RISCOSSIONE

D.L. Cura Italia: la proroga dei versamenti nel settore dei giochi

Il D.L. 18/2020 (c.d. decreto “Cura Italia”), nell’ambito delle misure di sostegno economico e fiscale adottate per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19, interviene anche in materia di versamenti nel settore dei giochi. In particolare, l’articolo 69 prevede diverse ipotesi di sospensione e proroga di versamenti allo scopo di “consentire agli operatori della filiera del gioco…

Continua a leggere...

Pagamenti delle P.A. superiori a 5.000 euro durante l’emergenza Covid-19

Le amministrazioni pubbliche di cui all’articolo 1, comma 2, D.Lgs. 165/2001, e le società a prevalente partecipazione pubblica, prima di effettuare un pagamento superiore a 5.000 euro, sono obbligate a verificare se il beneficiario risulti inadempiente al pagamento di una o più cartelle di pagamento (ex articolo 48-bis D.P.R. 602/1973). L’eventuale inadempienza deve essere segnalata…

Continua a leggere...

Ipoteca illegittima: gli strumenti di tutela per il contribuente

Secondo quanto previsto dall’articolo 77 D.P.R. 602/1973, decorsi 60 giorni dalla notifica della cartella di pagamento o 90 giorni dalla notifica dell’accertamento esecutivo, l’Agente della Riscossione può procedere all’iscrizione di ipoteca sugli immobili del contribuente o dei coobbligati, per un importo pari al doppio della somma complessiva per la quale si procede. A tal fine,…

Continua a leggere...

Crediti d’imposta industria 4.0: regole di utilizzo in F24

Gli incentivi fiscali ricompresi nel piano nazionale industria 4.0 sono stati rivisti con la Legge di bilancio 2020 (commi da 184 a 197 L. 160/2019); da quest’anno cambiano le modalità di fruizione dell’agevolazione, mantenendo invariato l’ambito oggettivo. Ricordiamo che il beneficio fiscale è destinato agli investimenti in beni materiali e immateriali 4.0. Trattasi, nello specifico,…

Continua a leggere...

Modello F24 esteso ai versamenti per la registrazione di atti privati

Per gli atti privati presentati per la registrazione dal prossimo 2 marzo, il versamento dei tributi e dei relativi interessi, sanzioni e accessori deve essere effettuato con il modello F24: è questo quanto previsto dal Provvedimento prot. n. 18379/2020 pubblicato ieri, 27 gennaio. Come noto, il modello F24 può essere utilizzato per il versamento unificato…

Continua a leggere...

Rimborsi da procedure automatizzate tramite titoli di credito garantiti

Il Decreto 22.11.2019, pubblicato nella GU n.11 del 15/01/2020, tratta le modalità di esecuzione dei rimborsi generati mediante procedure automatizzate. In particolare, il Decreto modifica i termini e le modalità di esecuzione dei rimborsi destinati alle persone fisiche, al fine di garantire una maggior tracciabilità degli stessi, allineandosi allo sviluppo di nuovi e più sicuri…

Continua a leggere...

Sospensione giudiziale della riscossione: calcolo interessi di mora

In via generale, la cartella di pagamento è necessaria per la riscossione delle somme iscritte a ruolo dall’ente impositore, oltre ai relativi interessi, aggi e spese di esecuzione. Essa contiene, dunque, l’intimazione ad adempiere l’obbligo risultante dal ruolo entro il termine previsto dall’articolo 25, comma 2, D.P.R. 602/1973, ossia entro 60 giorni dalla notifica, con…

Continua a leggere...

Regolarizzazione ritardato versamento meno cara dal 2020

Con decorrenza dal 1° gennaio 2020, la misura del saggio degli interessi legali, di cui all’articolo 1284 cod. civ., è fissata allo 0,05% in ragione d’anno. Lo prevede il decreto del ministero dell’economia e delle finanze 12 dicembre 2019 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 14 dicembre 2019 n. 293. L’articolo 1284 cod. civ. fa riferimento…

Continua a leggere...

Il soggetto che appone il visto deve trasmettere la dichiarazione

Il soggetto che appone il visto di conformità deve essere lo stesso che predispone e trasmette la dichiarazione: in caso diverso, sono sanzionabili non solo il contribuente, ma anche il soggetto che ha apposto un visto su una dichiarazione poi non trasmessa dallo stesso oppure trasmesso una dichiarazione dallo stesso non vistata. Sono questi, in…

Continua a leggere...

Nuove regole per la presentazione dei modelli F24

Il Decreto fiscale è nuovamente intervenuto sulle modalità di presentazione dei modelli F24 che presentano compensazioni, ampliando i casi al ricorrere dei quali si rende necessario utilizzare gli strumenti telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle entrate (canali Entratel/Fisconline). Una prima modifica era intervenuta con il D.L. 50/2017, il quale, con riferimento ai soggetti titolari di…

Continua a leggere...