DIRITTO SOCIETARIO

Società di persone: solo i soci possono essere amministratori

In tutte le tipologie di società di persone possono essere nominati amministratori esclusivamente i soci. Lo ha stabilito il Tribunale di Udine con un decreto del 29 aprile 2018. La decisione del giudice trae origine da un ricorso proposto dal Conservatore del Registro delle imprese con cui è stata segnalata, ai fini della cancellazione d’ufficio,…

Continua a leggere...

Effetti della modifica della data di chiusura dell’esercizio

Nel Caso 10/2018 Assonime ha affrontato il tema della modifica della data di chiusura dell’esercizio sociale della società e della possibilità che l’esercizio straordinario di passaggio abbia una durata anche ultrannuale, ossia superiore ai canonici 12 mesi. Occorre premettere che il nostro ordinamento non contiene una esplicita definizione di “esercizio sociale” che ne determini in…

Continua a leggere...

Gli aspetti civilistici della cessione del ramo d’azienda

La cessione del ramo aziendale, alla stregua della cessione d’azienda, rappresenta un’operazione di trasferimento della proprietà da un soggetto, il cedente, ad un altro, il cessionario a fronte del pagamento di un corrispettivo. Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia, è stata pubblicata in Evolution, nella sezione “Operazioni straordinarie”, una apposita Scheda di…

Continua a leggere...

L’amministrazione delle società semplici

L’amministrazione della società semplice, ossia l’attività di gestione dell’impresa, compete generalmente a tutti i soci disgiuntamente dagli altri, ma nel contratto sociale è possibile prevedere l’amministrazione congiuntiva o comunque che la gestione societaria sia affidata solamente ad una parte della compagine sociale. Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia, è stata pubblicata in…

Continua a leggere...

Agriturismo

L’attività di agriturismo, in Italia, è regolata dalla Legge Quadro 20 febbraio 2006, n. 96 entrata in vigore il 31 marzo 2006 che rimanda, tuttavia, alle Leggi Regionali la statuizione dei principi generali, criteri e limiti dell’attività di agriturismo. Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia, è stata pubblicata in Evolution, nella sezione…

Continua a leggere...

Il contoterzismo e le attività agromeccaniche

L’agricoltura è un settore in continuo movimento ed evoluzione, basti pensare ai cambiamenti cui si è assistito a partire dal 2001, anno in cui, per effetto della delega prevista dalla L. 57/2001, il Legislatore ha riscritto integralmente la figura dell’imprenditore agricolo di derivazione codicistica. La nuova figura di imprenditore agricolo introdotta con l’articolo 1 D.Lgs….

Continua a leggere...

Valutazione della partecipazione del socio recedente

A seguito dell’introduzione della riforma del diritto societario (operante sin dal 2004), le fattispecie di recesso legale dalle società di capitali sono state ampliate, ed in tal senso gli articoli 2437 e ss. cod. civ. (per le S.p.A.) e l’articolo 2473 cod. civ. (per le S.r.l.) contengono le regole da seguire per lo scioglimento del…

Continua a leggere...

Delibera invalida se adottata con voto rilevante dei soci in conflitto

Il Tribunale di Roma, sezione specializzata in materia d’impresa, con la sentenza n. 8582 del 30.04.2018 ha fornito rilevanti indicazioni in materia di impugnazione, con conseguente invalidità, di delibere adottate dall’assemblea dei soci di una S.r.l. In particolare, la pronuncia trae origine dall’impugnazione, avvenuta da parte di un socio assente, della deliberazione con la quale…

Continua a leggere...

Perdita della continuità e scioglimento anticipato della società

Se la perdita della continuità aziendale da parte di una società possa rappresentare, di per sé, una causa di scioglimento anticipato della società, è una questione abbastanza dibattuta in dottrina. Il tema è stato anche oggetto di un approfondimento interessante compiuto da Assonime (Il Caso n. 15/2017) dove sono state esposte le diverse tesi avanzate…

Continua a leggere...

Emissione azioni senza valore nominale e uso della riserva sovrapprezzo

Assonime, ne Il Caso n. 8/2018, prendendo lo spunto da una recente Massima elaborata dal Consiglio notarile di Milano – la n. 169 – compie una interessante dissertazione sulle potenzialità insite nell’utilizzo delle azioni senza valore nominale. Va premesso che, più che parlare di azioni “senza” valore nominale, sarebbe più appropriato – come si sottolinea…

Continua a leggere...