FISCALITÀ INTERNAZIONALE

Iscrizione all’albo: è ancora obbligatoria per la consulenza fiscale?

Negli ultimi anni si è alimentato un profondo dibattito tra gli addetti ai lavori, concernente l’esatta individuazione dei soggetti abilitati ad esercitare l’attività di consulenza fiscale e assistenza del contribuente. In particolare, la vexata quaestio ha acceso aspre polemiche tra coloro che ritengono che la predetta attività possa essere svolta solo dagli iscritti ad appositi…

Continua a leggere...

Operazioni di business restructuring e dissimulata cessione d’azienda

Sempre più frequentemente, in occasione di fenomeni di delocalizzazione produttiva o di processi d’integrazione “a monte” e/o “a valle” lungo la catena del valore, realizzati mediante la costituzione di società in altri Stati, la prassi accertativa dell’Amministrazione finanziaria è giunta a riqualificare singole transazioni intervenute tra imprese associate in asserite operazioni volte a dissimulare vere…

Continua a leggere...

Documentazione transfer price: come si valuta l’idoneità?

La problematica relativa alla corretta determinazione dei prezzi di trasferimento è un tema di grande attualità che coinvolge le imprese multinazionali che operano all’estero scambiando beni o servizi con altre società del Gruppo. La normativa sostanziale di riferimento è contenuta nell’articolo 110, comma 7, Tuir il quale prevede che: “I componenti del reddito derivanti da…

Continua a leggere...

Transfer pricing: rapporto tra procedura arbitrale e contenzioso

A seguito delle attività accertative condotte dall’Amministrazione finanziaria emergono, sempre più spesso, rilievi in materia di prezzi di trasferimento infragruppo su base transfrontaliera. Conseguentemente, nel corso degli ultimi anni, è stato registrato un aumento progressivo sia del contenzioso interno, avente per oggetto tali contestazioni, sia delle cd. procedure amichevoli (“Mutual Agreement Procedure”), instaurate per provare…

Continua a leggere...

Stabile organizzazione: indicazioni operative dalla GdF – II° parte

Con il precedente intervento abbiamo iniziato ad analizzare i chiarimenti forniti in materia di stabile organizzazione dalla circolare 1/2018 diffusa dalla Guardia di Finanza nel dicembre 2017 (“Manuale operativo in materia di contrasto all’evasione e alle frodi fiscali”), concentrando l’attenzione sulla c.d. “stabile organizzazione non dichiarata”. Continuando poi ad esaminare le fattispecie che possono essere…

Continua a leggere...

Stabile organizzazione: indicazioni operative dalla GdF – I° parte

Nella circolare 1/2018 diffusa dalla Guardia di Finanza nel dicembre 2017 (“Manuale operativo in materia di contrasto all’evasione e alle frodi fiscali”) trova spazio una apposita sezione dedicata alla stabile organizzazione (anche “SO” o “branch”). La richiamata circolare, pur essendo formalmente precedente alla modifica dell’articolo 162 Tuir operata dalla Legge di Bilancio 2018 che ha…

Continua a leggere...

Mini-voluntary: l’Agenzia delle Entrate fornisce i modelli

L’Agenzia delle Entrate, con il Provvedimento n. 110482/2018 del 01.06.2018 ha fornito il modello e ha dettato le modalità per accedere alla procedura di regolarizzazione delle attività depositate e delle somme detenute su conti correnti e su libretti di risparmio all’estero, prevista dall’articolo 5-septies D.L. 148/2017 (c.d. “mini-voluntary”). Possono accedere alla procedura i contribuenti persone…

Continua a leggere...

Quali elementi caratterizzano una stabile organizzazione ai fini Iva?

Ai sensi dell’articolo 162 Tuir la “stabile organizzazione” si realizza in presenza di una sede fissa di affari per mezzo della quale l’impresa non residente esercita, in tutto o in parte, la sua attività sul territorio dello Stato. Per espressa disposizione normativa, ai fini delle imposte sui redditi, l’espressione “stabile organizzazione” comprende in particolare: a)…

Continua a leggere...

Residenza fiscale delle persone fisiche

Stabilire se una persona fisica deve essere considerata o meno fiscalmente residente nel territorio dello Stato è un aspetto di importanza fondamentale al fine di determinare quali siano gli obblighi impositivi e quali siano gli adempimenti da porre in essere. Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia, è stata pubblicata in Evolution, nella…

Continua a leggere...

Conti correnti esteri: monitoraggio fiscale e Ivafe

I conti correnti e depositi detenuti all’estero con valore massimo non superiore a euro 15.000 sono esclusi dagli obblighi di monitoraggio nel quadro RW del modello Redditi, fermo restando l’obbligo di pagamento dell’Ivafe se la giacenza media nel corso dell’anno supera l’importo di euro 5.000. È bene ricordare che nel corso del 2014 l’articolo 2…

Continua a leggere...