FISCALITÀ INTERNAZIONALE

Il quadro RW delle società semplici

L’adempimento del monitoraggio fiscale spetta non solo alle persone fisiche ma anche alle società semplici e agli enti non commerciali, ovviamente a condizione che siano fiscalmente residenti in Italia. Per la prossima scadenza di invio della dichiarazione entro il 30.11.2022, l’anno in cui deve essere valutata la residenza è il 2021, ossia l’annualità oggetto di…

Continua a leggere...

Come individuare la natura paradisiaca del dividendo estero – seconda parte

Nel precedente intervento abbiamo esaminato i test che devono essere implementati per valutare se un dividendo va considerato come paradisiaco o come non paradisiaco. Abbiamo, quindi, illustrato come, in alcuni casi, si debba valutare la natura “paradisiaca” del paese estero al momento della maturazione dell’utile o, in altri casi, al momento della percezione. In questo…

Continua a leggere...

Come individuare la natura paradisiaca del dividendo estero – prima parte

Il primo punto da segnalare è che non sono considerati paradisiaci i dividendi provenienti da Paesi comunitari o dello Spazio economico europeo che scambia informazioni, ossia Norvegia, Islanda e Liechtenstein. Si trascura, in questa sede, il caso dei dividendi provenienti da un paradiso fiscale attraverso una società non paradisiaca conduit. Per individuare se un dividendo…

Continua a leggere...

Quadro RW: un quadro delle annualità aperte al ritorno delle ferie

Il ritorno dalle ferie è spesso associato alla compilazione del quadro RW relativo al monitoraggio fiscale degli investimenti detenuti all’estero. Nel momento in cui ci si accinge a compilare il quadro RW 2022 per il 2021 può accadere di imbattersi in errori od omissioni relativi ad esercizi precedenti. Ma quali sono i periodi di accertabilità…

Continua a leggere...

Torna la CFC “a intermittenza”

Come noto, la tassazione per trasparenza in base alla disciplina controlled foreign companies postula che siano soddisfatte entrambe le condizioni previste dal comma 4 dell’articolo 167 Tuir. In sostanza, devono essere contemporaneamente verificati sia il livello impositivo basso sia lo svolgimento dell’attività passiva. Appare di tutta evidenza come queste condizioni possano risultare verificate o non…

Continua a leggere...

CFC: nuovi chiarimenti dalle Entrate

Con la circolare 29/E/2022, pubblicata ieri, 28 luglio, l’Agenzia delle entrate ha fornito nuovi chiarimenti in materia di CFC, soprattutto con riferimento alle regole che governano la tassazione per trasparenza e la fuoriuscita dal regime CFC, ma anche in merito al trasferimento di sede e altre operazioni straordinarie che comportano la confluenza della CFC nel…

Continua a leggere...

Il veicolo estero per risparmiare imposte. Ma si può?

La delocalizzazione all’estero è un fenomeno ormai consolidato ed inarrestabile. Le vicende geo politiche degli ultimi periodi potranno portare ad un ridisegno geografico di questa esternalizzazione, ma non potranno certo interrompere un processo ormai consolidato. La delocalizzazione può comportare, anche, più o meno significativi risparmi fiscali. Questo contesto, tuttavia, porta taluni a pensare che sia…

Continua a leggere...

Stabile organizzazione: indeducibilità degli interessi passivi

Una delle forme di investimento nel mercato estero utilizzabile da parte di un’impresa italiana è quella riferita alla costituzione di una stabile organizzazione, ossia una sede fissa di affari attraverso la quale la casa madre residente in Italia esercita un’attività d’impresa nello Stato estero. A livello domestico, ex articolo 162 Tuir, la stabile organizzazione comprende:…

Continua a leggere...

No al quadro RW per l’amministratore della società

Un dubbio che spesso emerge tra gli operatori attiene all’eventuale obbligo di compilazione del quadro RW nella propria dichiarazione dei redditi personale, da parte di un contribuente che è fiscalmente residente in Italia e che ricopre la carica di amministratore di una società italiana, ad esempio una Srl, in relazione ad un conto corrente che…

Continua a leggere...

Transfer Price: come scegliere il metodo più appropriato?

A livello domestico, l’articolo 110, comma 7, Tuir, prevede che “I componenti del reddito derivanti da operazioni con società non residenti nel territorio dello Stato, che direttamente o indirettamente controllano l’impresa, ne sono controllate o sono controllate dalla stessa società che controlla l’impresa, sono determinati con riferimento alle condizioni e ai prezzi che sarebbero stati…

Continua a leggere...