ACCERTAMENTO E CONTENZIOSO

Crediti d’imposta industria 4.0: regole di utilizzo in F24

Gli incentivi fiscali ricompresi nel piano nazionale industria 4.0 sono stati rivisti con la Legge di bilancio 2020 (commi da 184 a 197 L. 160/2019); da quest’anno cambiano le modalità di fruizione dell’agevolazione, mantenendo invariato l’ambito oggettivo. Ricordiamo che il beneficio fiscale è destinato agli investimenti in beni materiali e immateriali 4.0. Trattasi, nello specifico,…

Continua a leggere...

L’estensione ai reati tributari della responsabilità amministrativa degli enti

Il D.L. 124/2019 (convertito con modificazioni nella L. 157/2019), come noto, ha incluso fra i reati presupposto, da cui consegue la responsabilità amministrativa degli enti ai sensi del D.Lgs. 231/2001, anche i reati tributari di matrice fraudolenta, a seguito delle “spinte” in tal senso provenienti dalla Direttiva europea 2017/1371/UE e dalla conseguente legge di delegazione…

Continua a leggere...

Omesso versamento Iva: la forza maggiore salva dal reato?

Sotto il profilo penale tributario, l’articolo 10-ter D.Lgs. 74/2000, rubricato “Omesso versamento di Iva”, sanziona con la reclusione da sei mesi a due anni chiunque non versa, entro il termine per il versamento dell’acconto relativo al periodo d’imposta successivo, l’imposta sul valore aggiunto dovuta in base alla dichiarazione annuale, per un ammontare superiore a centocinquantamila…

Continua a leggere...

Prescrizione del reato e confisca

Il tema della confisca, in ambito penale, è di grande interesse, in quanto la giurisprudenza più recente si è interrogata sul destino dei beni colpiti da tale misura una volta che sia stata pronunciata sentenza di non doversi procedere per intervenuta prescrizione del reato. In particolare, risulta di fondamentale importanza la qualificazione della confisca stessa,…

Continua a leggere...

Fatture per operazioni inesistenti e consapevolezza dell’acquirente

Sulla base di un consolidato orientamento espresso in sede di legittimità da parte della suprema Corte di cassazione, nell’ambito della frode fiscale attuata mediante l’utilizzo di fatture inesistenti, l’Amministrazione finanziaria deve raccogliere indizi, connotati dagli elementi della gravità, precisione e concordanza idonei giuridicamente a integrare, a carico del contribuente, una presunzione semplice ai sensi dell’articolo…

Continua a leggere...

La sottile differenza tra l’interpello “ordinario” e l’interpello “qualificatorio”

Nell’ambito del rinnovato rapporto tra Fisco e contribuente si è reso necessario effettuare un’opportuna rivisitazione dell’istituto dell’interpello quale strumento giuridico con cui il contribuente può venire a conoscenza del parere dell’Amministrazione finanziaria su determinate tematiche di carattere fiscale. Il D.L. 156/2015, in attuazione della Legge delega 23/2014, ha riordinato l’intera disciplina dell’istituto dell’interpello che, oltre…

Continua a leggere...

Set fotografico e deducibilità spese di sponsorizzazione

Per valutare la deducibilità delle spese di sponsorizzazione e, più in generale, delle spese di pubblicità sostenute dall’impresa, occorre, in via preliminare, richiamare le principali disposizioni introdotte dal legislatore in subiecta materia. Anzitutto, sotto il profilo dell’inerenza dei costi, il principale riferimento normativo è costituito dalle norme generali sui componenti del reddito di impresa (ex…

Continua a leggere...

Annullamento dell’accertamento e illegittimità della cartella

In tema di riscossione dei tributi, l’iscrizione a ruolo e la cartella di pagamento divengono illegittime a seguito della sentenza che, accogliendo il ricorso proposto dal contribuente, annulla l’atto impositivo da esse presupposto, poiché tale pronuncia fa venir meno, indipendentemente dal suo passaggio in giudicato, il titolo sul quale si fonda la pretesa tributaria, privandola…

Continua a leggere...

Indagini finanziarie: limiti di utilizzabilità dei dati bancari dei soci

Come noto, le indagini finanziarie costituiscono un valido strumento a disposizione del Fisco per contrastare l’evasione fiscale e, più in generale, l’erosione della base imponibile. Le disposizioni giuridiche di riferimento in subiecta materia sono contenute nell’articolo 32, comma 1, n. 2) D.P.R. 600/1973, in base al quale gli uffici delle imposte possono invitare i contribuenti,…

Continua a leggere...

L’onere della prova nella contestazione di indeducibilità dei costi

Nell’ambito dell’accertamento tributario un posto senza dubbio rilevante lo assumono le contestazioni degli Uffici fiscali aventi per oggetto gli elementi passivi che concorrono a determinare l’imposta dovuta, sia, ai fini Iva, in relazione al regime di detrazione dell’imposta pagata ai fornitori, sia, ai fini delle imposte dirette, in ragione della deduzione dei costi per la…

Continua a leggere...