OPERAZIONI STRAORDINARIE

Il trasferimento delle perdite nella scissione societaria: le interpretazioni della Agenzia delle entrate

Nella operazione di scissione societaria il tema del riporto o nuovo, ovvero del trasferimento delle perdite fiscali con compensazione intersoggettiva, si caratterizza con proprie specificità, rispetto alla normativa in materia di fusione; normativa che è pure richiamata esplicitamente nell’articolo 173, comma 10, Tuir. Inoltre, sulla questione della corretta applicazione del test di vitalità, è intervenuta…

Continua a leggere...

Neutralità fiscale anche per i conferimenti di studi professionali

Il conferimento di azienda effettuato tra imprese commerciali è un’operazione fiscalmente neutra, ai sensi dell’articolo 176, Tuir. In questo modo il legislatore ammette (anzi impone) che la “trasformazione” della ditta individuale in un veicolo societario unipersonale o pluripersonale non comporti alcuna emersione di plusvalenza. L’operazione risulta irrilevante anche ai fini dell’Iva e sconta imposta di…

Continua a leggere...

La sorte delle riserve di rivalutazione nelle operazioni di riorganizzazione aziendale

La gestione delle riserve di rivalutazione in sospensione di imposta è un tema di estrema delicatezza nelle operazioni di riorganizzazione societaria. Infatti, la mancata ricostituzione delle stesse, ove dovuta, porta uno spiacevole profilo impositivo. Sono rari, infatti, i casi in cui queste possono essere “rottamate”. Generalmente il problema è quello di valutare in che modo…

Continua a leggere...

Gli errori frequenti nelle scissioni societarie

L’esperienza professionale mostra come l’operazione di scissione societaria sia oltremodo scivolosa e non sono infrequenti i casi in cui ci si imbatte in quelli che possono essere veri e propri errori professionali. La scissione è una operazione complessa sia sotto il profilo dell’abuso del diritto che della tecnicalità dell’operazione stessa. Per quanto attiene ad un…

Continua a leggere...

Gli effetti dell’affrancamento delle riserve in sospensione di imposta

Per l’effettiva applicazione della disposizione in materia di affrancamento delle riserve in sospensione di imposta, l’articolo 14, comma 2, Correttivo Ires, prevede la pubblicazione di un decreto regolamentativo, da emanarsi entro 60 gg dalla approvazione della norma principale. Tuttavia, la conoscenza dei precedenti interpretativi di prassi, in modo particolare della circolare n. 33/E/2005, ci permette…

Continua a leggere...

La stratificazione delle riserve nella scissione con scorporo

Abbiamo più volte segnalato che la peculiarità principale della scissione con scorporo consiste nel fatto che tramite questa operazione la società scissa non riduce il proprio patrimonio, bensì sostituisce beni di primo grado (quelli trasferiti alla beneficiaria) con beni di secondo grado (la partecipazione) con il risultato che il netto resta inalterato. A fronte di…

Continua a leggere...

Il nuovo realizzo controllato per creare la holding: il comma 2 rinnovato

Il decreto legislativo in bozza riscrive il comma 2 ed il comma 2 bis dell’articolo 177, Tuir, i quali contengono la disciplina del realizzo controllato del conferimento di partecipazioni applicabile, rispettivamente, ai casi in cui la conferitaria acquisisce il controllo e ai casi in cui il conferente apporta una partecipazione qualificata. Limitando in questa sede…

Continua a leggere...

Scissione scorporo: considerazioni sulla fiscalità della partecipazione ricevuta

Dopo aver stabilito che, in caso di scissione scorporo di ramo di azienda la partecipazione acquisisce l’anzianità di detenzione della stessa azienda, restano da chiarire gli aspetti fiscali che si presentano, laddove oggetto della scissione con scorporo non sia un ramo di azienda, bensì singoli beni o singole partecipazioni. Sul punto, interviene il decreto Ires…

Continua a leggere...

Aggregazioni e disaggregazioni abusive

La recente risposta ad interpello n. 84/2024 qualifica come abusiva un’operazione di scissione asimmetrica preceduta da una fusione. Per meglio comprendere la questione proponiamo una rappresentazione grafica. Nel dettaglio la situazione di partenza è la seguente:   Figura n. 1 – la situazione di partenza           In sostanza, Tizio, Caio e…

Continua a leggere...

Perché la personal holding è opportuna in aggiunta alla holding comune

Se potessimo trasferire al mondo delle holding le fasi dell’evoluzione umana potremmo ritenere che la creazione della personal holding sopra la holding comune rappresenti la fase dell’homo sapiens. Il punto di partenza di questo teorico percorso evolutivo generalmente prende le mosse dalla detenzione, da parte di soci persone fisiche, di partecipazioni in una miriade di…

Continua a leggere...