CONTABILITÀ

Omaggi e regalie: disciplina contabile e fiscale

Anche quest’anno il Natale è alle porte e le aziende si trovano ad organizzare l’acquisto degli omaggi per dipendenti, clienti e soggetti terzi, oltre a preoccuparsi delle cene aziendali. Quindi, anche quest’anno, occorrerà richiamare l’attenzione su alcuni aspetti fiscali e contabili legati a tale gestione. La scelta operata dall’impresa non può prescindere, tuttavia, dalla consapevolezza…

Continua a leggere...

La rilevazione del secondo acconto

Come ogni anno il prossimo 30 novembre scadrà il termine per il versamento del secondo acconto delle imposte Ires e Irap. Il legislatore ha previsto che l’ammontare dell’acconto debba essere versato, come sappiamo, in parte in giugno, per il 40% del dovuto, e la parte restante il prossimo 30 novembre. Il calcolo dell’acconto, da suddividersi…

Continua a leggere...

Perdita da accordi transativi deducibile solo in specifici casi

L’accordo transattivo tra le parti è un contratto civilisticamente riferibile al dettato dell’articolo 1965 cod. civ. secondo cui: “le parti, facendosi reciproche concessioni, pongono fine a una lite già incominciata o prevengono una lite che può sorgere tra loro”.Conseguenza della transazione è solitamente la rinuncia da parte del creditore di parte del suo credito a…

Continua a leggere...

Necessaria l’attestazione per fruire del bonus pubblicità

Come noto con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale del D.P.C.M. 90/2018 sono state definite le disposizioni attuative per la richiesta del credito di imposta sugli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa (giornali quotidiani e periodici, anche on line, locali e nazionali) e sulle emittenti radio-televisive a diffusione locale, introdotto dall’articolo 57-bis D.L. 50/2017. Il Dipartimento…

Continua a leggere...

Il ravvedimento operoso in contabilità

Come noto, all’omesso o tardivo versamento d’imposta, secondo l’articolo 13, comma 1, D.Lgs. 471/1997, si applica una sanzione nella misura del 30% dell’importo omesso o tardivamente pagato. La posizione del contribuente può essere però regolarizzata attraverso il ravvedimento operoso di cui all’articolo 13 D.Lgs. 472/1997. Tale istituto permette di abbattere l’ammontare della sanzione dovuta ed…

Continua a leggere...

Nuovi chiarimenti in tema di pagamento tracciato delle retribuzioni

La Legge di bilancio 2018 ha imposto, a partire dallo scorso 1° luglio 2018, la corresponsione delle retribuzioni e compensi attraverso pagamenti tracciati. Da tale data non è quindi più permesso al datore di lavoro versare in contanti i salari e i relativi acconti. Ratio della norma è il contrasto alla diffusa pratica di prevedere…

Continua a leggere...

La riattribuzione delle ritenute: disciplina fiscale e aspetti contabili

Secondo il disposto dell’articolo 5 Tuir i redditi prodotti dalle associazioni professionali sono imputati agli associati indipendentemente dalla loro percezione ed in proporzione alla quota di partecipazione agli utili da ognuno posseduta. Allo stesso modo deve avvenire la ripartizione delle ritenute operate sui redditi delle società o associazioni di cui al citato articolo 5 Tuir,…

Continua a leggere...

Affitto d’azienda: aspetti civilistici e contabili

Il contratto di affitto d’azienda è disciplinato dagli articoli 1615 e ss. cod. civ. e dagli articoli 2561 e 2562 cod. civ.. In particolare con tale contratto il proprietario del bene “azienda” si obbliga, dietro corrispettivo, a permettere il godimento della stessa ad altro soggetto che potrà esercitarla sotto la ditta  che  la contraddistingue e…

Continua a leggere...

Contabilizzazione delle fatture ricevute da prestatori esteri

L’articolo 25 D.P.R. 600/1973 specifica che sui compensi e le altre somme corrisposte a soggetti non residenti da parte di sostituti d’imposta deve essere operata una ritenuta a titolo d’imposta nella misura del 30%. Il sostituto che si trova a dover gestire i compensi verso tali soggetti dovrà quindi: operare una ritenuta a titolo d’imposta…

Continua a leggere...

Principi generali di distribuzione degli utili

La deliberazione sulla distribuzione degli utili è adottata, ai sensi dell’articolo 2433 cod. civ., comma 1, dall’assemblea che approva il bilancio d’esercizio, o, in caso di approvazione del bilancio da parte del consiglio di sorveglianza (nell’eventualità in cui si sia optato per il sistema dualistico di amministrazione per le S.p.A.), dall’assemblea convocata sulla base delle…

Continua a leggere...