FISCALITÀ INTERNAZIONALE

Esterovestizione societaria e stabile organizzazione occulta

Nel panorama tributario internazionale sia la corretta determinazione della residenza fiscale del soggetto passivo, che l’eventuale presenza sul territorio dello Stato di una stabile organizzazione occulta, sono argomenti di fondamentale importanza e estrema attualità. Sotto il profilo impositivo, una persona giuridica residente nel territorio dello Stato è assoggettata a tassazione per i redditi ovunque prodotti…

Continua a leggere...

Il transfer pricing nella recente circolare GdF 1/2018

A dieci anni dalla approvazione della circolare 1/2008, la Guardia di Finanza ha emanato un nuovo documento, la circolare 1/2018, dal titolo “Manuale operativo in materia di contrasto all’evasione e alle frodi fiscali”. Nel Volume III, Parte V (Principali metodologie di controllo), trova spazio una apposita sezione dedicata al transfer pricing. In primo luogo, giova…

Continua a leggere...

Il ruolo dei comuni nell’individuazione della residenza fiscale

Come noto l’articolo 2, comma 2, Tuir prevede che: “ai fini delle imposte sui redditi si considerano residenti le persone che per la maggior parte del periodo d’imposta sono iscritte nelle anagrafi della popolazione residente o hanno nel territorio dello Stato il domicilio o la residenza ai sensi del Codice civile”. Di conseguenza la persona…

Continua a leggere...

Transfer pricing e valutazioni in dogana: esclusa la connessione

Il 20 dicembre 2017, la Corte di Giustizia dell’Unione Europea (CGUE) ha reso nota la propria decisione (preliminary ruling) in merito al caso Hamamatsu (C-529/16): in breve, il caso sottoposto al vaglio della CGUE riguarda la possibilità di utilizzare ai fini della rideterminazione del valore in dogana (per il metodo “Transaction Value“) gli aggiustamenti di…

Continua a leggere...

Stabile organizzazione e fusione transfrontaliera

Ai sensi dell’articolo 181 Tuir nelle operazioni di straordinarie, anche a carattere internazionale (quali, ad esempio, fusioni o scissioni), le perdite fiscali, l’eccedenza di interessi indeducibili oggetto di riporto in avanti, nonché l’eccedenza relativa all’aiuto alla crescita economica, sono ammesse in deduzione da parte del soggetto non residente alle condizioni e nei limiti previsti dall’articolo…

Continua a leggere...

Quali sono i requisiti di accesso alla mini voluntary disclosure?

Tra le varie novità, il D.L. 148/2017 (“Collegato Fiscale”) ha previsto, all’articolo 5-septies, anche la c.d. mini voluntary disclosure, la quale rappresenta, in estrema sintesi, l’ennesima possibilità di regolarizzare le attività depositate su conti correnti esteri, versando il 3% del loro ammontare. In particolare, tale sanatoria risulta essere più circoscritta rispetto alla normale voluntary disclosure,…

Continua a leggere...

La Legge di Bilancio 2018 integra il concetto di Stabile organizzazione

L’individuazione della stabile organizzazione sul territorio Nazionale ed Estero ha sempre destato perplessità tra gli operatori del settore. Al fine di agevolarne l’individuazione è intervenuta la Legge di Bilancio 2018 apportando delle modifiche all’art. 162 TUIR. Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia, è stata pubblicata in Dottryna, nella sezione “Fiscalità internazionale”, una…

Continua a leggere...

Non c’è stabile organizzazione senza funzioni “essenziali”

La Commissione Tributaria Regionale della Lombardia, nella sentenza n. 4871/2017, confermando la pronuncia del Giudice di prime cure, ha affrontato un caso in cui, a seguito di una verifica della Guardia di Finanza, era stato contestato ad una società estera di operare nel territorio italiano mediante una stabile organizzazione “personale” occulta. Il caso risulta interessante…

Continua a leggere...

Il cantiere configura una stabile organizzazione?

Ai sensi dell’articolo 162 Tuir, ai fini delle imposte sui redditi, l’espressione “stabile organizzazione” designa una sede fissa di affari per mezzo della quale l’impresa non residente esercita, in tutto o in parte, la sua attività sul territorio dello Stato. Nello specifico, l’espressione “stabile organizzazione” comprende: una sede di direzione; una succursale; un ufficio;  un’officina;…

Continua a leggere...

Legge di bilancio 2018: le novità in materia di dividendi black list

La normativa sostanziale di riferimento in tema di dividendi di provenienza paradisiaca ha subito, nel corso degli anni, numerose modifiche. Inizialmente, il D.Lgs. 18 novembre 2005, n. 247 (c.d. “correttivo Ires”) ha novellato l’articolo 47, comma 4, Tuir, sostituendo la locuzione “provenienti” con quella “corrisposti”. Tale primo intervento legislativo ha determinato come diretta conseguenza che…

Continua a leggere...