CONTENZIOSO

Ricorso in Cassazione per violazione di circolari dell’Amministrazione finanziaria

Le sentenze pronunciate dalle Corti di giustizia tributaria di secondo grado sono impugnabili innanzi alla Corte di cassazione ai sensi dell’articolo 62, D.Lgs. 546/1992, il quale prevede la proponibilità del ricorso per tutti i “motivi” elencati nell’articolo 360 c.p.c. e l’applicabilità delle norme del codice di procedura civile. In via generale, la disciplina del ricorso…

Continua a leggere...

Criterio sostanziale alla base della specificità dei motivi di appello

Nel processo tributario, il ricorso in appello deve contenere: l’indicazione della Corte di giustizia tributaria di primo e secondo grado a cui è diretto; le generalità dell’appellante e delle altre parti nei cui confronti è proposto; gli estremi della sentenza impugnata; l’esposizione sommaria dei fatti; l’oggetto della domanda; i motivi specifici dell’impugnazione. Tale disposizione normativa,…

Continua a leggere...

Problematiche in tema di produzione e deposito dei documenti

Nel decreto legislativo che regola il processo tributario si rinvengono molteplici disposizioni normative in tema di produzione e deposito dei documenti. Così come numerose e diverse sono le questioni giuridiche che nel tempo, in relazione alle stesse, sono state sollevate e risolte dalla Cassazione. Innanzitutto, l’articolo 24, comma 1, D.Lgs. 546/1992, ai fini della produzione…

Continua a leggere...

Il processo tributario va verso la completa digitalizzazione

Con il D.Lgs. 220/2023, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 2 del 3.1.2024, si rendono definitive le modifiche in materia di processo tributario, in attuazione dei principi e criteri direttivi indicati nell’articolo 19, L. 111/2023 (Legge delega fiscale). La novella appare chiaramente diretta a favorire la completa digitalizzazione del processo tributario. Viene, infatti, introdotto, all’interno del…

Continua a leggere...

L’obbligo per l’A.F. di acquisire d’ufficio i documenti sui versamenti

Con l’ordinanza n. 23666/2023, la Corte di Cassazione ha stabilito che, qualora il contribuente agisca per il rimborso di imposte non dovute risultanti dall’effettuazione di ritenute a titolo di acconto, la cui documentazione sia già in possesso dell’Amministrazione Finanziaria, il rimborso non può essere negato dalla mancata esibizione da parte del contribuente della documentazione inerente…

Continua a leggere...

Processo tributario digitale e prova testimoniale scritta

Dopo un lungo periodo di esclusione, la legge di riforma del processo tributario (L. 130/2022) ha introdotto una specifica disposizione concernente l’ammissibilità della prova testimoniale scritta nel processo tributario. In particolare, il nuovo comma 4, dell’articolo 7, D.Lgs. 546/1992, così come introdotto dall’articolo 4, comma 1, lett. c), L. 130/2022, ha stabilito che le Corti…

Continua a leggere...

L’ammissibilità documentale in appello

Argomento di particolare interesse riveste, nel contenzioso tributario, l’ammissibilità della produzione in sede di appello di documenti, anche se di formazione anteriore al giudizio di primo grado. La questione è disciplinata dall’articolo 58, D.Lgs. 546/1992 (rubricato “Nuove prove in appello”), che prevede, al primo comma, che “Il giudice d’appello non può disporre nuove prove, salvo…

Continua a leggere...

Notificazione della sentenza e termine breve di impugnazione

In tema di notificazione degli atti processuali nel giudizio tributario, l’articolo 17, D.Lgs. 546/1992, detta le regole riguardanti il “luogo” in cui tale attività deve essere eseguita. In particolare, la disposizione citata, al comma 1, stabilisce che le notifiche sono fatte: “[…] salva la consegna in mani proprie, nel domicilio eletto o, in mancanza, nella…

Continua a leggere...

Definizione liti pendenti: qualche dubbio sulle ultime formalità

A quasi un anno dall’entrata in vigore della norma, che ha consentito la definizione agevolata delle controversie tributarie, si è giunti al termine della finestra temporale entro la quale i contribuenti potevano aderirvi (30.9.2023 poi slittato al 2.10.2023). Nonostante ciò, residua l’ultimo adempimento (richiesto dalla norma) in capo a tutti coloro che hanno deciso di…

Continua a leggere...

Natura del processo tributario e confini del potere giurisdizionale

L’evoluzione della giustizia tributaria è stata segnata, a partire dal riconoscimento delle commissioni tributarie (ora Corti di Giustizia tributaria) quali organi giurisdizionali, da due direttrici di fondo: la prima, costituita dal progressivo “adeguamento” del processo tributario al processo civile; la seconda, consistente nel continuo ampliamento della cognizione della giurisdizione tributaria. Infatti, la natura nonché il…

Continua a leggere...