IMPOSTE SUL REDDITO

Spetta al datore di lavoro valutare l’applicabilità della detassazione del premio di risultato

Nella risposta all’istanza di interpello n. 550, pubblicata ieri, l’Agenzia delle Entrate è chiamata ad esprimersi sulla spettanza della detassazione del premio di risultato in relazione al premio corrisposto al proprio  dipendente da un’impresa di assicurazione. L’agevolazione, introdotta dall’articolo 1, commi da 182 a 189, della legge di stabilità 2016, come disposizione a regime, prevede…

Continua a leggere...

Le spese universitarie all’estero tracciate

L’inizio del percorso universitario all’estero comporta il sostenimento di costi in parte detraibili dall’imposta lorda. Analizziamo la possibilità di recuperare queste spese. La detrazione spetta, nella misura del 19%, delle spese sostenute per la frequenza di corsi di laurea presso università statali e non statali, di perfezionamento e/o di specializzazione universitaria, tenuti presso università o…

Continua a leggere...

Forfettari: per la verifica del limite di reddito di lavoro dipendente rilevano i premi di risultato

Le somme percepite dal contribuente quali premi di risultato tassati in maniera sostitutiva al 10% rilevano per la verifica del limite de reddito di lavoro dipendente di euro 30.000 che integra la causa di esclusione per l’applicazione del regime forfettario per imprese e lavoratori autonomi: questo è il chiarimento contenuto nella risposta ad interpello 398…

Continua a leggere...

Opzione per la cedolare dei C1 anche in relazione alle annualità successive

Quando, nel 2019, è stato prorogato un contratto di locazione avente per oggetto un fabbricato di categoria C1, a tale immobile è possibile applicare la cedolare secca, anche solo con riferimento alle annualità successive; questa è quanto affermato dall’Agenzia delle Entrate con la risposta all’istanza di interpello n. 388, pubblicata ieri, 22 settembre 2020, confermando…

Continua a leggere...

Le auto aziendali in uso promiscuo ai dipendenti e le novità 2020

Come noto l’articolo 1, comma 632 della Legge di Bilancio 2020, Legge 160/2019 modificando l’articolo 51, comma 4, lett. a), Tuir ha ridefinito la disciplina relativa alla determinazione del fringe benefit in caso di auto concesse in uso promiscuo ai dipendenti. Per i veicoli concessi in uso promiscuo con contratti stipulati a decorrere dal 1°…

Continua a leggere...

Scambio di partecipazioni mediante conferimento

Con le risposte alle istanze di interpello n. 314 e 315, del 7 settembre, l’Agenzia delle Entrate ha affrontato la tematica dello scambio di partecipazioni mediante conferimento, verificando la possibilità di applicazione alle fattispecie prospettate dagli Istanti dell’articolo 177, comma 2-bis, Tuir, introdotto dal Decreto Crescita (articolo 11-bis D.L. 34/2019, convertito con modificazioni dalla L….

Continua a leggere...

La facoltà di riscatto dei periodi non coperti da contribuzione

Per il triennio 2019-2021 il legislatore, con il D.L. 4/2019 (articolo 20), ha introdotto, in via sperimentale, la possibilità per talune tipologie di soggetti, rientranti nel sistema di calcolo contributivo integrale, di riscattare, in tutto o in parte, nella misura massima di cinque anni, anche non continuativi, i periodi precedenti il 29 gennaio 2019 (data…

Continua a leggere...

Condominio: detrazione libera per ciascun condomino

Se un intervento può essere ricondotto a diverse tipologie di agevolazione, i singoli condòmini hanno la possibilità di scegliere, per la parte di spesa a loro imputabile, la detrazione che ritengono più conveniente, indipendentemente dalla scelta operata dagli altri condòmini. A queste conclusioni giunge l’Agenzia delle entrate nel fornire risposta all’istanza di interpello n. 294/2020,…

Continua a leggere...

Bonus facciate: concetto di facciata esterna e visibilità da strada pubblica

La Legge di bilancio 2020 ha introdotto una specifica detrazione (c.d. “bonus facciate”) pari al 90% delle “spese documentate, sostenute nell’anno 2020, relative agli interventi, ivi inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna, finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti ubicati in zona A o B ai sensi del decreto…

Continua a leggere...

I corrispettivi del forfettario nei mercatini dell’usato

L’Agenzia delle entrate si è occupata, con una risposta ad interpello, della certificazione dei corrispettivi da parte di un rivenditore in regime forfetario, in occasione delle vendite nei mercatini dell’usato. Si tratta di un’attività nella quale il rivenditore trattiene nel caso specifico il 50% del ricavato e riversa l’altro 50% al proprietario del bene venduto….

Continua a leggere...