CRISI D'IMPRESA

Test pratico per la verifica della ragionevole perseguibilità del risanamento

L’articolo 2 D.L. 118/2021, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 202 del 24.08.2021, in vigore dal 25.08.2021, ha previsto la possibilità, a partire dal 15 novembre 2021, di ricorrere a una nuova procedura di composizione negoziata per la soluzione della crisi di impresa, rivolta all’imprenditore commerciale e agricolo. Per poter ricorrere a tale nuovo istituto è…

Continua a leggere...

Concessione del credito e azione del curatore contro l’istituto di credito

L’articolo 218 L.F. disciplina la fattispecie del ricorso abusivo al credito, sanzionando gli amministratori, i direttori generali, i liquidatori e gli imprenditori esercenti un’attività commerciale che ricorrono o continuano a ricorrere al credito, dissimulando il dissesto o lo stato d’insolvenza. La stessa disposizione è contenuta anche nell’articolo 325 D.Lgs. 14/2019, Codice della crisi d’impresa e…

Continua a leggere...

“Socio occulto”, “socio apparente” e dichiarazione di fallimento

La sentenza della Corte di Cassazione n. 24633, depositata ieri, 13 settembre, torna a soffermare l’attenzione sulla corretta individuazione della figura del “socio occulto” e del “socio apparente”. Il Tribunale di Palermo aveva dichiarato il fallimento della società di fatto tra un imprenditore (già dichiarato fallito) e un soggetto terzo, che formalmente rivestiva la veste…

Continua a leggere...

La nuova composizione negoziata della crisi: quali differenze rispetto alle previsioni del Codice della crisi?

Il Codice della Crisi e dell’Insolvenza delle Imprese venne pubblicato in Gazzetta Ufficiale solamente il 14 febbraio 2019, ma da allora sembra trascorso un secolo, e non solamente per la pandemia, ma soprattutto per i numerosi interventi che il legislatore ha apportato al Codice prima che entrassero in vigore la maggior parte dei suoi istituti…

Continua a leggere...

Le nuove misure in materia di crisi di impresa e risanamento – II° parte

Con il precedente contributo abbiamo visto come con il D.L. 118/2021, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 202 del 24.08.2021, in vigore dal 25.08.2021, sia stata prevista la possibilità, a partire dal 15 novembre 2021, di ricorrere a una nuova procedura di composizione negoziata per la soluzione della crisi di impresa, rivolta all’imprenditore commerciale e agricolo…

Continua a leggere...

Le nuove misure in materia di crisi di impresa e risanamento – I° parte

Con il D.L. 118/2021, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 202 del 24.08.2021, in vigore dal 25.08.2021, sono state adottate una serie di misure urgenti in materia di crisi di impresa e di risanamento aziendale. In primo luogo, è stato differito il termine di entrata in vigore del Codice della Crisi di Impresa e dell’insolvenza, di…

Continua a leggere...

La prova delle soglie di fallibilità

L’articolo 1 Legge Fallimentare disciplina i requisiti soggettivi la cui sussistenza congiunta consente alle società esercenti attività commerciale di sottrarsi al fallimento. In particolare, gli imprenditori possono evitare di subire detta procedura concorsuale se: hanno avuto nei tre esercizi antecedenti la data di deposito dell’istanza di fallimento (o dall’inizio dell’attività, se di durata inferiore), un…

Continua a leggere...

“Cram down” fiscale con il dissenso dell’Amministrazione finanziaria

L’istituto della transazione fiscale costituisce una particolare procedura “transattiva” tra il Fisco e il contribuente esperibile in sede di concordato preventivo, potendo essere parte integrante del piano di risanamento, originariamente previsto dall’articolo 160 della “vecchia” L.F. e della domanda per l’ammissione alla procedura di concordato preventivo, nonché delle trattative che precedono la stipula degli accordi…

Continua a leggere...

La natura ibrida della transazione fiscale

Nelle ultime settimane assistiamo ad un acceso dibattito dottrinale, teso a decriptare l’Ordinanza n. 8054/2021 attraverso la quale le SS.UU. della Corte di Cassazione hanno ricondotto alla giurisdizione del Tribunale fallimentare il diniego erariale alla proposta di transazione fiscale. Invero, di più interessante e complicata lettura appare la riforma dell’attuale impianto normativo, avvenuta attraverso l’entrata…

Continua a leggere...

Concorso tra creditori ipotecari e spese di prededuzione nel fallimento

Nel momento della predisposizione di un progetto di riparto in ambito fallimentare, l’articolo 111 L.F. detta quello che è l’ordine di distribuzione delle somme, precisando che gli importi ricavati dalla liquidazione dell’attivo devono essere erogati in primo luogo per il pagamento dei crediti prededucibili, quindi per il pagamento dei crediti ammessi con prelazione sulle cose…

Continua a leggere...