IMPOSTE INDIRETTE

L’imposta erariale sugli aeromobili privati

L’articolo 16 D.L. 201/2011 detta “Disposizioni per la tassazione di auto di lusso, imbarcazioni e aerei”. In particolare, i commi da 11 a 15-bis prevedono e disciplinano l’imposta erariale sugli aeromobili privati di cui all’articolo 744 del Codice della navigazione, immatricolati nel Registro aeronautico nazionale tenuto dall’Enac (Ente nazionale per l’aviazione civile). Il citato articolo…

Continua a leggere...

Imposta di successione

La successione è quell’istituto giuridico, disciplinato dagli articoli da 456 a 809 codice civile, che comporta il trasferimento mortis causa dei beni e delle proprietà del defunto agli eredi. Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia, è stata pubblicata in Evolution, nella sezione “Imposte indirette”, una apposita Scheda di studio. Il presente contributo…

Continua a leggere...

Imposta di bollo

L’imposta di bollo è un’imposta indiretta, disciplinata dal D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 642, che si applica a tutti gli atti indicati nella tariffa allegata al Decreto stesso. Restano esclusi gli atti legislativi e, in alcuni casi, gli atti amministrativi dello Stato, Regioni, Province e Comuni. Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia,…

Continua a leggere...

Web tax: l’imposta per colpire i colossi del web

La web tax, ossia l’imposta sui ricavi digitali, è stata istituita dal legislatore con la Legge di Bilancio 2018 con l’intenzione di tassare i “colossi” del web che non sono residenti nel territorio statale, evitando di scaricare il peso dell’imposta sui consumatori finali e consentendo alle Web Company italiane un recupero immediato dell’imposta. Al fine…

Continua a leggere...

Accise dovute anche se i prodotti sono stati rubati

In materia di accise, il furto del prodotto ad opera di terzi e senza coinvolgimento nei fatti del soggetto passivo di per sé non esime dal pagamento dell’imposta, che resta abbuonata solo nell’ipotesi – la cui prova deve essere fornita dall’obbligato – di dispersione o distruzione del prodotto, atteso che solo in questo caso ne…

Continua a leggere...

L’imposta di registro esula da fattori extratestuali

La Legge di Bilancio 2018 (articolo 1 comma 87 L. 205/2017) modificando gli articoli 20 e 53-bis D.P.R. 131/1986 al fine di limitare la riqualificazione degli atti presentati per la registrazione ha disposto che l’imposta di registro dovrà essere determinata solo “sulla base degli elementi desumibili dall’atto medesimo, prescindendo da quelli extratestuali e dagli atti…

Continua a leggere...

Prescrizione quinquennale anche per l’imposta di registro

La Corte di Cassazione, con sentenza 26 gennaio 2018, n. 1997, è tornata ad affrontare la problematica relativa all’applicabilità dell’articolo 2953 cod. civ., riguardante la conversione del termine di prescrizione da breve a ordinario, in caso di decadenza dalla possibilità di proporre impugnazione o opporsi averso un atto di riscossione mediante ruolo o comunque di…

Continua a leggere...

Telefisco 2018: irretroattiva la nuova imposta di registro

L’Agenzia delle Entrate, in occasione dell’annuale Convegno sulle novità in materia di norme fiscali (c.d. Telefisco 2018), ha fornito un importante chiarimento in materia di imposta di registro a seguito delle modifiche all’articolo 20 D.P.R. 131/1986 ad opera della legge di Bilancio 2018. In estrema sintesi, la nuova formulazione della disposizione citata prevede che, al…

Continua a leggere...

Legge di Bilancio 2018: novità in materia di imposta di registro

L’articolo 1, comma 87, L. 205/2017 (c.d. legge di Bilancio 2018) ha modificato gli articoli 20 e 53-bis D.P.R. 131/1986 (c.d. Testo unico dell’imposta di registro), rubricati rispettivamente “interpretazione degli atti” e “attribuzioni e poteri degli uffici”, con l’intento di bloccare l’orientamento giurisprudenziale che consente di riqualificare gli atti portati alla registrazione sulla base degli…

Continua a leggere...

Agevolazione prima casa e acquisto del secondo immobile

La c.d. “agevolazione prima casa” è un particolare trattamento fiscale privilegiato previsto per il contribuente, persona fisica, che acquista per la prima volta la piena proprietà o la nuda proprietà, l’abitazione, l’uso e l’usufrutto di un’unità immobiliare non di lusso. Il criterio per individuare un’abitazione di lusso era dapprima ancorato ai requisiti elencati nel D.M….

Continua a leggere...