CONTENZIOSO

La doppia notifica dell’atto impositivo e i dubbi relativi ai termini di impugnazione

L’articolo 21, D.Lgs. 546/1992, prevede che il ricorso debba essere proposto, a pena di inammissibilità, entro sessanta giorni dalla data di notifica dell’atto impugnato. Tale norma, pur essendo nella maggior parte dei casi di facile applicazione, può far sorgere, in alcune ipotesi, dei dubbi interpretativi qualora l’Amministrazione provveda a notificare due volte uno stesso atto…

Continua a leggere...

Prova testimoniale e processo tributario: buona la seconda?

L’introduzione della prova testimoniale nell’ambito del processo tributario – dov’era tradizionalmente vietata, unitamente al giuramento – risale alla legge di riforma del contenzioso n. 130/2022, il cui articolo 8, comma 3, modificava l’articolo 7, comma 4, D.Lgs. 546/1992, ivi richiamando, a valere per i ricorsi di primo e di secondo grado notificati a partire dal…

Continua a leggere...

Indeducibilità dei costi sostenuti se manca l’inerenza

Le norme generali sui componenti del reddito di impresa sono illustrate nell’articolo 109 Tuir, il quale prevede che i ricavi, le spese e gli altri componenti positivi e negativi, concorrono a formare il reddito nell’esercizio di competenza; tuttavia, i ricavi, le spese e gli altri componenti di cui nell’esercizio di competenza non sia ancora certa…

Continua a leggere...

Sanabilità della procura dopo la Riforma Cartabia

La procura alle liti, anche nel processo tributario, deve essere conferita nel rispetto di requisiti e modalità di cui all’articolo 83 c.p.c. In via generale, la disposizione citata stabilisce che tale procura può essere generale o speciale, e deve essere conferita con atto pubblico o scrittura privata autenticata. Più precisamente, la procura generale è quella…

Continua a leggere...

La validità della procura per il ricorso per cassazione

Le Sezioni Unite della Corte di cassazione sono state investite recentemente di una questione di rilevante importanza, ossia se la procura speciale per proporre il ricorso di legittimità possa essere rilasciata anche in data anteriore alla redazione del ricorso e in luogo diverso da quello indicato nell’atto stesso. Il tema non è di facile soluzione….

Continua a leggere...

Il meccanismo di compensazione a due vie ha natura tributaria

Quando, ormai quasi due anni fa, i produttori si videro arrivare fatture emesse dal GSE con la causale “rettifica del prezzo di cessione dell’energia ai sensi dell’art. 15 bis del Decreto Legge 27 gennaio 2022, n. 4,- Contratto XYZ”, la registrazione obtorto collo della “pseudofattura” del GSE – alla stregua di un qualsiasi documento di…

Continua a leggere...

Intimazione di pagamento dopo sentenza parzialmente favorevole

Nel caso in cui il Giudice tributario di primo grado accolga parzialmente il ricorso, stabilendo una riduzione delle imposte originariamente accertate con l’avviso di accertamento, l’Agenzia delle entrate, ai sensi dell’articolo 68, comma 1, lett. b), D.Lgs. 546/1992, può procedere alla riscossione delle imposte nell’ammontare risultante dalla sentenza della Corte di Giustizia Tributaria di primo…

Continua a leggere...

Ricorso in Cassazione per violazione di circolari dell’Amministrazione finanziaria

Le sentenze pronunciate dalle Corti di giustizia tributaria di secondo grado sono impugnabili innanzi alla Corte di cassazione ai sensi dell’articolo 62, D.Lgs. 546/1992, il quale prevede la proponibilità del ricorso per tutti i “motivi” elencati nell’articolo 360 c.p.c. e l’applicabilità delle norme del codice di procedura civile. In via generale, la disciplina del ricorso…

Continua a leggere...

Criterio sostanziale alla base della specificità dei motivi di appello

Nel processo tributario, il ricorso in appello deve contenere: l’indicazione della Corte di giustizia tributaria di primo e secondo grado a cui è diretto; le generalità dell’appellante e delle altre parti nei cui confronti è proposto; gli estremi della sentenza impugnata; l’esposizione sommaria dei fatti; l’oggetto della domanda; i motivi specifici dell’impugnazione. Tale disposizione normativa,…

Continua a leggere...

Problematiche in tema di produzione e deposito dei documenti

Nel decreto legislativo che regola il processo tributario si rinvengono molteplici disposizioni normative in tema di produzione e deposito dei documenti. Così come numerose e diverse sono le questioni giuridiche che nel tempo, in relazione alle stesse, sono state sollevate e risolte dalla Cassazione. Innanzitutto, l’articolo 24, comma 1, D.Lgs. 546/1992, ai fini della produzione…

Continua a leggere...