REDDITO IMPRESA E IRAP

La risoluzione n.98/E sul trattamento fiscale della svalutazione di immobilizzazioni materiali

Dopo la circolare n. 26/E/2012, che aveva già trattato il tema del trattamento da riservare da un punto di vista fiscale alla svalutazione delle immobilizzazioni materiali, l’Agenzia ritorna ad affrontare questa tematica con la risoluzione n. 98/E del 19 dicembre 2013. La circolare n.26/E/2012 aveva precisato come l’impresa che ha effettuato una svalutazione civilistica può…

Continua a leggere...

Acconti con metodo previsionale con incremento al 102,5%

La circolare Assonime n. 36 del 2013 dà modo di riflettere sul tema degli acconti, in particolare su quello delle società di capitali (diverse da enti bancari e creditizi che invece mostrano un incremento ben maggiore sino al 130%) che passa dal 100% al 102,5%, incremento necessario per finanziare le esenzioni IMU (sia del saldo…

Continua a leggere...

La risoluzione 87/E sull’accertamento dei costi non di competenza

Con la risoluzione n. 87/E del 28 novembre 2013 l’Agenzia torna sul tema del recupero del costo dedotto in violazione del principio di competenza. La questione era stata già affrontata con la precedente circolare n. 23/E del 2010: il documento di prassi in questione, per evitare che dalla ripresa del costo reso deducibile in un…

Continua a leggere...

L’abuso della sottocapitalizzazione può configurare elusione nei rapporti infragruppo?

La sentenza della Corte di Cassazione n. 26489/2013 del 26 novembre 2013 ha ritenuto passibile di elusione fiscale il comportamento della società italiana che, nell’ambito di un rapporto di conto corrente di corrispondenza acceso con la propria controllante estera, sosteneva e quindi deduceva fiscalmente gli interessi passivi maturati a seguito di pagamenti di propri debiti…

Continua a leggere...

Transfer pricing: a rischi inferiori è legittimo che corrispondano anche margini inferiori

La sentenza n. 92 del 1 luglio 2013 della Commissione Tributaria di I° Grado di Bolzano ha giudicato illegittimo l’avviso di accertamento emesso nei confronti di una società italiana in relazione alle cessioni di beni effettuate verso società controllate commerciali estere ad un prezzo inferiore rispetto a quello praticato a concessionari indipendenti, in quanto è…

Continua a leggere...

Maggiorazioni di prezzo e riserve nelle opere ultrannuali

L’articolo 93, comma 2, del Tuir, nel trattare della valutazione delle opere, forniture e servizi di durata ultrannuale dispone che le maggiorazioni di prezzo richieste in applicazione di disposizioni di legge o di clausole contrattuali vengano computate, finché non siano state definitivamente stabilite, in misura non inferiore al 50%. Non è raro riscontrare nella pratica…

Continua a leggere...

Compensi all’amministratore unico di Srl

La Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 25572 depositata il 14 novembre 2013, ha affrontato il tema della deducibilità dei compensi corrisposti all’amministratore unico di Srl e della sindacabilità da parte dell’Amministrazione finanziaria del loro importo, con una pronuncia che appare davvero poco convincente. Con riferimento alla prima questione, l’ordinanza in commento esclude la deducibilità…

Continua a leggere...

Sponsorizzazioni e pubblicità: limiti alla deducibilità

Nel panorama no-profit, la Legge n.398/91 rappresenta un indubbio vantaggio per tutti quegli enti che decidono di avviare un’attività commerciale accessoria a quella istituzionale, con il solo fine di generare delle entrate finanziarie indispensabili per il regolare svolgimento delle attività associative. Nonostante la norma sia stata concepita per agevolare quelle realtà del terzo settore che…

Continua a leggere...

Legge di Stabilità 2014: deduzione IRAP per o nuovi occupati

Il disegno di legge di Stabilità 2014 porta a regime la deduzione dalla base imponibile IRAP del costo riferito al personale dipendente assunto a tempo indeterminato, qualora dall’impiego scaturisca l’incremento della base occupazionale rispetto al numero dei soggetti mediamente occupati nell’esercizio precedente. L’art. 6, comma 3, del disegno di legge, con modifiche all’art. 11, commi…

Continua a leggere...

La trasformazione delle imposte anticipate in crediti di imposta

L’art. 2, commi da 55 a 59 del D.L. n. 225/2010, nella versione vigente a seguito delle modifiche e integrazioni introdotte con il successivo art. 9 del D.L. n.201/2011 prevede la possibilità di trasformare le imposte differite attive (Dta) iscritte in bilancio in crediti di imposta spendibili da parte delle società. La norma, come affermato…

Continua a leggere...