DIRITTO SOCIETARIO

La Srl “Pmi” può emettere e sottoscrivere nuove quote proprie

Secondo la disciplina di portata generale (Raccomandazione 2003/361/CE) é Pmi la società che soddisfa contemporaneamente le seguenti caratteristiche: svolge una qualsiasi attività economica, anche non commerciale e anche non di impresa; occupa in detta attività meno di 250 persone ed ha un fatturato annuo non superiore a 50 milioni di euro, oppure un totale di…

Continua a leggere...

“Interessi” degli amministratori e vigilanza del collegio sindacale

Il recente documento pubblicato da Assonime (Il Caso n. 4/2019) affronta la spinosa questione del rapporto fra il dovere di vigilanza del collegio sindacale sulla gestione sociale, da una parte, e l’obbligo di comunicazione, gravante sull’amministratore della SpA in relazione ad “ogni interesse che, per conto proprio o di terzi, abbia in una determinata operazione…

Continua a leggere...

Possibile omettere la fase di liquidazione nelle società di persone

La fase di liquidazione societaria presenta più di un aspetto controverso sia sotto il profilo fiscale che sul piano civilistico. Con riferimento a quest’ultimo aspetto, avendo riguardo agli articoli 2275 e seguenti cod. civ., lo Studio n. 203/2018/I del Consiglio Nazionale del Notariato fornisce un’interessante disamina sulla liquidazione delle società di persone. In particolare, il…

Continua a leggere...

Legittime le “clausole di interpretazione” negli statuti societari

Un recente Orientamento pubblicato dal Consiglio Notarile di Firenze Pistoia e Prato si è espresso in modo favorevole riguardo alla inclusione, negli statuti societari, di clausole di “interpretazione autentica” attraverso cui si stabiliscono dei canoni di interpretazione c.d. “oggettiva” dei contenuti dello statuto stesso, rifiutando di conseguenza ogni altra interpretazione che sia tale invece da…

Continua a leggere...

Emissione di “partecipazioni a tempo”

Un recente Orientamento pubblicato dal Consiglio Notarile di Firenze Pistoia e Prato si è espresso in modo favorevole alla emissione, sia nelle società azionarie che nelle società a responsabilità limitata, di partecipazioni “a tempo”, ossia soggette ad un termine finale di durata. La questione trae origine dal fatto che, nelle società a partecipazione pubblico-privata affidatarie…

Continua a leggere...

Società di persone: solo i soci possono essere amministratori

In tutte le tipologie di società di persone possono essere nominati amministratori esclusivamente i soci. Lo ha stabilito il Tribunale di Udine con un decreto del 29 aprile 2018. La decisione del giudice trae origine da un ricorso proposto dal Conservatore del Registro delle imprese con cui è stata segnalata, ai fini della cancellazione d’ufficio,…

Continua a leggere...

Effetti della modifica della data di chiusura dell’esercizio

Nel Caso 10/2018 Assonime ha affrontato il tema della modifica della data di chiusura dell’esercizio sociale della società e della possibilità che l’esercizio straordinario di passaggio abbia una durata anche ultrannuale, ossia superiore ai canonici 12 mesi. Occorre premettere che il nostro ordinamento non contiene una esplicita definizione di “esercizio sociale” che ne determini in…

Continua a leggere...

Gli aspetti civilistici della cessione del ramo d’azienda

La cessione del ramo aziendale, alla stregua della cessione d’azienda, rappresenta un’operazione di trasferimento della proprietà da un soggetto, il cedente, ad un altro, il cessionario a fronte del pagamento di un corrispettivo. Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia, è stata pubblicata in Evolution, nella sezione “Operazioni straordinarie”, una apposita Scheda di…

Continua a leggere...

L’amministrazione delle società semplici

L’amministrazione della società semplice, ossia l’attività di gestione dell’impresa, compete generalmente a tutti i soci disgiuntamente dagli altri, ma nel contratto sociale è possibile prevedere l’amministrazione congiuntiva o comunque che la gestione societaria sia affidata solamente ad una parte della compagine sociale. Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia, è stata pubblicata in…

Continua a leggere...

Agriturismo

L’attività di agriturismo, in Italia, è regolata dalla Legge Quadro 20 febbraio 2006, n. 96 entrata in vigore il 31 marzo 2006 che rimanda, tuttavia, alle Leggi Regionali la statuizione dei principi generali, criteri e limiti dell’attività di agriturismo. Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia, è stata pubblicata in Evolution, nella sezione…

Continua a leggere...