FISCALITÀ INTERNAZIONALE

La prova idonea a dimostrare la provenienza degli utili esteri

Con la risoluzione 144/E di ieri l’Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti sulla documentazione probatoria idonea a dimostrare la provenienza degli utili di fonte estera percepiti dal socio-società italiano per il tramite di società intermedie non residenti. È noto che i dividendi black list percepiti da un soggetto Ires scontano un regime di imposizione specifico. In…

Continua a leggere...

Prezzi di trasferimento infragruppo e profili sanzionatori

Il tema della corretta determinazione dei prezzi di trasferimento interessa tutte le imprese ad ampio respiro internazionale, che scambiano beni o servizi con società del gruppo localizzate all’estero. In tale contesto, l’ordinamento giuridico pone precise regole che consentono di determinare correttamente il valore della cessione infragruppo e, simmetricamente, impedire il travaso di utili all’estero, nell’ambito…

Continua a leggere...

L’ambito applicativo della CFC white list

Con l’introduzione nel nostro ordinamento della Controlled Foreign Companies (c.d. CFC legislation), quale norma anti – paradiso fiscale, al ricorrere dei presupposti previsti dall’articolo 167 del Tuir, si rende applicabile la tassazione per trasparenza in capo al soggetto controllante italiano dei redditi conseguiti dal soggetto estero partecipato che è residente o localizzato in uno Stato…

Continua a leggere...

L’ambito applicativo della CFC black list

Con l’introduzione nel nostro ordinamento della Controlled Foreign Companies (c.d. CFC legislation), quale norma anti – paradiso fiscale, al ricorrere dei presupposti previsti dall’articolo 167 del Tuir, si rende applicabile la tassazione per trasparenza in capo al soggetto controllante italiano dei redditi conseguiti dal soggetto estero partecipato che è residente o localizzato in uno Stato…

Continua a leggere...

La base imponibile IVIE

A decorrere dal periodo d’imposta 2011, è stata introdotta nel nostro ordinamento l’IVIE che è dovuta sul valore degli immobili situati all’estero detenuti a titolo di proprietà o di altro diritto reale dalle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato, a qualsiasi uso essi siano destinati. Al fine di approfondire i diversi aspetti del tributo,…

Continua a leggere...

Sdoganamento dei beni valida esimente per i costi black list

Per effetto delle novità introdotte dalla legge di Stabilità 2016, sono state abrogate le disposizioni che rendevano indeducibili, dal reddito di impresa, i costi sostenuti nell’ambito delle transazioni economiche e commerciali intrattenute con fornitori residenti in Stati o territori aventi regime fiscale privilegiato. Quindi, attualmente, i costi black list sono deducibili dal reddito d’impresa in…

Continua a leggere...

Il certificato fiscale attesta lo status di beneficiario effettivo?

La clausola del “beneficiario effettivo” è uno strumento che ha lo scopo di contrastare il fenomeno elusivo denominato “treaty shopping” (“abuso di Convenzioni”) consistente nell’ottenimento, da parte del contribuente fiscalmente residente in uno Stato contraente, di un indebito risparmio fiscale attraverso l’applicazione di un regime convenzionale non spettante. Lo schema evasivo, che può riguardare il…

Continua a leggere...

Stabile organizzazione “isolata” dagli altri redditi della casa madre

Le modifiche apportate agli articoli 151 e 152 del Tuir ad opera dell’articolo 7 del D.Lgs. 147/2015 (c.d. Decreto internazionalizzazione), fra gli altri aspetti, hanno provveduto ad allineare con i criteri prescritti in ambito Ocse la disciplina italiana della tassazione delle stabili organizzazioni in Italia di soggetti esteri rimuovendo il precedente principio noto nella prassi…

Continua a leggere...

Elusione fiscale e onere della prova in tema di prezzi di trasferimento

Le regole di determinazione dei prezzi di trasferimento infragruppo sono contenute nell’articolo 110, comma 7, del D.P.R. 917/1986, nella versione modificata dal D.L. 50/2017 (c.d. “manovra correttiva 2017”), a seguito di un mirato intervento operato da parte del legislatore per adeguare la disciplina in rassegna agli standard internazionali. In particolare, la nuova formulazione dell’articolo 110,…

Continua a leggere...

Stato della residenza e Stato della fonte: il modello italiano

La potestà impositiva di uno Stato, a seguito dello sviluppo della globalizzazione dell’economia, ha trovato un limite nella pretesa di altri Stati di sottoporre a imposizione fattispecie che non si sono integralmente realizzate all’interno dei loro confini. Al fine di approfondire i principi generali della fiscalità internazionale, è stata pubblicata in Dottryna, nella sezione “Fiscalità…

Continua a leggere...