IVA

La sospensione delle attività produttive non ferma la fatturazione

Il lavoro delle imprese e dei professionisti, anche se a ranghi ridotti, prosegue. Abbiamo analizzato in un precedente contributo gli effetti della proroga, introdotta dall’articolo 62 del decreto Cura Italia, sugli adempimenti tributari che ricadono nel periodo compreso tra l’8 marzo e il 31 maggio 2020. Al contempo, per determinate categorie di contribuenti sono stati…

Continua a leggere...

Territorialità Iva dei servizi di logistica integrata

Con una recente risposta (risposta all’istanza di interpello n. 96 del 27 marzo 2020) l’Agenzia delle entrate è tornata ad affrontare il tema della territorialità delle prestazioni di logistica integrata. È bene ricordare che, a seguito della riforma della territorialità Iva delle prestazioni di servizi avvenuta nel 2010 ad opera del D.Lgs. 18/2010, una particolare…

Continua a leggere...

L’invio elettronico del documento di trasporto

In periodo Covid-19 è possibile predisporre il documento di trasporto in modalità alternativa a quella cartacea? Il documento di trasporto è il documento che fiscalmente permette di emettere fattura differita. In base all’articolo 21, comma 4, lettera a), D.P.R. 633/1972 per le cessioni di beni la cui consegna o spedizione risulta da documento di trasporto…

Continua a leggere...

La sospensione degli adempimenti Iva durante l’emergenza da Covid-19

Secondo quanto previsto dall’articolo 62, comma 1, D.L. 18/2020 (c.d. decreto “Cura Italia”), per i soggetti che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato sono sospesi gli adempimenti tributari (diversi dai versamenti e dall’effettuazione delle ritenute) che scadono nel periodo compreso tra l’8 marzo 2020 e il…

Continua a leggere...

Lo scontrino di chiusura oltre la mezzanotte: dubbi nel nuovo regime telematico

L’introduzione dell’obbligo di memorizzazione elettronica e di trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri di cui all’articolo 2 D.Lgs. 127/2015v sta ponendo tutta una serie di problematiche di carattere pratico agli operatori. Tra queste ci si interroga sull’ipotesi della chiusura dei dati giornalieri trasmessa telematicamente oltre la mezzanotte. In particolare, ci si domanda quali siano…

Continua a leggere...

Commissioni Pos corrisposte a soggetti non residenti ed esterometro

Le commissioni pagate ad una società inglese da un soggetto passivo italiano per il servizio Pos sono servizi generici rilevanti ai fini Iva in Italia ai sensi dell’articolo 7-ter D.P.R. 633/1972 (esenti da Iva) e devono essere indicati nell’esterometro. È quanto emerge dalla lettura della risposta n. 91 dell’Agenzia delle entrate, pubblicata ieri, 11 marzo,…

Continua a leggere...

Iva assolta in reverse charge sui servizi infragruppo dall’estero

La questione della detraibilità dell’Iva assolta dalla società italiana a mezzo inversione contabile ex articolo 17, comma 2, D.P.R. 633/1972 (o articolo 46 D.L. 331/1993 per i servizi intracomunitari) nel caso di servizi infragruppo resi da altra società estera continua a far discutere e a presentare profili di incertezza che non favoriscono l’individuazione dei canoni…

Continua a leggere...

L’Iva sugli edifici assimilati a civile abitazione

Nell’ambito dei lavori eseguiti su immobili assimilati ai fabbricati a prevalente destinazione abitativa privata, si applica l’aliquota Iva del 10% alla costruzione degli edifici, alla cessione di beni (escluse le materie prime e semilavorate) forniti per la costruzione e alle prestazioni di servizi dipendenti da contratti di appalto relativi alla costruzione di tali edifici. Questo…

Continua a leggere...

Quali sono le caratteristiche dei beni finiti?

Alla cessione dei beni finiti, diversi dalle materie prime e semilavorate, è applicabile l’aliquota Iva del 4% quando sono forniti per la costruzione, anche in economia, di fabbricati di tipo economico aventi le caratteristiche richieste dalla Legge Tupini, nonché delle costruzioni rurali; la cessione di beni finiti sconta l’aliquota Iva del 10% quando sono forniti…

Continua a leggere...

Rimborsi Iva per cessazione dell’attività e indicazione nel bilancio di liquidazione

Con la recente Ordinanza n. 4559 del 21.02.2020 la Corte di Cassazione si è pronunciata sul tema del rimborso Iva relativo alla cessazione dell’attività, chiarendo che – secondo le previsioni di cui all’articolo 30 D.P.R. 633/1972 – l’omessa esposizione del credito Iva nel bilancio finale di liquidazione della società non è un elemento che può…

Continua a leggere...