IMPOSTE INDIRETTE

“Prima casa” under 36: limite Isee anche per gli atti soggetti ad Iva

Il limite Isee di euro 40.000, che deve essere verificato in capo all’acquirente dell’immobile da destinare ad abitazione principale, oltre per fruire dell’esenzione dall’applicazione dell’imposta di registro, risulta rilevante anche per l’ottenimento del credito d’imposta per gli atti assoggettati ad Iva; questo è il principale chiarimento contenuto nella circolare 12/E pubblicata ieri, 14 ottobre 2021,…

Continua a leggere...

Imposte proporzionali se il club dilettantistico si trasforma in società di capitali

L’atto di trasformazione di un’associazione sportiva dilettantistica in una società di capitali che persegua fini di lucro è assoggettato ad imposta di registro, ipotecaria e catastale in misura proporzionale, ai sensi dell’articolo 4, comma 1, lett. a), n. 2 della Tariffa parte I, D.P.R. 131/1986. È questo il principio di diritto sancito dalla Corte di…

Continua a leggere...

Esenzione registro per gli under 36 applicabile anche ai decreti di trasferimento

L’esenzione dal pagamento delle imposte di trasferimento per i giovani con Isee ridotto è applicabile, oltre che per l’acquisto dell’abitazione, anche nel caso in cui tale acquisizione avvenga a seguito di decreto di trasferimento emesso dal tribunale: con la risposta ad istanza di interpello n. 653 pubblicata ieri, 4 ottobre 2021, l’Agenzia delle Entrate conferma…

Continua a leggere...

L’origine non preferenziale delle merci in Dogana ai fini daziari

All’atto dell’importazione in dogana di merce esportata verso il territorio doganale dell’UE, è necessario individuare correttamente i tre elementi fondamentali oggetto dell’accertamento, quali la classificazione, l’origine ed il valore delle merci in ingresso nel territorio unionale ai fini della determinazione della loro daziabilità in dogana. Riguardo in particolare l’origine, il Codice doganale dell’Unione (v. articoli…

Continua a leggere...

L’avviso di liquidazione deve indicare i criteri per il calcolo dell’imposta

“In materia di imposta di registro su atti giudiziari definitori di procedimenti nei quali il contribuente è stato parte, l’avviso di liquidazione può ritenersi adeguatamente motivato anche quando, riportando esso gli estremi identificativi essenziali sia dell’atto giudiziario medesimo (natura del provvedimento, ufficio emanante, estremi di ruolo e pubblicazione) sia dei criteri normativi e matematici di…

Continua a leggere...

Ai fini dell’imposta di registro non è cessione d’azienda il trasferimento delle quote in più atti negoziali

In tema di imposta di registro, è illegittimo l’avviso di liquidazione per imposta proporzionale di registro conseguente a riqualificazione giuridica ex articolo 20 D.P.R. 131/1986, in termini di cessione d’azienda, del trasferimento delle quote di una s.r.l. in più atti negoziali, separati fra loro ma collegati in un’unica operazione commerciale, anche se posti in essere…

Continua a leggere...

Segnalazione della mancata applicazione dell’imposta di bollo

L’imposta di bollo relativa alle fatture elettroniche dei mesi di aprile, maggio e giugno 2021 è stata conteggiata dall’Agenzia delle entrate nell’area riservata dell’utente in Fatture e corrispettivi. Gli elenchi suddivisi tra A e B sono disponibili già da metà luglio. Ricordiamo che l’elenco A, non modificabile, raccoglie gli elementi identificativi delle fatture elettroniche ordinarie…

Continua a leggere...

L’imposta di bollo in fattura e spese sostenute in nome e per conto del cliente

Come noto, in base a quanto previsto dall’articolo 6 della Tabella allegata al D.P.R. 642/1972, l’imposta sul valore aggiunto e l’imposta di bollo sono tra loro alternative. Di conseguenza quando le fatture, le ricevute, le quietanze, le note, i conti, le lettere e i documenti di addebitamento o di accreditamento riguardano pagamenti di corrispettivi assoggettati…

Continua a leggere...

Arrivano i primi chiarimenti sull’ILCCI

Finalmente arrivano le prime interpretazioni ufficiali da parte dell’Agenzia delle entrate sull’ILCCI, l’imposta introdotta con l’articolo 1, commi 559–572, L. 160/2019 nonché sulla disciplina prevista, ai fini Irpef dall’articolo 188-bis Tuir. L’ILCCI (Imposta locale di consumo a Campione di Italia) va in sostituzione dell’Iva; infatti, sebbene dal 1° gennaio 2020 il territorio di Campione di…

Continua a leggere...

Imposta di registro al 3% per l’atto di cessione di cubatura

La cessione di cubatura è un atto: immediatamente traslativo di un diritto edificatorio di natura non reale a contenuto patrimoniale; che non richiede la forma scritta ad substantiam; trascrivibile (ai sensi dell’articolo 2643, n. 2 bis, cod. civ.); assoggettabile ad imposta proporzionale di registro come atto “diverso” avente ad oggetto prestazione a contenuto patrimoniale ex…

Continua a leggere...