OPERAZIONI STRAORDINARIE

Il patrimonio destinato nella Cassa Depositi e Prestiti

Il D.L. 34/2020 (c.d. “Decreto rilancio”) in G.U. n. 128 del 19 maggio 2020, attualmente in corso di conversione, contempla alcune Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19. Tra di queste si segnala l’articolo 27 rubricato “patrimonio destinato” che prevede misure agevolative…

Continua a leggere...

Il rafforzamento patrimoniale delle imprese nel Decreto Rilancio

Il D.L. 34/2020 (c.d. “Decreto rilancio”) in G.U. n. 128 del 19 maggio 2020, attualmente in corso di conversione, contempla alcune Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19. L’articolo 26, rubricato “Rafforzamento patrimoniale delle imprese di medie dimensioni” prevede delle misure agevolative…

Continua a leggere...

La ripartizione delle detrazioni energetiche nell’operazione di scissione

L’articolo 173, comma 4, Tuir prevede che “le posizioni soggettive della società scissa, ivi compresa quella indicata nell’articolo 86, comma 4, e i relativi obblighi strumentali sono attribuiti alle beneficiarie e, in caso di scissione parziale, alla stessa società scissa, in proporzione delle rispettive quote del patrimonio netto contabile trasferite o rimaste, salvo che trattisi…

Continua a leggere...

Le operazioni straordinarie che portano alla holding

La creazione di una holding risponde a diverse esigenze meritevoli di tutela che possono ovviamente variare da caso a caso ma che si muovono spesso nell’alveo dell’esigenza di gestire in modo razionale il patrimonio di famiglia, creando un assetto ideale per il passaggio dello stesso che può avvenire nei confronti dei terzi in caso di…

Continua a leggere...

Disapplicazione dei limiti al riporto delle perdite nella fusione

Il mancato superamento del “test di vitalità” delle società partecipanti ad una fusione societaria può essere disapplicato mediante apposita istanza di interpello, consentendo quindi il riporto delle posizioni fiscali soggettive pregresse (perdite fiscali riportate, eccedenze di interessi passivi, eccedenze Ace) delle società partecipanti, quando sia dimostrato che con la fusione non si realizza una finalità…

Continua a leggere...

Il credito di imposta a fronte di tributi ibridi

La risposta all’istanza di interpello n. 100 del 2 aprile 2020 affronta un interessante caso di un soggetto italiano che ha una stabile organizzazione in un Paese estero. L’interpello non ha ovviamente ad oggetto la questione dell’analisi fattuale circa la sussistenza o meno della stabile organizzazione ma, sul presupposto che questa esista, si chiedono ragguagli…

Continua a leggere...

I fattori negativi specifici incidono sul valore dell’avviamento

La CTR Lombardia, nella sentenza n. 343 del 6 febbraio 2020, confermando il dispositivo della sentenza del giudice di prime cure e perciò l’annullamento di un avviso di rettifica e liquidazione di maggiore imposta di registro emesso dall’Amministrazione Finanziaria in relazione ad un contratto di cessione di ramo di azienda, ha affermato che, pur riconoscendo…

Continua a leggere...

La gestione del netto nelle operazioni di scissione: l’evoluzione del pensiero dell’Agenzia

Una questione che interessa gli operatori che implementano una scissione societaria, attiene alle modalità di composizione del patrimonio netto della società scissa e della beneficiaria. Per comodità affrontiamo il caso più frequente nella prassi operativa che è quello della scissione parziale con una sola beneficiaria ma è evidente che le considerazioni valgono anche per la…

Continua a leggere...

La scissione con contratti di leasing immobiliare

In una operazione di scissione societaria, la presenza di contratti di leasing, soprattutto in ipotesi di contratti aventi ad oggetto beni immobili, crea dei delicati problemi di gestione se si approssima il momento del riscatto. Generalmente è prevista una clausola di conguaglio secondo la quale le variazioni che intervengono nella consistenza del patrimonio netto tra…

Continua a leggere...

Il conferimento congiunto di partecipazioni qualificate

In tema di conferimento di partecipazioni il legislatore ha introdotto un nuovo comma 2 bis all’articolo 177 Tuir, che estende il regime di realizzo controllato di cui al comma 2 anche alle ipotesi di conferimento di partecipazioni non di controllo, ma solamente qualificate. Le previsioni del comma 2 contemplano un regime derogatorio rispetto a quello…

Continua a leggere...