REDDITO IMPRESA E IRAP

Aumento dei limiti di deducibilità delle spese di rappresentanza

Recentemente l’articolo 9 del D.Lgs. 147/2015 (denominato “Decreto internazionalizzazione”) ha apportato alcune modifiche alle disposizioni in materia di deducibilità delle spese di rappresentanza. In particolare, l’articolo 108, secondo comma secondo periodo, del Tuir è stato sostituito dal seguente: “Le spese di rappresentanza sono deducibili nel periodo di imposta di sostenimento se rispondenti ai requisiti di…

Continua a leggere...

Le agevolazioni fiscali per l’automotive aziendale

Con l’approvazione della c.d. Legge di stabilità 2016 (Legge 28 dicembre 2015, n. 208) il Legislatore nazionale ha confermato la possibilità di effettuare, per imprese, professionisti e titolari di partita Iva più in generale, maggiori ammortamenti fiscali fino al 140 per cento. L’agevolazione fiscale ha valenza “temporanea”, nel senso che è applicabile solo per i…

Continua a leggere...

Deducibilità delle transazioni con i propri debitori

Negli scambi commerciali non è inusuale che le parti addivengano ad un accordo transattivo attraverso il quale porre fine in modo definitivo ad una lite su di una precedente fornitura di beni.  Tali accordi sono strutturati ai sensi dell’art. 1965 c.c. secondo cui “1. La transazione è il contratto col quale le parti, facendosi reciproche concessioni, pongono…

Continua a leggere...

Assegnazione agevolata: attenzione al prelievo sul socio

Dopo molti anni di attesa, la Legge di stabilità per il 2016 – L. 208/15 – introduce una disposizione straordinaria per la fuoriuscita dei beni dalle società. L’interesse del provvedimento viene concentrato sul confronto tra il prelievo in capo alla società, quantificato attraverso la previsione agevolativa, rispetto a quanto si sarebbe dovuto versare in condizioni…

Continua a leggere...

Superammortamenti: esclusione ai fini Irap

L’Agenzia delle entrate, in occasione del Forum di Telefisco di ieri, ha fornito numerose indicazioni anche sulla nuova disciplina dei superammortamenti introdotta dalla Legge di Stabilità 2016. Come noto, trattasi di una misura che ha lo scopo di incentivare gli investimenti in beni strumentali nuovi attraverso la maggiorazione del relativo costo di acquisto del 40%…

Continua a leggere...

L’applicazione ai leasing della disciplina sui superammortamenti

Oltre che per i beni in proprietà, per esplicita previsione del c. 91 della L. 2018/15, la disciplina agevolata per gli investimenti, riguarda anche i beni in leasing. Vi sono però alcune complicazioni operative alle quali occorre dare una soluzione. In attesa di chiarimenti ufficiali possiamo basarci sulle condivisibili osservazioni proposte dalla circolare 25 del…

Continua a leggere...

Finanziaria 2016: riaperto il riallineamento

Tra le disposizioni previse dalla Legge 28.12.2015 n. 208 (Finanziaria 2016), l’art. 1, commi 895-897, prevede la riapertura delle disposizioni in materia di riallineamento dei valori civili e fiscali dei beni di cui all’art. 14 L. 342/2000. Il caso si può presentare e può risultare vantaggioso nelle ipotesi di beni derivanti da operazioni straordinarie (fusioni,…

Continua a leggere...

Superammortamenti: periodo agevolato e decorrenza

Nella Legge di stabilità 2016 – L. 208/15 – è stato introdotto un provvedimento che ha lo scopo di incentivare gli investimenti in beni strumentali nuovi attraverso un incremento del valore fiscale del bene, beneficiabile tramite i relativi ammortamenti, se il bene è acquisito in proprietà, ovvero tramite i canoni di competenza, se il bene…

Continua a leggere...

Finanziaria 2016: riproposta l’assegnazione agevolata dei beni ai soci

La legge n. 208/2015 (Finanziaria 2016) ha riproposto, ai commi da 115 a 120 dell’art. 1, la norma sull’assegnazione o cessione agevolata dei beni ai soci, rivolgendola non solo alle società non operative, per sottrarle all’applicazione del regime penalizzante di cui all’art. 30 L. 724/1994, ma consentendola alle società in nome collettivo, in accomandita semplice,…

Continua a leggere...

Immobili patrimonio e assegnazione agevolata

Anche gli immobili non strumentali (cd. “patrimonio”) detenuti dalle imprese possono essere oggetto di assegnazione agevolata ai sensi dei co. da 115 a 120 della legge di stabilità 2016. Le predette disposizioni, infatti, escludono dall’assegnazione agevolata solamente gli immobili strumentali per destinazione. Dal punto di vista fiscale, gli immobili patrimonio concorrono alla formazione del reddito…

Continua a leggere...