SOCIETÀ E BILANCIO

Organo di controllo e numero di dipendenti: come si calcolano?

Uno dei parametri da considerare per verificare la necessità di nominare l’organo di controllo o il revisore riguarda il numero di dipendenti. L’articolo 2477, comma 2, cod. civ., nella versione risultante dopo la conversione in legge del decreto “sblocca cantieri”, prevede che la nomina dell’organo di controllo o del revisore sia obbligatoria se la società:…

Continua a leggere...

L’attività agricola non sempre salva dal fallimento

Come noto, l’imprenditore agricolo soggiace a un regime particolare in ragione del quale, tra l’altro, non può essere soggetto a fallimento. Tale affermazione deriva dalla lettura dell’articolo 1 L.F.. L’infallibilità dell’imprenditore agricolo deriva dalla convinzione del Legislatore del ’42 per cui un’eventuale insolvenza non avrebbe arrecato gravi ripercussioni economiche in ragione dei ridotti capitali necessari…

Continua a leggere...

Lo stato d’insolvenza è desumibile da un unico inadempimento

Con l’ordinanza n. 15572 depositata in data 10 giugno 2019, la Suprema Corte ha affrontato il tema della dichiarazione dello stato di insolvenza, quale noto presupposto per la pronuncia di fallimento, e si è interrogata in ordine alla possibilità che essa possa essere emessa anche in caso di inadempimento di un’unica obbligazione da parte del…

Continua a leggere...

Il nudo proprietario non ha diritto di partecipare all’assemblea dei soci

Il Tribunale di Firenze, con una Ordinanza del 27 aprile 2019 emessa nell’ambito di un procedimento cautelare, prende posizione con riferimento ad un argomento abbastanza dibattuto in dottrina e giurisprudenza: il diritto del titolare della nuda proprietà di partecipazioni societarie di partecipare all’assemblea dei soci, seppure senza poter esercitare il diritto di voto che compete…

Continua a leggere...

Raddoppio dei limiti per la nomina dell’organo di controllo nelle Srl

La L. 55/2019, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 17 giugno 2019 n. 140, di conversione del Decreto sblocca cantieri (D.L. 32/2019), ha ridefinito i limiti per la nomina dell’organo di controllo o del revisore nelle Srl. Si ricorda che già l’articolo 379 D.Lgs. 14/2019, contenente il Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza e pubblicato sulla…

Continua a leggere...

Cancellazione della società fallita e rinuncia ai crediti non azionati

Nel rammentare che l’estinzione della società si verifica anche a seguito di cancellazione obbligatoria dal registro delle imprese dovuta alla chiusura del fallimento per insufficienza dell’attivo, con la sentenza n. 13921 del 22.05.2019, la Cassazione ha stabilito che da detto fenomeno sono esclusi quei rapporti il cui mancato recupero giudiziale consenta di ritenere che la…

Continua a leggere...

Le attività di revisione delle operazioni con “parti correlate” – II° parte

Proseguendo la trattazione dell’argomento avviata nel precedente contributo, è ora opportuno rilevare che il revisore dovrà anche svolgere apposite indagini finalizzate all’acquisizione della conoscenza: dell’identità delle parti correlate, inclusi i cambiamenti rispetto al periodo amministrativo precedente (il revisore può anche acquisire tali informazioni già in sede di accettazione o mantenimento dell’incarico); della natura dei rapporti…

Continua a leggere...

Le attività di revisione delle operazioni con “parti correlate” – I° parte

Ai fini della revisione contabile del bilancio, il revisore deve anche verificare la correttezza delle asserzioni della direzione riferite alle cosiddette “parti correlate” al fine di concludere se il bilancio, per quanto influenzato da tali rapporti, fornisca una rappresentazione corretta. Per tale ragione egli deve svolgere procedure di revisione tese a indagare la sussistenza di…

Continua a leggere...

La Srl “Pmi” può emettere e sottoscrivere nuove quote proprie

Secondo la disciplina di portata generale (Raccomandazione 2003/361/CE) é Pmi la società che soddisfa contemporaneamente le seguenti caratteristiche: svolge una qualsiasi attività economica, anche non commerciale e anche non di impresa; occupa in detta attività meno di 250 persone ed ha un fatturato annuo non superiore a 50 milioni di euro, oppure un totale di…

Continua a leggere...

Il revisore deve comunicare le carenze del controllo interno – II° parte

Proseguendo l’analisi avviata con il precedente contributo, giova specificare che il principio di revisione internazionale (Isa Italia) n. 265 prevede anche la possibilità per il revisore di omettere di comunicare le carenze significative del controllo interno ai responsabili delle attività di governance o alla direzione, qualora, in determinate circostanze, risulti inappropriato comunicarle. Ciò può avvenire…

Continua a leggere...