ENTI NON COMMERCIALI

L’istruttore sportivo è già un lavoratore subordinato?

La sezione lavoro della Corte d’Appello di Genova, con propria decisione dello scorso 9 febbraio, è intervenuta sulla disciplina del lavoro sportivo dilettantistico decidendo, ancor prima della pubblicazione dei decreti di riforma dello sport, in conformità alle linee guida che sarebbero dovute entrare in vigore solo dal 1° luglio del 2022. Una SSD aveva impugnato…

Continua a leggere...

Il collegio di garanzia del Coni e l’attività commerciale delle sportive

La mancata dimostrazione dello svolgimento di attività sia sportiva che didattica da parte di un sodalizio sportivo dilettantistico determina la nullità della sua iscrizione al Registro Nazionale delle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche. Questo il principio di massima contenuto nella decisione delle Sezioni Unite del Collegio di Garanzia dello Sport del 29 marzo 2021 n….

Continua a leggere...

Gli Ets e l’indifferenza urbanistica delle sedi

L’articolo 71 del codice del terzo settore (D.Lgs. 117/2017) allarga a tutti gli enti del terzo settore una previsione che, in origine, era prevista dalla L. 383/2000 solo in favore delle associazioni di promozione sociale. Infatti l’articolo 32, comma 4 della citata norma testualmente prevedeva che: “4. La sede delle associazioni di promozione sociale ed…

Continua a leggere...

Il Decreto Sostegni, la riforma dello sport e quella del terzo settore

Il c.d. Decreto Sostegni, approvato in via definitiva dal Consiglio dei Ministri e in attesa di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale interviene in maniera “sostanziale” nel mondo dello sport e del terzo settore. Infatti, neanche il tempo di esaminare i nuovo decreti delegati contenenti la riforma dello sport, la cui pubblicazione era avvenuta in due tempi…

Continua a leggere...

Il diritto di voto dei minorenni negli enti associativi

L’approssimarsi della scadenza del 31 marzo per l’approvazione delle modifiche statutarie con i quorum costitutivi e deliberativi delle assemblee ordinarie per associazioni di promozione sociale e organizzazioni di volontariato, impone di tornare sul tema del diritto di voto dei minorenni nelle assemblee associative (sul punto si veda anche il precedente contributo “Le assemblee delle associazioni:…

Continua a leggere...

Non è omessa la dichiarazione dell’ente che utilizza un modello errato

In occasione di Telefisco 2021 l’Agenzia delle entrate ha avuto modo di prendere posizione su alcune questioni che interessano il comparto degli enti non commerciali. In particolare, oggetto di risposta è stata una tematica talvolta riscontrata in sede di accertamento e cioè l’utilizzo di un modello dichiarativo errato da parte dell’ente non commerciale. Nello specifico…

Continua a leggere...

La detrazione Iva per gli enti non commerciali

L’articolo 19-ter, comma 1, D.P.R. 633/1972, rubricato “Detrazione per gli enti non commerciali”, dispone che “per gli enti indicati nel quarto comma dell’articolo 4 è ammessa in detrazione, a norma degli articoli precedenti e con le limitazioni, riduzioni e rettifiche ivi previste, soltanto l’imposta relativa agli acquisti e alle importazioni fatti nell’esercizio di attività commerciali…

Continua a leggere...

Modello Eas ed enti non commerciali di tipo associativo – II° parte

Riprendendo quando detto nella prima parte del contributo, l’obbligo di ripresentazione del modello Eas non ricorre in ogni situazione, nel senso che il legislatore ha ritenuto di non imporre tale obbligo in presenza di variazioni ritenute dallo stesso “non rilevanti” o nel caso di informazioni che risultano in possesso dell’Amministrazione finanziaria. Se questa distinzione tra…

Continua a leggere...

Modello Eas ed enti non commerciali di tipo associativo – I° parte

Nell’attesa che in un prossimo futuro l’adempimento venga “depotenziato”, almeno per quanti entreranno a far parte del nuovo mondo degli Enti del Terzo Settore o che, non potendo applicare le agevolazioni previste dall’articolo 148 Tuir, ne rimarranno esclusi, il modello Eas rappresenta oggi per la quasi totalità degli enti non commerciali di tipo associativo un…

Continua a leggere...

La riforma dello sport

Il Consiglio dei Ministri del 26 febbraio, nell’imminenza della scadenza della delega, ha approvato i cinque decreti delegati di riforma dello sport di cui alla L. 86/2019. Come è noto, l’approvazione di questi decreti è stata oggetto di un intenso dibattito che vedeva contrapposte le forze politiche del precedente Governo con le istituzioni sportive (Coni…

Continua a leggere...