RISCOSSIONE

Modulo di pagamento pagoPA direttamente nelle cartelle esattoriali

In linea con le prescrizioni del “Codice dell’amministrazione digitale” (articolo 5 D.Lgs. 82/2005), nelle cartelle dell’Agenzia delle entrate-Riscossione viene introdotto il nuovo Modulo di pagamento pagoPA, che innova e agevola le modalità di pagamento verso le pubbliche Amministrazioni e i gestori di servizi di pubblica utilità. PagoPA è una piattaforma che mette in collegamento cittadini,…

Continua a leggere...

Versamento acconti: i chiarimenti delle Entrate

Con la risoluzione 93/E/2019 di ieri, 12 novembre, l’Agenzia delle entrate è intervenuta per chiarire le modalità di versamento del secondo acconto, alla luce delle novità introdotte con il Decreto fiscale (articolo 58 D.L. 124/2019). Come noto, infatti, con la richiamata disposizione è stato previsto, per i soggetti nei confronti dei quali è stata disposta…

Continua a leggere...

Compensazioni con visto di conformità: nuovi termini di decorrenza

I debiti e i crediti nei confronti dei diversi enti impositori (Stato, Inps, Regioni, Inail) risultanti dalla dichiarazione e dalle denunce periodiche contributive possono essere oggetto di compensazione tramite il modello di pagamento F24 (articolo 17 D.Lgs. 241/1997). I contribuenti che utilizzano in compensazione i crediti relativi alle imposte sui redditi, alle relative addizionali e…

Continua a leggere...

L’iscrizione di ipoteca dopo un anno dalla notifica della cartella

L’articolo 50 D.P.R. 602/1973 prevede che, se è inutilmente decorso il termine di 60 giorni dalla notificazione della cartella di pagamento, l’Agente della riscossione è legittimato a procedere ad espropriazione forzata. Tuttavia, se tale attività non è iniziata entro un anno dalla notifica della cartella di pagamento, la stessa deve essere preceduta dalla notifica di…

Continua a leggere...

Il perfezionamento della procedura di notificazione in caso di irreperibilità relativa

Il procedimento di notificazione consente di portare a conoscenza del destinatario un atto giuridico che lo riguarda per mezzo della consegna di una copia dello stesso. In materia di cartelle di pagamento, con specifico riferimento all’ipotesi di irreperibilità relativa del destinatario, occorre fare riferimento all’articolo 26 D.P.R. 602/1973, il quale, al comma 4, stabilisce che…

Continua a leggere...

Decreto fiscale: le novità in materia di compensazione

Tra le numerose novità contenute nel Decreto fiscale (D.L. 124/2019) meritano sicuramente di essere richiamate le nuove disposizioni in materia di compensazione dei crediti fiscali. L’articolo 3 D.L. 124/2019, rubricato “Contrasto alle indebite compensazioni” interviene infatti sull’articolo 17, comma 1, D.Lgs. 241/1997, estendendo la disciplina finora riservata al comparto Iva alle imposte dirette. Più precisamente,…

Continua a leggere...

Sanzioni da infedele dichiarazione imputabili anche agli accomandanti

Non possono ritenersi esenti da colpa i soci accomandanti, in virtù della mera “qualità” di socio che rivestono, per l’omesso o insufficiente esercizio dei poteri di gestione, direzione e controllo dell’attività sociale da parte dei soci accomandatari, essendo essi destinatari di obblighi di vigilanza e di controllo sullo svolgimento degli affari sociali, di consultazione dei…

Continua a leggere...

Sulla inesistenza della notifica dell’atto impugnato

L’articolo 1, comma 57, lett. b), L. 124/2017 (Legge sulla liberalizzazione per il mercato e la concorrenza), ha previsto l’abrogazione – già a far data dal 10 settembre 2017 – dell’articolo 4 D.Lgs. 261/1999, norma che sanciva l’attribuzione esclusiva a favore di Poste Italiane S.p.a. dei servizi inerenti la notificazione degli atti giudiziari ed amministrativi…

Continua a leggere...

Prescrizione quinquennale per i tributi locali

Il termine di prescrizione maturato dopo la notifica della cartella non opposta dal contribuente e relativa a tributi locali è quinquennale, atteso che la definitività data dall’omessa impugnazione non determina un mutamento del regime di prescrizione del credito iscritto a ruolo, non essendovi un accertamento giurisdizionale che conduce all’applicazione dell’actio iudicati di cui all’articolo 2953…

Continua a leggere...

Riapertura dei termini per la rottamazione: al via le nuove domande

Sono stati pubblicati, sul sito internet dell’Agenzia delle entrate-riscossione, i nuovi modelli da presentare a seguito della riapertura dei termini per la rottamazione (modello DA-2018-R) e per il saldo e stralcio delle cartelle (modello SA-ST-R). Sono pronte anche le procedure per trasmettere le domande online. Giova a tal proposito ricordare che il Decreto crescita (D.L….

Continua a leggere...