FISCALITÀ INTERNAZIONALE

Possibili “Accordi preventivi internazionali” con effetti retroattivi

Il comma 1101 dell’articolo unico della Legge di Bilancio 2021 (L. 178/2020) introduce alcune significative modifiche alla disciplina degli “accordi preventivi per le imprese con attività internazionale” (i c.d. “advance pricing agreement” – APA). In particolare: viene riconosciuta la possibilità, al ricorrere di talune condizioni, di attribuire efficacia retroattiva all’accordo concluso con l’Amministrazione Finanziaria, ossia…

Continua a leggere...

DAC 6: gli elementi distintivi che interessano i trust

La DAC 6 annovera una serie di casistiche che portano alla segnalazione anche in ipotesi di trust. Le casistiche più delicate attengono ai criteri distintivi di cui alla lettera D, ossia a quelli volti a confondere le acque in merito alla trasmissione delle informazioni DAC2 CRS, oppure in tema di corretta individuazione del titolare effettivo….

Continua a leggere...

Effetti Brexit sull’Ivie

Un effetto della Brexit è rappresentato da un mutamento della base imponibile ai fini Ivie degli immobili detenuti nel Regno Unito. Come espressamente previsto dall’articolo 19, comma 15, D.L. 201/2011, il valore su cui applicare l’aliquota dello 0,76% è costituito dal costo risultante dall’atto di acquisto o dai contratti e, in mancanza, secondo il valore…

Continua a leggere...

La qualità di esportatore abituale del cessionario

Al fine di poter applicare il regime di non imponibilità Iva previsto dall’articolo 8, comma 1, lett. c), D.P.R. 633/1972, alle cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate nei confronti di esportatori abituali, è necessario che tali soggetti predispongano e trasmettano telematicamente all’Agenzia delle Entrate la c.d. dichiarazione d’intento, che ne attesti il possesso…

Continua a leggere...

DAC6: gli elementi distintivi che portano alla segnalazione

Una volta appurato che il professionista rientra tra i soggetti che possono essere chiamati alla segnalazione, è opportuno svolgere qualche considerazione in relazione agli elementi distintivi contenuti nella direttiva, nell’allegato al D.Lgs. 100/2020 e nella circolare AdE 2/E/2021 che portano alla segnalazione dell’operazione aggressiva. Si precisa da subito che, tutti gli elementi distintivi (hallmark) si…

Continua a leggere...

DAC6: i casi di esonero dalla comunicazione per i professionisti

In un precedente intervento abbiamo esaminato le condizioni per essere considerati “intermediario” tenuto alla comunicazione, ed abbiamo avuto modo di constatare che i professionisti sono spesso inquadrabili come fornitori di servizi e talora anche come promotori. Si deve ad ogni buon conto segnalare che vi sono delle specifiche ipotesi di esclusione dalla comunicazione che sintetizziamo…

Continua a leggere...

Quando il professionista è intermediario nella DAC 6

La direttiva DAC 6, recepita nel nostro ordinamento con il D.Lgs. 100/2020, prevede degli obblighi di comunicazione di operazioni transnazionali aggressive in capo agli intermediari e, in alcuni casi, in capo ai contribuenti. In questa sede analizzeremo la figura degli intermediari con l’ottica del consulente, più che dell’intermediario finanziario. La circolare 2/E/2021 richiama i seguenti…

Continua a leggere...

Le scadenze delle comunicazioni DAC6 dopo la circolare 2/E/2021

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato, lo scorso 10 febbraio, la circolare 2/E/2021 in tema di comunicazioni DAC 6, con la quale sono state recepite alcune delle osservazioni proposte dagli operatori del settore. Ricordiamo, infatti, che l’Agenzia aveva messo a disposizione dei contribuenti una bozza di circolare di 115 pagine in modo che potessero giungere osservazioni…

Continua a leggere...

Valutazione della residenza fiscale della persona fisica in epoca Covid-19

Sulla base dell’elaborazione dottrinale e giurisprudenziale di riferimento, nonché richiamando la prassi amministrativa emanata in subiecta materia, la residenza fiscale è definita come il luogo in cui la persona fisica ha la propria dimora abituale e dove ha localizzato le proprie relazioni personali. Sotto tale profilo il domicilio di una persona fisica, nella declinazione fornita…

Continua a leggere...

La “delocalizzazione” della materia imponibile al nodo della comunicazione DAC6

È banale ricordare come il comma 7 dell’articolo 110 Tuir, volendo limitarci alla normativa interna, preveda che i soggetti appartenenti al medesimo gruppo e localizzati in Paesi diversi sono tenuti a regolare i loro rapporti come se si trattasse di parti indipendenti. Può tuttavia accadere che, anche inconsapevolmente, un’impresa italiana sia portata a trasferire materia…

Continua a leggere...