FISCALITÀ INTERNAZIONALE

La tassazione dei dividendi transnazionali

Nell’ambito dei meccanismi di elusione fiscale internazionale spicca il “treaty shopping”, fenomeno mediante il quale soprattutto le imprese ad ampio respiro internazionale potrebbero attuare manovre di pianificazione aggressiva con lo scopo di ottenere, indebitamente, l’esenzione dal prelievo fiscale al momento del pagamento di flussi reddituali dall’Italia verso l’estero (tipicamente dividendi, interessi o royalties). Nello specifico,…

Continua a leggere...

Obblighi connessi agli acquisti intracomunitari di beni

L’ordinanza n. 34512 del 27.12.2019 della Cassazione offre lo spunto per riproporre un’analisi degli adempimenti connessi agli acquisti intracomunitari di beni, distinguendo tra obblighi sostanziali e formali. Come noto, gli acquisti intracomunitari di beni, con introduzione della merce nel territorio nazionale, ai fini Iva, sono imponibili in Italia. Ai sensi degli articoli 17, comma 2,…

Continua a leggere...

Accordo di libero scambio Italia-Singapore: chiarimenti dalle Dogane

Con la Decisione (UE) 2019/1875 del Consiglio dell’8 novembre 2019 è stato approvato il testo dell’Accordo di libero scambio tra l’Unione europea e la Repubblica di Singapore, entrato in vigore il 21 novembre 2019; l’accordo si pone come obiettivi la liberalizzazione e la facilitazione degli scambi commerciali e degli investimenti tra le parti. Si ricorda…

Continua a leggere...

Cooperazione internazionale e contrasto all’evasione

Nel contesto europeo, sulla base delle direttive comunitarie emanate nel tempo, l’articolo 60-bis D.P.R. 600/1973 prevede che l’Amministrazione finanziaria può richiedere all’autorità competente di un altro Stato membro di notificare al destinatario, secondo le norme sulla notificazione dei corrispondenti atti vigenti nello Stato membro interpellato, tutti gli atti e le decisioni degli organi amministrativi dello…

Continua a leggere...

Tassazione dei dividendi erogati dalla controllata tedesca

Come noto l’articolo 89, comma 2, Tuir prevede che gli utili distribuiti, in qualsiasi forma e sotto qualsiasi denominazione, dalle società ed enti non concorrono a formare il reddito dell’esercizio in cui sono percepiti, in quanto esclusi dalla formazione del reddito della società o dell’ente ricevente per il 95% del loro ammontare. Tale agevolazione si…

Continua a leggere...

Transfer price: l’analisi di comparabilità

La normativa prevista in tema di prezzi di trasferimento infragruppo è contenuta nell’articolo 110, comma 7, Tuir il quale prevede che: “I componenti del reddito derivanti da operazioni con società non residenti nel territorio dello Stato, che direttamente o indirettamente controllano l’impresa, ne sono controllate o sono controllate dalla stessa società che controlla l’impresa, sono…

Continua a leggere...

Treaty shopping: i recenti chiarimenti in tema di beneficiario effettivo

Il fenomeno conosciuto tra gli addetti ai lavori come “treaty shopping” o abuso dei trattati internazionali, è un particolare meccanismo con il quale si vuole sfruttare, indebitamente, il regime fiscale agevolato previsto dalle Convenzioni contro le doppie imposizioni o dalle Direttive comunitarie. L’intento elusivo viene conseguito tramite l’artificiosa localizzazione di una struttura societaria (c.d. “conduit…

Continua a leggere...

Obbligo di compilazione del quadro RW anche per il fiduciario

Come noto, il quadro RW deve essere compilato, ai fini del monitoraggio fiscale, dalle persone fisiche residenti in Italia che detengono investimenti all’estero ed attività estere di natura finanziaria a titolo di proprietà o di altro diritto reale, indipendentemente dalle modalità della loro acquisizione e, in ogni caso, ai fini dell’imposta sul valore degli immobili…

Continua a leggere...

Quali sono le sanzioni in caso di esterovestizione societaria?

A livello domestico l’articolo 73, comma 3, Tuir prevede che le società, gli enti ed i trust sono considerati residenti in Italia quando, per la maggior parte del periodo d’imposta (183 giorni), hanno alternativamente la sede legale o la sede dell’amministrazione o l’oggetto principale nel territorio dello Stato. Al fine di contrastare la delocalizzazione fittizia…

Continua a leggere...

CFC: la valutazione dei profili penali

Come noto, con il D.Lgs. 142/2018 il legislatore ha profondamente modificato la disciplina prevista in materia di imprese estere controllate, nota, tra gli addetti ai lavori, come CFC legislation. Attualmente, ai sensi dell’articolo 167, comma 4, Tuir, la tassazione per trasparenza dei redditi conseguiti oltrefrontiera si applica se i soggetti controllati non residenti integrano, congiuntamente,…

Continua a leggere...