OPERAZIONI STRAORDINARIE

Liquidazione societaria: nessun limite alle perdite

Nell’ambito della liquidazione delle società di capitali, le perdite fiscali anteriori alla data di avvio della procedura, così come quelle conseguite nei periodi d’imposta interessati dalla stessa (“intermedi”), sono utilizzabili in ciascun periodo d’imposta nel rispetto del limite quantitativo dell’80% del reddito imponibile di ciascuno di essi; tuttavia, nel periodo d’imposta di definitiva chiusura della…

Continua a leggere...

Scissione societaria: responsabilità solidale per le partecipanti

L’articolo 15, comma 2, D.Lgs. 472/1997 prevede una rilevante responsabilità per le società partecipanti all’operazione di scissione societaria. Precisamente, la norma dispone che “nei casi di scissione anche parziale di società od enti, ciascuna società o ente è obbligato in solido al pagamento delle somme dovute per le violazioni commesse anteriormente alla data dalla quale…

Continua a leggere...

Regime del riallineamento: estensione ancora non utilizzabile

Come noto, con l’introduzione dei commi 10-bis e 10-ter all’articolo 15 D.L. 185/2008 è stata regolamentata la possibilità di “affrancare” ai fini fiscali i valori relativi ad avviamento, marchi d’impresa e altre attività immateriali iscritti nel bilancio consolidato, purché riferibili ai maggiori valori contabili delle partecipazioni di controllo acquisite e iscritte nel bilancio di esercizio…

Continua a leggere...

Neutralità per il conferimento da parte di una stabile organizzazione

L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione 63/E/2018, ha confermato l’applicabilità del regime di neutralità fiscale previsto dagli articoli 178, comma 1, lett. c), e 179, comma 2, Tuir, al conferimento posto in essere da una società residente in un altro Paese dell’Unione europea, di un ramo d’azienda di pertinenza della sua stabile organizzazione radicata in…

Continua a leggere...

Opzione put: per la Cassazione è lecita e meritevole di tutela

È lecito e meritevole di tutela l’accordo negoziale concluso tra i soci di una società azionaria, con il quale l’uno, in occasione del finanziamento partecipativo così operato, si obblighi a manlevare l’altro dalle eventuali conseguenze negative del conferimento effettuato in società mediante l’attribuzione del diritto di vendita (c.d. opzione put) entro un dato termine ed…

Continua a leggere...

La fusione deliberata dagli organi amministrativi

Gli articoli 2505, comma 2, e 2505-bis, comma 2, cod. civ., disciplinano una procedura semplificata con riferimento all’operazione di fusione che consiste nella facoltà di attribuire agli amministratori, con apposita clausola statutaria o sin dall’atto costitutivo, la possibilità di assumere la decisione di fusione, con deliberazione risultante da atto pubblico, in luogo dell’assemblea dei soci….

Continua a leggere...

Scissione negativa, semaforo verde

Con il Documento di ricerca pubblicato lo scorso 19 luglio la Fondazione Nazionale dei Commercialisti (FNC) ha svolto un’interessante disamina sulla scissione negativa. Trattasi di un’operazione atipica con la quale viene assegnato a una o più società beneficiarie un insieme di elementi patrimoniali attivi e passivi il cui saldo contabile ha valore negativo; in altri…

Continua a leggere...

Super ammortamento nella scissione

L’agevolazione del super ammortamento, dalla sua introduzione ad oggi, ha avuto una diffusione notevole. L’Agenzia delle entrate è più volte intervenuta per fornire chiarimenti al riguardo; tuttavia, mai si è pronunciata sulla sorte della maggiorazione in caso di effettuazione di operazioni straordinarie. Il presente contributo tratta nello specifico il caso della scissione. In primo luogo,…

Continua a leggere...

Sul concetto di azienda nell’ambito della cessione

È spesso controverso, nell’ambito delle operazioni di cessione e di conferimento di beni, distinguere in modo chiaro le fattispecie nelle quali si configura un trasferimento di un’azienda (o di un ramo d’azienda) da quelle in cui il trasferimento ha invece per oggetto un complesso di beni atomisticamente considerati in quanto non funzionali nel loro insieme…

Continua a leggere...

Ripartizione del costo della partecipazione post scissione

Vanno ricordate con favore le conclusioni cui è giunta l’Agenzia delle Entrate con la risoluzione 97/E/2017. In tale circostanza, infatti, è stata sdoganata ai fini dell’abuso del diritto, almeno per quanto riguarda le imposte dirette, l’operazione di scissione parziale proporzionale seguita dalla cessione delle partecipazioni nella società scissa o beneficiaria. In particolare, nel caso analizzato,…

Continua a leggere...