IMPOSTE INDIRETTE

Imposta di registro dovuta anche se l’esecutorietà del decreto ingiuntivo è sospesa

In tema di imposta di registro sugli atti dell’autorità giudiziaria, il decreto ingiuntivo provvisoriamente esecutivo è assoggettato ad imposta anche se, in pendenza del giudizio di opposizione, l’esecutorietà dello stesso venga sospesa; ciò perché solo l’intervento di una decisione definitiva che, all’esito del giudizio di opposizione, revochi o annulli o dichiari la nullità del decreto…

Continua a leggere...

Bollo sulle fatture elettroniche: prime riflessioni

L’Agenzia delle Entrate ha definito le modalità di controllo automatizzato dell’imposta di bollo assolta sulle fatture elettroniche, con dei criteri che non sono apparentemente in linea quanto applicato generalmente dalle aziende, e potenzialmente incompatibili con il diritto comunitario; ad esempio, non viene chiesto il bollo per le operazioni escluse dalla base imponibile ai sensi dell’articolo…

Continua a leggere...

Il notaio è responsabile solidale solo per l’imposta principale

In tema di imposta di registro, ogniqualvolta la pretesa impositiva non trovi riscontro cartolare o non sia direttamente desumibile dall’atto, ma richieda l’accesso ad elementi extra-testuali o anche l’esperimento di particolari accertamenti fattuali o valutazioni giuridico-interpretative, l’Amministrazione finanziaria non potrà procedere alla notificazione al notaio dell’avviso di liquidazione integrativo. Al contrario, essa dovrà emettere, secondo…

Continua a leggere...

Verifiche automatiche per l’imposta di bollo virtuale in fattura

Con il Provvedimento prot. n. 34958, del 4 febbraio 2021, sono state dettate: le modalità tecniche per l’effettuazione delle integrazioni da parte dell’Agenzia delle entrate delle fatture inviate tramite il Sistema di Interscambio per le quali è dovuto l’assolvimento dell’imposta di bollo, nonché le modalità telematiche per la messa a disposizione, la consultazione e la…

Continua a leggere...

Imposta di bollo sulle fatture elettroniche: termini di versamento

Come noto, sulle operazioni in generale non assoggettate ad Iva (se di ammontare superiore a 77,47 euro) è dovuta l’imposta di bollo: è dovuta ad esempio sulle operazioni fuori campo Iva ex articolo 15 D.P.R. 633/1972 oppure ex articolo 7-ter D.P.R. 633/1972, sulle operazioni non imponibili con dichiarazione di intento di cui all’articolo 8, comma…

Continua a leggere...

Bollo virtuale su fatture: verso la segnalazione automatica degli errori

L’imposta di bollo deve essere assolta, in linea generale, sulle fatture (elettroniche o cartacee) non soggette ad imposta sul valore aggiunto, secondo il principio di alternatività tra Iva ed imposta di bollo. L’articolo 13, comma 1, della Tariffa, parte prima, allegata al D.P.R. 642/1972, prevede l’applicazione dell’imposta di bollo nella misura di 2 euro per…

Continua a leggere...

Riduzione del canone di affitto di azienda: registro non dovuto

Tra i soggetti che più stanno subendo le restrizioni degli ultimi provvedimenti ci sono bar, ristoranti ed attività commerciali; molti di questi esercizi operano in forza di contratto di affitto d’azienda, per cui, in molte occasioni, gli affittuari hanno rivolto ai titolari delle aziende affittate richieste di riduzione, temporanea o definitiva, del canone dovuto in…

Continua a leggere...

La disciplina del prezzo valore – II° parte

Dopo aver descritto, nelle sue linee essenziali, la disciplina del prezzo valore nella prima parte del presente contributo, in questa seconda parte verranno analizzate alcune fattispecie particolari in cui la determinazione della base imponibile dell’imposta di registro può avvenire secondo le regole dettate dalla disciplina del prezzo valore. Permuta Ad avviso dell’Amministrazione finanziaria (risoluzione 320/E/2007)…

Continua a leggere...

La disciplina del prezzo valore – I° parte

La disciplina del prezzo valore rappresenta una particolare modalità di determinazione della base imponibile delle imposte d’atto che prescinde dal prezzo pattuito, al fine far emergere i reali corrispettivi delle contrattazioni immobiliari. Tale disciplina, introdotta dall’articolo 1, comma 497, L. 266/2005 (con decorrenza dal 1° gennaio 2006), rappresenta una deroga al criterio generale di determinazione…

Continua a leggere...

Il versamento trimestrale dell’imposta di bollo sulle fatture

Scade il 20 ottobre 2020 il termine ultimo per il versamento dell’imposta di bollo relativa alle fatture elettroniche emesse nei mesi di luglio, agosto e settembre. L’imposta di bollo di 2 euro è dovuta sulle fatture di importo superiore a 77,47 euro sulle quali non è stata applicata l’Iva. Si tratta delle fatture emesse ad…

Continua a leggere...