REDDITO IMPRESA E IRAP

Plusvalenza cessione azienda e riserva della proprietà

La cessione d’azienda con clausola di riserva della proprietà determina una plusvalenza che non può essere oggetto di rettifica a seguito dell’inadempimento da parte del cessionario per mancato pagamento integrale del prezzo pattuito. È quanto emerge dalla risposta all’istanza di interpello n. 92 pubblicata ieri sul sito dell’Agenzia delle entrate e che risponde ad un…

Continua a leggere...

Sopravvenienze passive deducibili solo quando il credito è irrecuperabile

Ai fini delle imposte sui redditi l’articolo 101 Tuir, rubricato “minusvalenze patrimoniali, sopravvenienze passive e perdite”, contiene le disposizioni sostanziali di riferimento correlate alla deducibilità di taluni componenti negativi del reddito d’impresa, accordando la rilevanza fiscale dei costi sostenuti solo al ricorrere di particolari condizioni che consentono di riscontrare e soddisfare i principi di certezza…

Continua a leggere...

Rol con valori fiscali dal 2019

Con la riscrittura dell’articolo 96 Tuir, avvenuta ad opera dell’articolo 1 D.Lgs. 142/2018 (attuativo della Direttiva Atad n. 1164/2016), cambiano anche le regole per la determinazione del Rol, il cui 30% costituisce il limite massimo per la deduzione degli interessi passivi (al netto di quelli attivi) per i soggetti Ires. È bene osservare sin da…

Continua a leggere...

L’attività svolta dal socio alla Srl sconta l’Irap

Come noto, il presupposto dell’Irap è l’esercizio abituale, nel territorio delle regioni, di attività autonomamente organizzate dirette alla produzione o allo scambio di beni ovvero alla prestazione di servizi (articolo 2 D.Lgs. 446/1997). Ciò significa che il tributo regionale è dovuto esclusivamente nelle situazioni in cui si ravvisi l’esistenza di un’autonoma organizzazione. La verifica dell’esistenza…

Continua a leggere...

Indeducibili i costi delle imprese farmaceutiche per prestazioni a vantaggio dei medici

Le spese sostenute per l’acquisto di beni e servizi destinati ai medici, siano esse spese di promozione o di rappresentanza, sono generalmente indeducibili, ciò anche al fine di disincentivare comportamenti che potrebbero determinare una crescita patologica della spesa sanitaria, nonché di assicurare che le persone autorizzate a prescrivere medicinali possano svolgere tale compito con assoluta…

Continua a leggere...

Imputazione temporale dell’indennizzo pagato dal locatore

La risposta all’istanza di interpello n. 16 pubblicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate affronta i profili fiscali generali – sia ai fini delle imposte indirette (Iva e registro) che delle imposte sul reddito (Ires ed Irap) – della somma una tantum corrisposta dal locatario al locatore in occasione del rinnovo di un contratto di locazione…

Continua a leggere...

Deducibilità dei bonus ai dipendenti in derivazione rafforzata

Una questione molto comune presso le imprese riguarda la corretta individuazione del periodo di imposta in cui si rendono deducibili i costi relativi ai bonus variabili liquidati ai lavoratori dipendenti. È abbastanza comune, infatti, che il contratto stipulato con il dipendente preveda una remunerazione in parte in quota fissa ed in parte in quota variabile….

Continua a leggere...

Analisi dell’inerenza in caso di separazione di regimi tra azienda e agriturismo

Come noto, con la riforma del 2001, il Legislatore ha introdotto una figura di imprenditore agricolo moderno che non si limita più alla semplice produzione ma si presenta sul mercato come soggetto polivalente in grado di offrire non solo beni ma anche servizi. In tale contesto di agricoltore multiattività si innesta l’attività agrituristica, che si…

Continua a leggere...

Derivazione rafforzata incerta per la decorrenza dell’ammortamento

Il rapporto fra l’ammortamento dei beni strumentali ed il principio della derivazione rafforzata applicabile ai soggetti Oic Adopter è meno semplice di quanto possa apparire a prima vista. Infatti, è assodato che ai fini Ires le quote di ammortamento dei beni materiali non sono deducibili secondo l’ammontare imputato al conto economico dell’esercizio, in quanto anche…

Continua a leggere...

Trasformazione societaria e holding period

La trasformazione della società non comporta alcuna interruzione del periodo di possesso della partecipazione ai fini della valutazione dei requisiti “pex” per l’applicazione del regime di esenzione di cui all’articolo 87 Tuir. È quanto emerge dalla risposta n. 70 pubblicata ieri sul sito dell’Agenzia delle entrate in cui è stato affrontato il caso di una…

Continua a leggere...