CRISI D'IMPRESA

Sovraindebitamento: l’insostenibile durata del piano del consumatore

Acque chete e tempi lunghi in riva al Lago. Con una argomentata e convincente decisione il Tribunale di Como ha omologato un piano del consumatore con dilazione a 20 anni (decreto 24 maggio 2018, Est. Petronzi). Il tema è delicato ed è stato oggetto di recente di un vivace dibattito giurisprudenziale e dottrinale, di cui…

Continua a leggere...

Concordato preventivo prima soluzione per la crisi d’impresa

Il concordato preventivo introdotto dagli articoli 160 a 186 bis L.F. è una procedura concorsuale di tipo giudiziale, che il legislatore ha messo a disposizione dell’imprenditore in crisi, per un verso, per perseguire il risanamento, per altro verso, per evitare che nei suoi confronti venga dichiarato il fallimento. Esso prevede la soddisfazione dei creditori anche…

Continua a leggere...

Fallisce l’ex imprenditore agricolo

Come noto, una delle caratteristiche dell’imprenditore agricolo consiste nella sua non fallibilità, che si determina per via indiretta in quanto non rientra tra i soggetti che attualmente, ai sensi dell’articolo 1 L.F., il Legislatore ritiene fallibili. A essi si rende, conseguentemente, applicabile l’istituto del sovraindebitamento come disciplinato dalla L. 3/2102. La non fallibilità dell’imprenditore agricolo…

Continua a leggere...

Sovraindebitamento e cessione del quinto dello stipendio

Uno dei temi di maggiore attualità in materia di sovraindebitamento del consumatore è costituito dalla opponibilità delle cessioni del quinto dello stipendio. È noto che la L. 3/2012 concede la possibilità ai soggetti non fallibili, incapaci di ripagare i propri debiti per cause sopravvenute non attribuibili alla loro volontà (quindi, meritevoli), di vedere falcidiati i…

Continua a leggere...

Procedure da sovraindebitamento: l’Agenzia nega la falcidia dell’Iva

Con la circolare 16/E/2018 pubblicata ieri, 23 luglio, l’Agenzia delle entrate si è soffermata sull’istituto della transazione fiscale, ripercorrendo non solo le pronunce giurisprudenziali in materia, ma fornendo altresì alcuni chiarimenti in merito alle più recenti modifiche normative. Rilevante è inoltre la decisa presa di posizione in materia di procedure da sovraindebitamento: nella parte finale…

Continua a leggere...

Il procedimento di composizione assistita della crisi

Ad oggi non siamo certi che l’iter procedurale di approvazione del Codice della crisi e dell’insolvenza si perfezioni, stante l’imminente scadenza della legislatura; purtuttavia, pare utile soffermare l’attenzione sul nuovo procedimento di composizione assistita della crisi, che il suddetto Codice dovrebbe introdurre e che prende avvio: a seguito della segnalazione dei soggetti qualificati, oppure a…

Continua a leggere...

Nuovo Codice della crisi e dell’insolvenza: le procedure di allerta

Fermo restando che ad oggi non siamo certi che l’iter procedurale di approvazione del nuovo Codice della crisi e dell’insolvenza si perfezioni, stante l’imminente scadenza della legislatura, tratteremo nel presente contributo le novità relative all’introduzione di specifici istituti di allerta. Prima di entrare nel merito degli istituti di allerta, si ritiene opportuno richiamare l’attenzione sulle…

Continua a leggere...

Il nuovo Codice della crisi e dell’insolvenza

Il decreto di attuazione della Legge delega n. 155 del 19 ottobre 2017 per la riforma della legge fallimentare, la cui nascita è sembrata in forse prima della fine della corrente legislatura, è stato invece consegnato al Ministero della Giustizia lo scorso 21 dicembre. Si tratta di un nuovo “Codice della Crisi e dell’insolvenza” che,…

Continua a leggere...

Criticità e cautele del piano negli accordi e nei concordati in continuità

In un precedente contributo abbiamo introdotto un primo commento sul documento denominato “Principi per la redazione dei piani di risanamento” emanato lo scorso mese di settembre dal  Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili, mentre in questa sede vorremo commentare le criticità, evidenziate nel citato documento, che i professionisti devono affrontare nei piani…

Continua a leggere...

Falcidia da sovraindebitamento alla prova della nota di variazione

Nelle procedure di composizione della crisi da sovraindebitamento previste dalla Legge 3/2012 uno dei problemi che si pongono è quello del corretto trattamento Iva da riservare alla falcidia del credito e della corrispondente riduzione del debito da parte del soggetto interessato dalla procedura. La questione va affrontata sotto due aspetti: la verifica della possibilità di…

Continua a leggere...