REDDITO IMPRESA E IRAP

Riserva di rivalutazione e vincolo di sospensione di imposta

Ripartendo da quanto affermato nella Massima della recente Norma di comportamento AIDC n. 211 le riserve in sospensione d’imposta si suddividono in due categorie: quelle soggette ad imposizione in qualsiasi caso di utilizzo (riserve c.d. di “tipo 1”, o in sospensione “radicale”); e, quelle soggette ad imposizione solo in caso di attribuzione ai soci (riserve…

Continua a leggere...

Rilevanza Irap dei canoni di leasing immobiliare

La circolare di Assonime n. 20/2021 affronta diversi temi che impattano sulla dichiarazione dei redditi e sulla dichiarazione Irap delle società di capitali relative all’esercizio 2020, e sui versamenti conseguentemente dovuti. Fra i temi su cui si sofferma Assonime vi è anche il contenuto della recente sentenza della Corte di Cassazione n. 7183/2021 in materia…

Continua a leggere...

La deduzione forfetaria per intermediari e rappresentanti di commercio

Tra i componenti negativi, da inserire all’interno del modello Redditi PF 2021, deve essere indicata la deduzione forfetaria delle spese non documentate riferita agli intermediari e rappresentanti di commercio. Per “intermediari” si intendono i mediatori che, ai sensi dell’articolo 1754 cod. civ., hanno il compito di mettere in relazione due o più parti per la…

Continua a leggere...

Rivalsa di portafoglio deducibile nell’esercizio della transazione

Se le parti non riescono a giungere alla definizione di un accordo per la quantificazione del valore del portafoglio il principio di competenza deve applicarsi con riguardo alla seconda parte del comma 1 dell’articolo 109 Tuir, in forza del quale “i ricavi, le spese e gli altri componenti di cui nell’esercizio di competenza non sia…

Continua a leggere...

L’Ace per i soggetti Irpef

La Legge di Bilancio 2017 (articolo 1, commi da 550 a 553, L. 232/2016) ha previsto, a decorrere dal 2016, l’applicazione, per gli imprenditori individuali e le società di persone in contabilità ordinaria, delle regole per la determinazione dell’Ace previste per i soggetti Ires. In particolare, per tali contribuenti Irpef, l’importo ammesso in deduzione corrisponde…

Continua a leggere...

Sull’indeducibilità dei compensi ai familiari

Nelle piccole realtà professionali o imprenditoriali è frequente che i familiari prestino un’attività lavorativa nei confronti del professionista o dell’imprenditore. Dal punto di vista fiscale, la relativa disciplina è regolata rispettivamente: dall’articolo 54, comma 6-bis, Tuir per quanto riguarda i compensi corrisposti ai familiari da parte di un lavoratore autonomo; dall’articolo 60 Tuir per quelli…

Continua a leggere...

Disapplicazione automatica per le società agricole senza effetto retroattivo

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 20027 del 14.07.2021, si è occupata dell’intreccio tra società agricole che optano per la determinazione del reddito su base catastale e disciplina delle c.d. società di comodo di cui all’articolo 30 L. 724/1994, affermando che “il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate n.2012/87956, emesso ai sensi dell’articolo 1,…

Continua a leggere...

Correzione di errori contabili: fiscalmente neutrale o penalizzante?

La recente circolare di Assonime n. 20/2021 affronta alcuni temi che impattano sulla dichiarazione dei redditi e sulla dichiarazione Irap delle società di capitali relative all’esercizio 2020, e sui versamenti dovuti ai fini Ires ed Irap. Il Capitolo 2 della circolare è interamente dedicato ad affrontare il contenuto di alcuni documenti di prassi pubblicati nel…

Continua a leggere...

Irap non dovuta anche se è stata presentata la dichiarazione

Anche se il contribuente ha presentato la dichiarazione Irap può comunque dimostrare, in giudizio, che non sussiste autonoma organizzazione, potendo in questo modo vedersi annullata la cartella di pagamento emessa a seguito della procedura di liquidazione automatica ex articolo 36 bis D.P.R. 600/1973. Sono questi i principi ribaditi dalla Corte di Cassazione, con l’ordinanza n….

Continua a leggere...

Con “l’esercizio lungo” l’esenzione Irap slitta di un anno

Quando la società è costituita nel 2019 con primo esercizio superiore ai 12 mesi, che termina il 31 dicembre 2020, l’esenzione Irap disposta dall’articolo 24 D.L. 34/2020 opera con riferimento al saldo relativo all’intero primo esercizio e all’acconto relativo all’esercizio 2021: la norma riferisce infatti l’agevolazione all’esercizio in corso (per il saldo) e a quello…

Continua a leggere...