REDDITO IMPRESA E IRAP

La rinuncia del credito da parte del socio: novità a confronto

L’OIC ha elaborato una nuova edizione del principio contabile n. 28 sulle poste del Patrimonio Netto nel quale, oltre al riordino generale delle tematiche, vengono precisati alcuni dettagli non presenti nella previgente versione. In particolare la rinuncia di un qualunque credito da parte del socio, che si concretizza con un atto formale da parte del…

Continua a leggere...

Determinazione della base imponibile Irap con il metodo fiscale

L’articolo 5-bis D.Lgs. 446/1997 disciplina il c.d. metodo fiscale di determinazione della base imponibile Irap, che costituisce il regime naturale per le società di persone e le imprese individuali. In particolare la norma è rivolta: ai soggetti fiscalmente residenti nel territorio dello Stato che rivestono la forma giuridica di società in nome collettivo e in…

Continua a leggere...

Agroenergie “aperte a tutti”

Rileggendo la risoluzione n. 86/E del 15 ottobre 2015 in tema di regime fiscale delle energie rinnovabili post Decreto Renzi (D.L. 66/2014), si comprende come spesso i documenti di prassi dovrebbero essere maggiormente soppesati anche da chi li redige, in quanto possono prestare il fianco a interpretazioni, per usare un eufemismo, fuorvianti. E il peggio…

Continua a leggere...

Costi black list: novità in tema di deducibilità

L’articolo 4 del Decreto crescita ed internazionalizzazione (D.Lgs. 147/2015) è intervenuto modificando la disciplina in merito alla deducibilità dei costi derivanti da operazioni intercorse con soggetti residenti, ovvero localizzati in Stati o territori aventi regimi fisali privilegiati di cui all’articolo 110, commi 10 – 12-bis, Tuir. Come noto, l’articolo 110, comma 10, Tuir nella versione…

Continua a leggere...

Aspetti critici nella cessione dell’autovettura riscattata da leasing

Con la circolare n.47/E/2008, al paragrafo 5.2, l’Agenzia delle entrate affronta il caso della cessione di autovettura preventivamente riscattata da leasing. In particolare, l’Ufficio, nel definire il trattamento fiscale da riservare alla plusvalenza (o minusvalenza) conseguita, individua due possibili situazioni. La prima si verifica nell’ipotesi in cui l’autovettura viene ceduta nello stesso periodo d’imposta nel…

Continua a leggere...

Nuova deducibilità delle spese di rappresentanza dal 2016

L’art. 9 del D.Lgs. n.147/2015 (cd. decreto internazionalizzazione), pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.220 del 22 settembre 2015, modifica la deducibilità dal reddito d’impresa delle spese di rappresentanza, mantenendo però invariati i principi e i concetti di fondo. La novità si sostanziano in un aumento dei limiti di deducibilità stabiliti direttamente nel dettato normativo di riferimento,…

Continua a leggere...

Manutenzione di beni di terzi: trattamento fiscale

Il trattamento ai fini civilistici e fiscali delle spese di manutenzione e riparazione è diverso a seconda della titolarità del bene cui le spese afferiscono, nel senso che la disciplina relativa alle spese sostenute su beni di proprietà diverge da quella applicabile alle spese sostenute su beni di terzi in forza di contratti di locazione,…

Continua a leggere...

La gestione del TFM nell’ambito delle società di persone

Nell’ambito dei compensi erogati agli amministratori, può essere corrisposta una indennità di fine mandato (TFM) all’atto della cessazione del rapporto. Questa rappresenta una sorta di accantonamento previdenziale per quei lavoratori autonomi che, in virtù di un rapporto di collaborazione coordinata e continuativa, non godono di adeguate tutele in campo pensionistico. Essa può essere stabilita in misura…

Continua a leggere...

Le novità sulla deducibilità fiscale delle spese di rappresentanza

Tra le novità contenute nel Decreto legislativo recante le misure per la crescita e l’internazionalizzazione delle imprese approvato dal Governo ed in via di pubblicazione nella G.U. interessanti sono le modifiche previste alla disciplina della deducibilità fiscale delle spese di rappresentanza. Nell’attuale versione il comma 2 dell’art. 108 del Tuir dispone che “le spese di…

Continua a leggere...

Consolidato fiscale nazionale: ambito soggettivo

Con il consolidato fiscale nazionale, di cui agli artt. 117 – 129 del TUIR, si realizza in capo alla società controllante un’unica base imponibile, ai soli fini Ires, per tutte le società che fanno parte del medesimo gruppo. L’imposta, quindi, si calcola sulla somma algebrica dei redditi (e delle perdite) delle singole società. L’esercizio dell’opzione…

Continua a leggere...