CONTROLLO

Calcolo e valore della “significatività” nella revisione – III° parte

Dopo aver chiarito, con il precedente contributo, il valore della significatività per il revisore, e dopo aver fatto cenno alle diverse metodologie di calcolo, per completezza di trattazione è ora opportuno porre l’attenzione sulle seguenti ulteriori considerazioni di base: secondo il principio di revisione internazionale ISA Italia 320 (cfr. par. 6), il “valore numerico” assunto…

Continua a leggere...

Calcolo e valore della “significatività” nella revisione – II° parte

Proseguendo nell’analisi avviata con il precedente contributo, giova ora precisare che la “significatività operativa” è una “soglia” che assume un valore numerico inferiore rispetto alla “significatività per il bilancio”. Tramite la determinazione di una soglia di riferimento più bassa, il revisore può infatti raggiungere lo scopo di ridurre, ad un livello appropriatamente basso, la probabilità…

Continua a leggere...

Calcolo e valore della “significatività” nella revisione – I° parte

Non è un caso che un intero principio di revisione internazionale, l’ISA Italia 320, venga dedicato alla “significatività”. Essa è infatti un concetto fondamentale e di estrema importanza, tanto nella revisione “legale” quanto in quella “volontaria”. La significatività è un concetto chiave della revisione legato a quello della qualità dell’“errore” e a quello della conseguente…

Continua a leggere...

La verifica delle “asserzioni” del bilancio nella revisione legale

Il revisore legale deve valutare i “rischi di errori significativi” a livello delle singole “asserzioni” relative alle voci del bilancio. Di fatti, secondo i principi di revisione internazionali, il revisore procede alla valutazione del “rischio di errori significativi” sia a livello del bilancio nel suo complesso che a livello di singole “asserzioni”, combinando gli esiti…

Continua a leggere...

Gli obiettivi della revisione del bilancio

“Nulla è più pratico di una buona teoria!”. Così era solito dire Albert Einstein e tale concetto si può ben applicare all’attività di revisione del bilancio. Può capitare, infatti, che il revisore cada nella “trappola” dell’eccessivo affidamento alla prassi, prescindendo da una adeguata conoscenza dello “schema teorico di riferimento” (D.Lgs. 39/2010 e principi di revisione…

Continua a leggere...

Il controllo interno della qualità del revisore legale – II° parte

Secondo il principio internazionale sul controllo della qualità ISQC Italia 1, le linee guida in esso contenute devono essere applicate dal revisore legale in modo proporzionato alle proprie caratteristiche organizzative e dimensionali. In alcuni casi, tali regole potrebbero addirittura non trovare applicazione a causa dell’assenza della casistica di riferimento nella struttura organizzativa e lavorativa del…

Continua a leggere...

Il controllo interno della qualità del revisore legale – I° parte

Il controllo della qualità del lavoro di revisione legale è un aspetto di primaria importanza sia per il revisore legale che per l’autorità a cui la legge affida il compito di vigilanza e controllo della qualità dell’incarico di revisione legale. Il controllo della qualità del lavoro di revisione legale può essere: “interno”, qualora venga svolto…

Continua a leggere...

La stima del corrispettivo dell’incarico di revisore legale – II° parte

In considerazione di quanto illustrato con il precedente contributo, possono dunque trarsi le seguenti conclusioni: il revisore (o la società di revisione) dovrà valutare bene se possiede o meno le risorse necessarie allo svolgimento dell’incarico proposto, anche in termini di competenze professionali e di disponibilità di tempo da dedicare all’esecuzione dell’incarico (il revisore dovrà quindi…

Continua a leggere...

La stima del corrispettivo dell’incarico di revisore legale – I° parte

Nella comune esperienza il corrispettivo per lo svolgimento dell’incarico di revisione legale viene sovente determinato in maniera forfettaria e purtroppo non sempre idonea a remunerare adeguatamente il lavoro che deve essere svolto. Ad oggi una siffatta prassi operativa non è tuttavia più percorribile, sia perché la legge stessa impone una preliminare stima di risorse e…

Continua a leggere...

Assirevi aggiorna l’attestazione del revisore ai fini Irap

Assirevi ha di recente pubblicato il documento di ricerca n. 222 contenente l’aggiornamento delle linee guida per lo svolgimento delle attività di revisione finalizzate all’emissione dell’attestazione di effettività dei costi del personale addetto alla ricerca e sviluppo. Si rammenta, infatti, che per la deducibilità ai fini Irap di tali costi è espressamente richiesto dall’articolo 11,…

Continua a leggere...