FISCALITÀ INTERNAZIONALE

Le criptoattività verso la regolamentazione fiscale

La Legge di bilancio 2023 ha segnato l’introduzione nel nostro ordinamento del regime fiscale delle cripto attività. In passato si erano concretizzate varie tesi tra cui anche quella della irrilevanza fiscale del fenomeno. La questione è stata risolta dal legislatore, che le ha inserite tra i redditi diversi per le persone fisiche, e ha stabilito…

Continua a leggere...

La residenza fiscale di un cittadino svizzero: la rilevanza del domicilio

Come noto, per espressa disposizione normativa, per determinare la residenza fiscale di una persona fisica, occorre fare riferimento all’articolo 2, comma 2, Tuir a mente del quale il soggetto passivo è considerato fiscalmente residente in Italia se, per la maggior parte del periodo d’imposta: è iscritto presso l’anagrafe della popolazione residente; ha il domicilio nel…

Continua a leggere...

Internazionalizzazione e intangibili: agevolazioni R&S e transfer pricing – seconda parte

Alla luce di quanto illustrato nel precedente contributo, emerge quindi la necessità per il gruppo di procedere ad un più ampio disegno delle politiche di sviluppo e gestione degli IP e connesse attività di R&S che includa – in una visione unitaria ed integrata – la prevedibile evoluzione del business nelle due aree geografiche di…

Continua a leggere...

Internazionalizzazione e intangibili: agevolazioni R&S e transfer pricing – prima parte

Con il presente contributo, pubblicato in due parti, si vogliono condividere alcune riflessioni in merito agli impatti che i processi di internazionalizzazione possono avere sulle attività di ricerca e sviluppo (R&S) svolte in Italia per l’accrescimento di beni intangibili rilevanti ai fini dello sviluppo del business. Più precisamente, le considerazioni che seguono faranno riferimento al…

Continua a leggere...

Esterovestizione societaria: individuazione delle strutture di puro artificio

Come noto, il tema dell’esatta individuazione della residenza fiscale di un soggetto passivo costituisce, per gli operatori del settore della fiscalità internazionale, un tema di centrale importanza: infatti, in ossequio al principio della tassazione dell’utile mondiale (c.d. “world wide taxation”), una volta stabilita la reale residenza di un’impresa, la stessa sarà assoggettata a tassazione –…

Continua a leggere...

Prime osservazioni sull’affrancamento opzionale delle riserve di utili e utili “black list”

Il Disegno di Legge di bilancio 2023 prospetta, attualmente all’articolo 23 del testo giunto in discussione in aula, la possibilità di procedere con un affrancamento opzionale delle riserve di utili e degli utili di fonte “black list” impliciti nelle partecipazioni detenute in regime d’impresa commerciale. Come noto, i dividendi percepiti in regime d’impresa commerciale da…

Continua a leggere...

Transfer Price: come valutare la congruità delle royalties infragruppo?

Come noto, la normativa conosciuta tra gli addetti ai lavori come transfer price è contenuta: nell’articolo 110, comma 7, Tuir, il quale prevede che: “I componenti del reddito derivanti da operazioni con società non residenti nel territorio dello Stato, che direttamente o indirettamente controllano l’impresa, ne sono controllate o sono controllate dalla stessa società che…

Continua a leggere...

Pianificazione fiscale internazionale: gestione preventiva del rischio fiscale. Spunti di riflessione

Il presente contributo vuole condividere alcune riflessioni sulla gestione preventiva del rischio fiscale e degli strumenti che la normativa domestica, anche a seguito del recepimento di indicazioni di provenienza sovranazionale, oggi offre. Il focus sarà dunque sui flussi cross-border e sulle modalità a disposizione dei gruppi multinazionali di diverse dimensioni per gestire in modo proattivo…

Continua a leggere...

Scambio automatico di informazioni in ambito CRS e beneficiari del trust

È operativo, oramai da diversi anni, il “famoso” CRS, Common Reporting Standard. Si tratta di uno standard comune adottato in ambito OCSE in applicazione dello scambio automatico di informazioni finanziarie tra le varie Giurisdizioni partecipanti. Lo standard prevede l’obbligo, per le amministrazioni finanziarie degli Stati aderenti al sistema CRS, di scambiarsi, in via automatica, i…

Continua a leggere...

Aliquota ridotta se viene accertato lo status di beneficiario effettivo

Nel panorama tributario internazionale, il treaty shopping viene da sempre considerato un pernicioso fenomeno di elusione fiscale finalizzato ad ottenere un indebito risparmio d’imposta, mediante il quale si tende a sfruttare indebitamente il regime vantaggioso contenuto in una o più Convenzioni internazionali contro le doppie imposizioni sul reddito, attraverso l’artificiosa localizzazione di una struttura economica…

Continua a leggere...