SOCIETÀ E BILANCIO

Prelazione del credito ipotecario e frutti civili derivanti da una locazione

Una problematica di grande interesse è rappresentata dalla destinazione che i frutti civili, derivanti da un contratto di locazione e percepiti nell’ambito di una procedura concorsuale, devono avere nell’elaborazione dei progetti di riparto. In particolare, la questione presenta profili di criticità nelle proposte di concordato preventivo omologate, in cui non ci sia chiarezza in merito…

Continua a leggere...

Concordato con continuità aziendale: le novità del codice della crisi di impresa

L’articolo 186 bis L.F. disciplina il concordato con continuità aziendale, una particolare fattispecie di concordato che prevede la prosecuzione dell’attività di impresa o da parte dello stesso debitore o attraverso la cessione o il conferimento dell’azienda in esercizio, in una o più società, anche di nuova costituzione. La citata disposizione si sofferma sui contenuti del…

Continua a leggere...

Finanziamento soci: deroga alla postergazione

Ai sensi dell’articolo 2467 cod. civ., il rimborso dei finanziamenti effettuati dai soci a favore delle S.r.l. è postergato rispetto alla soddisfazione degli altri creditori e, se avvenuto nell’anno precedente la dichiarazione di fallimento, deve essere restituito. Il criterio descritto opera nei confronti dei finanziamenti effettuati, in qualunque forma, dai componenti la compagine sociale, in…

Continua a leggere...

Controllo di società in situazioni giuridiche diverse dalla proprietà

Lo Studio n. 63-2020/I, recentemente pubblicato dal Consiglio Nazionale del Notariato, affronta il tema controverso della individuazione del “controllo di società” in presenza di situazioni giuridiche diverse dalla piena proprietà della partecipazione sociale; in particolare, lo Studio si occupa della disamina delle situazioni in cui la partecipazione sociale è oggetto di costituzione di un diritto…

Continua a leggere...

Obbligazioni in pegno e insinuazione al passivo della banca

Nel caso in cui un Istituto di Credito si insinui allo stato passivo di un fallimento, indicando nella domanda di insinuazione un importo a credito al netto della somma ricavata grazie alla vendita di alcune obbligazioni della società fallita date in pegno precedentemente alla dichiarazione di fallimento, quali valutazioni deve effettuare il curatore fallimentare? Può…

Continua a leggere...

Valutazione delle partecipazioni collegate nel bilancio consolidato

Le società obbligate alla redazione del bilancio consolidato, dopo aver individuato il perimetro di consolidamento e consolidato le partecipazioni in società controllate con il metodo di consolidamento integrale, devono procedere alla valutazione delle partecipazioni costituenti immobilizzazioni in società collegate con il metodo del patrimonio netto. L’articolo 36 D.Lgs. 127/1991 prevede infatti l’adozione del criterio indicato…

Continua a leggere...

Inammissibile l’azione revocatoria nei confronti di un fallimento

Le Sezioni unite della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 12476 depositata ieri, si sono pronunciate sulla controversa questione dell’ammissibilità dell’azione revocatoria, ordinaria e fallimentare, nei confronti di un fallimento. La problematica era stata già affrontata dalla Cassazione, sempre a Sezioni unite, con la sentenza n. 30416 del 2018, che aveva concluso per l’inammissibilità,…

Continua a leggere...

Perdite fiscali e imposte anticipate: rilevazione e dettagli di Nota integrativa

Ai fini Ires la disciplina del riporto delle perdite è contenuta nell’articolo 84 Tuir, in base al quale la perdita fiscale di un esercizio (diverso dai primi 3) è compensabile negli esercizi successivi: entro il limite dell’80% del reddito imponibile negli anni successivi; senza limiti di tempo. Le perdite realizzate nei primi tre periodi d’imposta…

Continua a leggere...

Conversione in legge del Decreto Liquidità e crisi d’impresa

Sulla Gazzetta ufficiale n. 143 del 6 giugno 2020 è stata pubblicata la L. 40/2020 “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23, recante misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, nonché interventi in materia di salute…

Continua a leggere...

Cancellazione del saldo Irap 2019: bilancio 2019 o bilancio 2020?

L’articolo 24 del Decreto Rilancio (D.L. 34/2020), con la finalità di finanziare (in maniera indiretta) le imprese e i lavoratori autonomi, ha previsto, in presenza di precise condizioni, la non debenza del saldo Irap e della prima rata di acconto. Se dal punto di vista fiscale l’applicazione dell’articolo 24 del Decreto Rilancio non sembra palesare…

Continua a leggere...