REDDITO IMPRESA E IRAP

Non sempre cassa allargata per la deduzione dei compensi amministratori

Le regole fiscali che disciplinano la deduzione dei compensi erogati agli amministratori di società di capitali sono contenute nell’art. 95, co. 5, del TUIR, secondo cui i compensi in questione sono deducibili nell’esercizio in cui sono effettivamente corrisposti, ossia in base al criterio di cassa (sia pure quasi sempre “allargata”, come si vedrà meglio in…

Continua a leggere...

La deducibilità degli interessi passivi per i soggetti Ires

È noto come, a decorrere dal 2008, le regole relative al regime di deducibilità degli interessi passivi, sia per i soggetti Irpef, sia per quelli Ires, abbiano subito una radicale trasformazione, dapprima con la L. n. 244/07 e poi con il successivo D.L. n.112/08. A distanza di pochi anni, la disciplina è ora oggetto di…

Continua a leggere...

Riporto delle perdite per le società in perdita sistematica

Le novità normative introdotte nel corso del 2014 ad opera dell’art. 18 del D.Lgs. n. 175/2014 hanno modificato la disciplina delle società in perdita sistematica, allungando il periodo di “osservazione” delle perdite da tre a cinque periodi d’imposta, e non anche l’ipotesi del mancato superamento del test di operatività. Pertanto, con riferimento al modello Unico…

Continua a leggere...

Fondo ripristino e bonifica ambientale: nessuna rilevanza fiscale

Ci siamo più volte occupati, su EC news, della tematica dello scorporo delle aree a livello contabile (imposta della nuova versione del documento OIC 16) e delle conseguenze fiscali che ne possono derivare. A tale riguardo, pur se i bilanci potrebbero essere già stati depositati, sono ancora aperte le valutazioni per la dichiarazione dei redditi;…

Continua a leggere...

Il punto sullo sconto Irap per le assunzioni senza scadenza

I costi sostenuti in relazione ai dipendenti dislocati impiegati con contratto a tempo indeterminato sono deducibili dalla base imponibile Irap dell’impresa distaccante. Inoltre, i rapporti di lavoro regolati con contratti a termine sono esclusi dalla deducibilità integrale dall’Irap delle spese per il personale. Ancora, il nuovo credito d’imposta pari al 10 per cento dell’Irap lorda…

Continua a leggere...

La correzione degli errori contabili non raddoppia i termini

La risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 57/E di ieri esclude la possibilità di utilizzare la procedura di correzione degli errori contabili in bilancio chiarita dalla circolare n.31/E/2013 oltre i termini di accertamento ordinari ancorché prorogati per effetto dell’astratta configurabilità di un reato. Ciò in quanto la disciplina del raddoppio dei termini risponde esclusivamente all’esigenza dell’Amministrazione…

Continua a leggere...

Presupposti dell’IRAP al vaglio del Primo Presidente

La Corte di Cassazione torna a pronunciarsi sull’applicabilità dell’imposta regionale sulle attività produttive al professionista (nella fattispecie un avvocato) la cui autonoma organizzazione si caratterizza per la presenza di un unico dipendente esercente mansioni segreteriali. Il superiore consesso ripercorre i primi orientamenti giurisprudenziali in materia e, preso atto dell’insanabile contrasto creatosi in seno al Supremo…

Continua a leggere...

La deduzione del TFM regolata dall’atto con data certa

Il Trattamento di Fine Mandato (TFM) altro non è se non una remunerazione differita spettante all’amministratore. Il tema da analizzare è il seguente: tale componente negativa di reddito risulta deducibile per competenza al momento dell’accantonamento, ovvero sarà deducibile per cassa al momento dell’effettiva materiale erogazione?   La tassatività degli accantonamenti Gli accantonamenti sono evidentemente delle…

Continua a leggere...

La Cassazione precisa il principio di competenza

Con la chiusura dei bilanci e la compilazione della dichiarazione dei redditi, gli operatori non possono trascurare di svolgere una riflessione sul tema della competenza e della correlazione; tema che potrebbe apparire, in prima istanza banale ma che l’esperienza pratica insegna essere oggetto di numerose contestazioni. L’attualità del tema è stata indirettamente confermata da una…

Continua a leggere...

Effetti fiscali neutri per l’applicazione del nuovo IFRS 11

Nella Circolare n. 8 del 02.04.2015 Assonime commenta la risposta fornita dall’Agenzia delle Entrate nella Risoluzione n. 29/E/2015 a fronte di un’istanza di interpello avente per oggetto i riflessi fiscali dei nuovi criteri di rappresentazione in bilancio previsti dal Principio contabile internazionale IFRS 11 – applicabile per i bilanci degli esercizi aventi inizio a partire…

Continua a leggere...