ACCERTAMENTO E CONTENZIOSO

Dichiarazione Iva e reato di occultamento delle scritture contabili

Come noto, ai sensi dell’articolo 14 D.P.R. 600/1973 le società e gli imprenditori commerciali devono istituire e conservare, secondo le norme di ordinata contabilità, le seguenti scritture contabili: Il libro giornale il libro degli inventari; i prescritti registri Iva (a titolo esemplificativo: vendite, acquisti, corrispettivi); le scritture ausiliarie di magazzino, al ricorrere di determinate condizioni…

Continua a leggere...

Mini voluntary

La mini voluntary è considerata una procedura finalizzata alla regolarizzazione degli obblighi di monitoraggio fiscale di cui al D.L. 167/1990, riservata però a una platea ristretta di soggetti. In particolare, il Legislatore, all’articolo 5-septies del D.L. 148/2017, ha previsto una sanatoria per le persone fisiche che risultavano iscritte all’AIRE, o prestavano la propria attività lavorativa…

Continua a leggere...

Accertamento da abuso di diritto

L’abuso di diritto si configura quando il contribuente pone in essere una o più operazioni prive di sostanza economica che, pur nel rispetto delle norme, conducano sostanzialmente alla realizzazione di indebiti vantaggi fiscali, identificabili (anche non immediati), realizzati in contrasto con le finalità delle norme fiscali o con i principi dell’ordinamento tributario. Al fine di…

Continua a leggere...

Ammissibile il ricorso senza allegazione dell’atto impugnato

In tema di contenzioso tributario, l’originale o la fotocopia dell’atto impugnato possono essere prodotti anche successivamente al deposito del ricorso presso la segreteria della Commissione tributaria territorialmente competente, ovvero su impulso del giudice tributario, giacché la sanzione processuale della inammissibilità stabilita dall’articolo 22 D.Lgs. 546/1992 concerne il mancato deposito dei soli atti e documenti previsti…

Continua a leggere...

Differenze tra dichiarazione Iva e operazioni comunicate: gli effetti

La nuova “comunicazione per la promozione dell’adempimento spontaneo” arriverà ai contribuenti a mezzo pec, se emergeranno delle differenze tra il volume d’affari dichiarato e l’importo delle operazioni comunicate dai titolari di partita Iva e dai loro clienti. Con il Provvedimento prot. n. 237975 del 08.10.2018 l’Agenzia delle entrate ha infatti dato attuazione alle disposizioni di…

Continua a leggere...

Sospensione dei modelli F24: l’accertamento con adesione è a rischio

L’articolo 1, comma 990, L. 205/2017 ha introdotto un nuovo strumento di contrasto all’utilizzo di crediti tributari “inesistenti”. A partire dal 29 ottobre 2018, l’Agenzia delle Entrate può disporre la sospensione del pagamento di modelli F24 ove sono indicate delle compensazioni d’imposta giudicate “rischiose”. Sotto il profilo oggettivo e procedurale l’Agenzia seleziona i crediti da…

Continua a leggere...

Niente sanzioni se vi è un’oggettiva incertezza della norma tributaria

La Cassazione ha di recente ribadito, confermando alcuni suoi precedenti orientamenti, cosa debba intendersi per “incertezza normativa oggettiva tributaria” e quali possano essere i fatti indicatori di tale fattispecie ai fini della disapplicazione delle sanzioni non penali. Di fatti, con la sentenza n. 18405 del 12.07.2018, i giudici di vertice hanno disapplicato le sanzioni irrogate…

Continua a leggere...

Niente confisca in caso di estinzione del debito tributario

In tema di reati tributari, una questione di grande rilevanza è rappresentata dalla confisca. Secondo quanto stabilito dall’articolo 12-bis D.Lgs. 74/2000, in vigore dal 22 ottobre 2015, in caso di condanna o di “patteggiamento” per uno degli illeciti previsti nel menzionato decreto, “è sempre ordinata la confisca dei beni che ne costituiscono il profitto o…

Continua a leggere...

Istanza di rimborso degli acconti versati e decorrenza del termine

Il termine per la presentazione delle istanze di rimborso degli acconti versati deve essere individuato verificando l’esistenza o meno dell’obbligo di versamento nel momento in cui lo stesso è effettuato: è questo quanto ha chiarito l’Agenzia delle entrate con la risposta all’istanza di consulenza giuridica n.1, pubblicata ieri, 4 ottobre. La risposta in esame è…

Continua a leggere...

Inammissibili i motivi di ricorso per cassazione “non chiari”

Il ricorso per cassazione è un mezzo d’impugnazione “a critica vincolata”, in quanto le censure esperibili possono rientrare solamente nelle “tassative” ipotesi previste dall’articolo 360, comma 1, c.p.c.. In particolare, i motivi di impugnazione, specificatamente elencati ai numeri da 1 a 5 del predetto comma 1, sono i seguenti: motivi attinenti alla giurisdizione; violazione delle…

Continua a leggere...