti che hanno sia natura commerciale che natura non commerciale. Mentre…

Continua a leggere...

Il rapporto di lavoro sportivo nella giurisprudenza

La sezione lavoro della Corte d’Appello di Genova, con sentenza del 20 marzo 2019, confermando la sentenza di primo grado, ha stabilito come il requisito della non professionalità e non commercialità sia il tratto qualificante per attingere alla disciplina dell’esenzione fiscale (per i redditi degli addetti) e contributiva prevista per i compensi sportivi dal disposto…

Continua a leggere...

La contabilità degli enti del terzo settore “minori”

Nell’articolo 13 D.Lgs. 117/2017, modificato dal decreto correttivo n. 105/2018 al fine di rimediare ad alcuni “improbabili” riferimenti terminologici contenuti della norma originaria (soprattutto il termine “finanziario” che appariva decisamente decontestualizzato), sono contenute delle disposizioni che, sotto il profilo civilistico, dettano indirettamente i criteri con i quali i futuri enti del terzo settore (di seguito…

Continua a leggere...

Le novità per il terzo settore non finiscono mai

In questi giorni si sono accavallati, per il terzo settore tre provvedimenti che impongono una riflessione attenta. Il primo è la nota del Ministero del Lavoro n. 3650 del 12.04.2019. Il provvedimento di prassi amministrativa, rispondendo ad un quesito trasmesso dalla Regione Abruzzo, ha chiarito che l’oggetto sociale degli enti del terzo settore “non potrà…

Continua a leggere...

Esenzione Imu/Tasi per gli enti non commerciali: recente giurisprudenza

Quando il Legislatore ha configurato l’ipotesi di esenzione da Imu e Tasi per la platea degli enti non commerciali lo ha fatto con riferimento agli immobili che vengono direttamente utilizzati nella loro attività “istituzionale”. In particolare, è l’articolo 9, comma 8, D.Lgs. 23/2011 a disporre che si applica all’Imu l’esenzione prevista dall’articolo 7, comma 1,…

Continua a leggere...