IVA

Vendite “tax free”: la procedura di sgravio dell’Iva in dichiarazione annuale

Con un precedente contributo sono state illustrate le modalità di emissione delle fatture e delle relative note di variazione per le operazioni “tax free shopping”, non imponibili Iva ai sensi dell’articolo 38-quater D.P.R. 633/1972. In questa sede si esaminano le modalità di compilazione della dichiarazione Iva annuale da parte del negoziante, a tal fine distinguendo…

Continua a leggere...

Formato elettronico obbligatorio per le fatture “tax free shopping”

Le note di variazione relative alle cessioni “tax free shopping” devono essere emesse in formato elettronico, senza più la possibilità di effettuare variazioni cumulative. È quanto chiarisce l’Agenzia delle Entrate con la risoluzione 58/E/2019, alla luce dell’obbligo di emissione in modalità elettronica delle fatture per le cessioni in esame a partire dall’1 settembre 2018. L’articolo…

Continua a leggere...

Asili: scelta tra fattura o quietanza di pagamento

Il campo di attività degli asili è esente dall’Iva ai sensi dell’articolo 10, n. 21, D.P.R. 633/1972 che dispone quanto segue: “sono esenti dall’imposta: …21) le prestazioni proprie dei brefotrofi, orfanotrofi, asili, case di riposo per anziani e simili, delle colonie marine, montane e campestri e degli alberghi e ostelli per la gioventù di cui…

Continua a leggere...

Obbligazioni generiche soggette a Iva se rientrano in un rapporto di corrispettività

Di interesse è la sentenza n. 20233 del 31.07.2018, che interviene sulla portata della disposizione di chiusura contenuta nell’articolo 3, comma 1, D.P.R. 633/1972, che qualifica come prestazioni di servizi, rilevanti ai fini Iva, “le prestazioni verso corrispettivo dipendenti (…) in genere da obbligazioni di fare, di non fare e di permettere quale ne sia…

Continua a leggere...

Regime Iva dei servizi resi in farmacia

Il regime Iva delle prestazioni rese in farmacia cambia a seconda della tipologia di servizio, nonché delle modalità con le quali viene lo stesso è svolto. L’Agenzia delle entrate ha fornito chiarimenti sul tema con la risoluzione 60/E/2017. In generale, occorre tener conto che l’esenzione dall’imposta trova applicazione solo al verificarsi di un triplice requisito…

Continua a leggere...

La doppia cessione con clausola “franco partenza” preclude la non imponibilità Iva

Nella prassi commerciale delle operazioni con l’estero può accadere che l’impresa italiana venda i beni ad un cliente UE, che – una volta imballati insieme ad altri beni di sua proprietà – li mette a disposizione del cliente extra-UE direttamente nello stabilimento dell’impresa italiana. Si pone il problema di stabilire se alla cessione in esame,…

Continua a leggere...

Esoneri (temporanei) dall’obbligo di invio dei corrispettivi telematici

In vista dell’approssimarsi del 1° luglio 2019, data a partire dalla quale scatta l’obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi (articolo 2, comma 1, D.Lgs. 127/2015), è opportuno fare il punto della situazione sulle diverse fattispecie che consentono, almeno fino al prossimo 31 dicembre 2019, di evitare il nuovo adempimento e di continuare ad…

Continua a leggere...

Regime forfettario 398: spiragli per l’emissione della nota di credito

La possibilità di emettere note di variazione per rettificare in diminuzione operazioni per le quali l’iva è stata assolta con modalità particolari (nel caso in commento, forfettarie) è da sempre un tema dibattuto ed in relazione al quale l’Amministrazione finanziaria non si è sempre pronunciata in modo deciso ed inequivocabile. Una prima indicazione, che deriva…

Continua a leggere...

Il trattamento Iva delle quadrangolazioni unionali

Nel corso del 113° meeting del Comitato Iva, tenutosi il 3 giugno 2019, la Commissione europea ha approvato il Working Paper n. 968 del 15 maggio 2019, con il quale il Comitato Iva ha esaminato alcune questioni collegate alle “quick fixes”, cioè alle “misure rapide” contenute nel pacchetto legislativo approvato dal Consiglio europeo il 4…

Continua a leggere...

Auto aziendali: trattamento Iva e fatturazione elettronica

L’acquisto, l’utilizzo, la manutenzione e, più in generale, la gestione dei veicoli nell’ambito di un’attività di impresa richiede, dal punto di vista fiscale, la verifica del trattamento ai fini Iva e delle imposte dirette. Il trattamento ai fini Iva dei veicoli aziendali varia infatti in relazione al tipo di veicolo – autovettura, autocarro, motociclo, ciclomotore,…

Continua a leggere...