IVA

Disciplina Iva dei riaddebiti

Con due risposte ad interpello riguardanti la fiscalità dei voucher, l’Agenzia delle Entrate ha dato delle indicazioni sulla disciplina Iva dei contratti di mandato, con particolare riferimento al caso di riaddebiti di servizi in esenzione (ad esempio servizi medici). I cosiddetti “riaddebiti” sono il frutto di un contratto di mandato, con il quale una parte…

Continua a leggere...

Dichiarazioni di intento tra limitazioni e trasferimenti

Viene confermata dall’Agenzia delle entrate la limitazione all’utilizzo della dichiarazione di intento in caso di operazioni immobiliari (risposta all’istanza di interpello n. 304 del 3 settembre2020) e la trasferibilità del diritto all’utilizzo alla stabile organizzazione in Italia di una società che ha trasferito la propria residenza fiscale all’estero, ai sensi dell’articolo 166 Tuir (risposta all’istanza…

Continua a leggere...

Prova delle cessioni intracomunitarie: nuovi chiarimenti

Con notizia del 14 maggio (Nuovi mezzi di prova delle cessioni intra applicabili anche per il passato) avevamo commentato il quadro giuridico riguardante le prove da produrre per dimostrare che i beni oggetto di una cessione comunitaria hanno raggiunto lo Stato membro di destino. Dal 1° gennaio 2020, infatti, sono in vigore le nuove presunzioni,…

Continua a leggere...

Fallimenti: note di variazione anche senza insinuazione al passivo

Era il febbraio 2020 quando l’Agenzia delle Entrate, citando sé stessa, precisava che il creditore che non si insinua al passivo di un fallimento, o vede la sua istanza rigettata per scadenza dei termini, non ha diritto ad emettere nota di variazione in diminuzione per recuperare l’Iva che ha versato in sede di emissione della…

Continua a leggere...

Rettifica dell’originaria richiesta di rimborso del credito Iva

Con la risposta n. 231 del 30 luglio 2020 l’Agenzia delle Entrate ha affrontato la tematica circa la possibilità di rettificare un’originaria richiesta di rimborso del credito Iva esplicitata nel modello Iva attraverso la presentazione di una dichiarazione integrativa. In particolare, un contribuente, dopo aver presentato il modello Iva 2017 relativo al periodo d’imposta 2016,…

Continua a leggere...

Acconti generici: disciplina Iva

Con la recente risposta ad interpello n. 216 del 14.07.2020, l’Agenzia delle Entrate ha fornito una risposta riguardante la possibilità di emettere delle note di variazione in diminuzione, a storno di fatture originariamente emesse per un “acconto generico”. In particolare, l’istante aveva emesso con aliquota ordinaria una fattura pari al 30% del corrispettivo di un…

Continua a leggere...

Cessione di fabbricati da demolire: regime Iva

Con la circolare 23/E/2020, pubblicata il 29 luglio, l’Agenzia delle entrate è tornata sui suoi passi e, aderendo all’ormai costante orientamento della giurisprudenza, ha escluso, ai fini della tassazione delle plusvalenze, che la cessione di un edificio possa essere riqualificata come cessione del terreno edificabile (vedi “Plusvalenze da cessione di fabbricati da demolire: dietrofront delle…

Continua a leggere...

Le novità in tema di commercio elettronico indiretto di beni

La Direttiva UE 05.12.2017, n. 2017/2455, ha introdotto rilevanti novità Iva in tema di commercio elettronico indiretto, al fine di facilitare le vendite a distanza di beni nel territorio dell’Unione europea. In particolare, pur rimanendo inalterata la regola generale in base alla quale le operazioni di commercio elettronico indiretto nei rapporti “B2C” sono territorialmente rilevanti,…

Continua a leggere...

Non tutti i corrispettivi devono essere inviati telematicamente

Sono certificate mediante scontrino le operazioni per le quali l’emissione della fattura non è obbligatoria, se non è richiesta dal cliente non oltre il momento di effettuazione dell’operazione. Si tratta delle ipotesi previste dall’articolo 22 D.P.R. 633/1972, relativo al commercio al minuto e attività assimilate. Tra i casi in cui non vi è obbligo di…

Continua a leggere...

Colonnine di ricarica ad uso privato: Iva e detrazione fiscale

Con la risposta n. 218 del 14 luglio 2020 l’Agenzia delle entrate analizza il corretto trattamento ai fini Iva per l’installazione delle colonnine di ricarica. Nel caso in questione la società istante è stata incaricata di installare nell’abitazione italiana di un soggetto estero, un impianto fotovoltaico ed una colonnina di ricarica per veicoli elettrici: l’energia…

Continua a leggere...