ACCERTAMENTO

I requisiti per l’estensione delle indagini finanziarie di una Srl ai conti dei soci

In materia tributaria, le indagini finanziarie rappresentano un importante strumento di controllo, poiché consentono all’Amministrazione di acquisire dati sui rapporti intrattenuti e sulle operazioni poste in essere dai contribuenti con gli intermediari finanziari, al fine di individuare un maggior reddito o compenso dagli stessi non dichiarati. Più nel dettaglio, attraverso le indagini finanziarie l’Amministrazione ha…

Continua a leggere...

Verifica fiscale: in quali casi è possibile effettuare l’accesso domiciliare?

Nel corso di una verifica fiscale l’Amministrazione finanziaria, avvalendosi dei poteri previsti dall’articolo 52 D.P.R. 633/1972 e dell’articolo 33 D.P.R. 600/1973, può ordinariamente accedere all’interno dei locali adibiti all’esercizio di attività commerciali, agricole, artistiche o professionali. In merito, è obbligatorio esibire il tesserino personale di riconoscimento, il foglio di servizio sottoscritto dal Comandante del Reparto…

Continua a leggere...

Seguire un regime fiscale meno oneroso non configura abuso del diritto

Come noto, per espressa disposizione normativa, configurano abuso del diritto una o più operazioni prive di sostanza economica che, pur nel rispetto formale delle norme fiscali, realizzano essenzialmente vantaggi fiscali indebiti disapprovati dall’ordinamento (cfr. articolo 10-bis L. 212/2000 il c.d. “Statuto dei diritti del contribuente”).  La riforma della disciplina dell’abuso del diritto e dell’elusione fiscale,…

Continua a leggere...

La valenza delle dichiarazioni rese dal contribuente nel corso di una verifica fiscale

Come noto, per verifica fiscale si intende il complesso di attività poste in essere da soggetti giuridicamente qualificati, volte a controllare il corretto adempimento delle norme tributarie. Va tuttavia rilevato che la Guardia di Finanza ne ha adottato una interpretazione estensiva, intendendo per “verifica fiscale” tutte le attività di controllo e comprendendo, dunque, anche le…

Continua a leggere...

È nulla la notifica dell’atto effettuata al servizio “Seguimi” di Poste Italiane

In via generale, l’articolo 138 c.p.c. dispone che il soggetto legittimato effettua la notifica, di regola, mediante consegna nelle mani proprie del destinatario, presso la casa di abitazione oppure, se ciò non è possibile, ovunque lo trovi nell’ambito della circoscrizione cui è addetto. Qualora non sia possibile effettuare la notifica in mani proprie, l’articolo 139,…

Continua a leggere...

Dal 1° gennaio 2020 accertamenti esecutivi anche per i Comuni

Dal 1° gennaio 2020, anche gli atti di accertamento e irrogazione sanzioni, emessi dai Comuni, hanno efficacia esecutiva. Per l’avvio della riscossione, dunque, non è più necessario attendere la formazione e la notifica della cartella di pagamento ovvero l’ingiunzione fiscale. È questa l’importante novità, introdotta dall’articolo 1, comma 792, della Legge di Bilancio 2020 (L….

Continua a leggere...

Le scritture contabili inattendibili legittimano il ricorso all’induttivo

Come noto, l’ordinamento tributario prevede – a favore dell’Amministrazione finanziaria – particolari poteri che, nell’ambito di una qualsiasi attività ispettiva, consentono di ricostruire il maggior reddito imponibile occultato dal soggetto passivo d’imposta. In merito, l’ambito giuridico di riferimento in subiecta materia può essere così riassunto: l’articolo 38 D.P.R. 600/1973 (rubricato rettifica delle dichiarazioni delle persone…

Continua a leggere...

Abuso del diritto: nuova interpretazione della Cassazione

L’articolo 10-bis L. 212/2000 individua i connotati della fattispecie dell’abuso del diritto, specificando che “configurano abuso del diritto una o più operazioni prive di sostanza economica che, pur nel rispetto formale delle norme fiscali, realizzano essenzialmente vantaggi fiscali indebiti”. Gli elementi costitutivi della fattispecie consistono: nell’assenza di sostanza economica ossia in “fatti, atti e contratti,…

Continua a leggere...

Il criterio della “famiglia fiscale” e il coniuge in separazione dei beni

In via generale, il redditometro è uno strumento di determinazione sintetica del reddito del contribuente, che consente all’Amministrazione finanziaria una determinazione indiretta del reddito complessivo del contribuente, basata sulla capacità di spesa del medesimo. Con particolare riferimento all’accertamento sintetico dei redditi delle persone fisiche, la relativa disciplina è contenuta nell’articolo 38 D.P.R. 600/1973, come novellato…

Continua a leggere...

I canoni di locazione a “scaletta”

Sempre più spesso le locazioni di immobili commerciali sono caratterizzate da accordi in base ai quali il canone di locazione viene stabilito in modo variabile, in funzione di uno o più elementi preventivamente individuati e concordati dalle parti contrattuali. In tali ipotesi, si è in presenza del c.d. “canone di locazione a scaletta”, in cui…

Continua a leggere...