FISCO E PATRIMONIO

Infedeltà reiterata: sanzione ravvedibile nella misura ridotta

Il contribuente può ravvedere la sanzione applicabile in caso di infedele dichiarazione, derivante da un errore sulla competenza, nella misura ridotta di un terzo, quando la stessa violazione è già stata contestata dall’Amministrazione finanziaria in relazione a un periodo d’imposta precedente. Lo ha chiarito la risoluzione AdE 131/E di ieri. La presa di posizione del…

Continua a leggere...

Bocciatura definitiva per la strumentalità delle auto a uso ufficio

Con la recente ordinanza n. 23362/2017 la Corte di Cassazione pare mettere la parola fine alla vicenda delle autovetture immatricolate a uso ufficio, possibilità che molti contribuenti hanno esplorato in anni passati per “guadagnare” la piena strumentalità del veicolo, con conseguente integrale deducibilità dei costi e piena detraibilità dell’Iva. L’elemento decisivo che viene preso in…

Continua a leggere...

Le nuove aliquote Iva

La norma che all’interno del decreto Iva contiene la disciplina sulle aliquote dell’imposta è l’articolo 16, ma, al fine di capire effettivamente quali beni e servizi godano di una aliquota agevolata, occorre consultare l’allegata Tabella A. Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia, è stata pubblicata in Dottryna, nella sezione “Iva”, una apposita…

Continua a leggere...

Rimborso Iva prioritario per credito da split payment

Al fine di limitare gli effetti finanziari negativi per il cedente o prestatore, che non incassa l’Iva dovuta sulle operazioni effettuate nei confronti degli enti pubblici – e ferma restando la possibilità di applicare le regole ordinarie sulla compensazione -,  l’articolo 1, comma 629, lett. c), della Legge 190/2014 ha modificato la disciplina dei rimborsi…

Continua a leggere...

Il certificato fiscale attesta lo status di beneficiario effettivo?

La clausola del “beneficiario effettivo” è uno strumento che ha lo scopo di contrastare il fenomeno elusivo denominato “treaty shopping” (“abuso di Convenzioni”) consistente nell’ottenimento, da parte del contribuente fiscalmente residente in uno Stato contraente, di un indebito risparmio fiscale attraverso l’applicazione di un regime convenzionale non spettante. Lo schema evasivo, che può riguardare il…

Continua a leggere...

Trattamento IVA dei voli aerei acquistati presso fornitori non residenti

Nell’operatività aziendale può capitare che i voli aerei siano acquistati presso fornitori non residenti, nel qual caso occorre capire come deve essere trattata la fattura ricevuta. Ipotizzando che il volo si riferisca ad un viaggio nazionale, è necessario considerare distintamente l’ipotesi in cui l’impresa italiana acquista il biglietto direttamente dalla compagnia aerea non residente rispetto…

Continua a leggere...

Contributi artigiani e commercianti: in scadenza la III° rata 2017

I contributi fissi INPS rappresentano un appuntamento classico per i soggetti iscritti alla gestione artigiani e commercianti. Al fine di approfondire gli aspetti operativi della materia, è stata pubblicata in Dottryna, nella sezione “Adempimenti”, una apposita Scheda di studio. Il presente contributo analizza alcuni caratteri generali dell’obbligo, tenuto conto dell’imminente scadenza della terza rata. Entro…

Continua a leggere...

Split payment: nuova soggettività e pubblicazione elenchi prorogata

Il meccanismo dello split payment mira a garantire, da un lato, l’Erario, dal rischio di inadempimento dell’obbligo di pagamento dei fornitori della P.A. che addebitano in fattura l’imposta e, dall’altro, la P.A. stessa, dal rischio di coinvolgimento nelle frodi commesse da propri fornitori o da terzi. Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia,…

Continua a leggere...

Omessa registrazione dei contratti sanabile con effetti “ex tunc”

In tema di locazione immobiliare, la mancata registrazione del contratto costituisce una invalidità sanzionabile con la nullità, per violazione delle norme imperative ex articolo 1418 del codice civile, la quale, in ragione della sua atipicità desumibile dal complessivo impianto normativo, è sanabile con effetti retroattivi mediante la tardiva registrazione del contratto stesso. Ciò è quanto…

Continua a leggere...

Regime per cassa: criteri di imputazione dei componenti di reddito

L’articolo 66 del Tuir, modificato a decorrere dal 1.1.2017 ad opera della Finanziaria 2017 (articolo 1, commi da 17 a 23, L. 232/2016), disciplina le modalità di determinazione del reddito per le imprese in contabilità semplificata. Come noto, trattasi di un regime naturale a cui sono ammessi, a partire dall’anno successivo, i seguenti soggetti: persone…

Continua a leggere...