CONTABILITÀ

Stampa dei registri contabili

Il libro giornale, il libro inventari, il registro dei beni ammortizzabili, i registri previsti ai fini Iva e, in generale, tutte le scritture contabili possono essere tenuti, alternativamente: in modalità cartacea; in modalità digitale. In entrambi i casi la scadenza per la stampa è fissata nell’ultimo giorno del terzo mese successivo al termine di presentazione…

Continua a leggere...

Verifiche contabili di inizio anno

Con l’inizio dell’anno è necessario verificare, per ogni azienda, la corretta applicazione dei regimi contabili. Occorrerà distinguere le aziende secondo il seguente schema: società di capitali: srl, spa e sapa, società di persone, enti non commerciali e ditte individuali, esercenti arti e professioni. Per le prime è obbligatorio, a prescindere dal volume di affari, tenere…

Continua a leggere...

Farmacie e indici di bilancio – II° parte

Con il precedente contributo “Farmacie: le novità del decreto concorrenza – I° parte” abbiamo esaminato le copiose modifiche che il decreto concorrenza ha apportato nella gestione delle farmacie. Una delle conseguenze delle novità commentate attiene alla circostanza che il valore della farmacia non sarà più legato, come avveniva in passato, ad un moltiplicatore del solo…

Continua a leggere...

Farmacie: le novità del decreto concorrenza – I° parte

Con il presente approfondimento diviso in due parti è intenzione dello scrivente fare un excursus sulle novità in merito alla gestione delle farmacie, rivoluzionata dal recente ed atteso decreto concorrenza. Il primo cambiamento attiene al fatto che potranno essere titolari di farmacia anche le società di capitali nelle forme delle Srl, Spa e Sapa; inoltre,…

Continua a leggere...

Acconto Iva: calcolo, versamento e rilevazione contabile

Il prossimo 27 dicembre scade il termine per il versamento dell’acconto Iva sulla liquidazione Iva del mese di dicembre o del quarto trimestre (liquidazione annuale). L’acconto versato originerà un credito verso l’Erario che verrà stornato in fase di liquidazione mensile del mese di dicembre (entro il 16 gennaio successivo) o in sede di liquidazione annuale…

Continua a leggere...

Compenso amministratori: la verifica del pagamento

Al termine dell’esercizio l’azienda deve verificare l’avvenuto pagamento dei compensi spettanti agli amministratori così come deliberati dall’assemblea dei soci. In particolare, assume rilievo, come si vedrà nel proseguo, la data del prossimo 12 gennaio, in quanto rappresenta la data entro la quale procedere alla materiale erogazione di detti emolumenti al fine di poter beneficiare della…

Continua a leggere...

L’aumento del capitale sociale

L’aumento del capitale sociale può avvenire sia tramite versamento di denaro “fresco” all’interno della società, sia tramite utilizzo di fondi e riserve già presenti all’interno del bilancio della società. Nel primo caso si ha una fase di sottoscrizione dell’aumento, a cui parteciperanno i soci o, se la delibera lo prevede, terzi soggetti; nel secondo caso…

Continua a leggere...

Contabilizzazione al 30 novembre del diritto CCIAA

Il termine di versamento del diritto annuale dovuto alla Camera di commercio dalle aziende ivi iscritte coincide con quello previsto per il versamento del primo acconto delle imposte sui redditi, con la possibilità di differire il pagamento ai successivi 30 giorni applicando la maggiorazione dello 0,40%. Ne consegue che i soggetti interessati, ovverosia: le imprese individuali, le società…

Continua a leggere...

La rilevazione dell’imposta sostitutiva sul TFR

Il prossimo 18 dicembre scadrà il termine per il versamento dell’acconto dell’imposta sostitutiva dovuta sulla rivalutazione del TFR maturata nel 2017. Al fine di approfondire i diversi aspetti dell’adempimento, nell’edizione di Euroconferencenews di lunedì prossimo verrà pubblicato un apposito contributo collegato a una specifica Scheda di studio di Dottryna. Il presente articolo si sofferma sugli…

Continua a leggere...

Il debito verso l’Erario per l’adeguamento agli studi di settore

Inviate le dichiarazione dei redditi si è ancora in tempo per accertarsi che la rilevazione delle imposte da adeguamento alle risultanze degli studi di settore sia stata fatta in maniera corretta. La scelta in tal senso comporta un aumento dell’imponibile ai fini delle imposte dirette e indirette. I maggiori ricavi o compensi hanno trovato collocazione…

Continua a leggere...