REDDITO IMPRESA E IRAP

La Cassazione si concentra sulla differenza tra perdite su crediti e sopravvenienza

Con l’ordinanza n. 37174, depositata ieri, 29 novembre, la Corte di Cassazione si è soffermata sulla differenza tra perdite su crediti e sopravvenienze passive. Il caso riguarda una società che aveva emesso due note di credito relative a fatture risalenti ad esercizi precedenti, rilevando quindi una sopravvenienza passiva deducibile. Ad avviso dell’Agenzia delle entrate, però,…

Continua a leggere...

Gli effetti fiscali in capo alle società di persone delle plus/minusvalenza da recesso

L’operazione di recesso da una società di persone, al pari delle società di capitali, comporta, se la quota non viene liquidata in denaro, l’assegnazione di uno o più beni al socio recedente. Conseguentemente, in capo alla società può emergere una plusvalenza o una minusvalenza confrontando il valore normale del bene assegnato (o dei beni assegnati)…

Continua a leggere...

Acquisto di azienda con badwill per un soggetto Ias Adopter

La recente risposta all’istanza di interpello n. 538/2021 pubblicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate rappresenta un tassello certamente significativo nel contesto del controverso tema della rilevanza fiscale del c.d. “utile da buon affare” iscritto nel bilancio del cessionario di azienda Ias Adopter in applicazione delle indicazioni contenute nello Ifrs 3, in relazione ad un’operazione conclusa…

Continua a leggere...

Riserva di rivalutazione e vincolo di sospensione di imposta

Ripartendo da quanto affermato nella Massima della recente Norma di comportamento AIDC n. 211 le riserve in sospensione d’imposta si suddividono in due categorie: quelle soggette ad imposizione in qualsiasi caso di utilizzo (riserve c.d. di “tipo 1”, o in sospensione “radicale”); e, quelle soggette ad imposizione solo in caso di attribuzione ai soci (riserve…

Continua a leggere...

Rilevanza Irap dei canoni di leasing immobiliare

La circolare di Assonime n. 20/2021 affronta diversi temi che impattano sulla dichiarazione dei redditi e sulla dichiarazione Irap delle società di capitali relative all’esercizio 2020, e sui versamenti conseguentemente dovuti. Fra i temi su cui si sofferma Assonime vi è anche il contenuto della recente sentenza della Corte di Cassazione n. 7183/2021 in materia…

Continua a leggere...

La deduzione forfetaria per intermediari e rappresentanti di commercio

Tra i componenti negativi, da inserire all’interno del modello Redditi PF 2021, deve essere indicata la deduzione forfetaria delle spese non documentate riferita agli intermediari e rappresentanti di commercio. Per “intermediari” si intendono i mediatori che, ai sensi dell’articolo 1754 cod. civ., hanno il compito di mettere in relazione due o più parti per la…

Continua a leggere...

Rivalsa di portafoglio deducibile nell’esercizio della transazione

Se le parti non riescono a giungere alla definizione di un accordo per la quantificazione del valore del portafoglio il principio di competenza deve applicarsi con riguardo alla seconda parte del comma 1 dell’articolo 109 Tuir, in forza del quale “i ricavi, le spese e gli altri componenti di cui nell’esercizio di competenza non sia…

Continua a leggere...

L’Ace per i soggetti Irpef

La Legge di Bilancio 2017 (articolo 1, commi da 550 a 553, L. 232/2016) ha previsto, a decorrere dal 2016, l’applicazione, per gli imprenditori individuali e le società di persone in contabilità ordinaria, delle regole per la determinazione dell’Ace previste per i soggetti Ires. In particolare, per tali contribuenti Irpef, l’importo ammesso in deduzione corrisponde…

Continua a leggere...

Sull’indeducibilità dei compensi ai familiari

Nelle piccole realtà professionali o imprenditoriali è frequente che i familiari prestino un’attività lavorativa nei confronti del professionista o dell’imprenditore. Dal punto di vista fiscale, la relativa disciplina è regolata rispettivamente: dall’articolo 54, comma 6-bis, Tuir per quanto riguarda i compensi corrisposti ai familiari da parte di un lavoratore autonomo; dall’articolo 60 Tuir per quelli…

Continua a leggere...

Disapplicazione automatica per le società agricole senza effetto retroattivo

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 20027 del 14.07.2021, si è occupata dell’intreccio tra società agricole che optano per la determinazione del reddito su base catastale e disciplina delle c.d. società di comodo di cui all’articolo 30 L. 724/1994, affermando che “il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate n.2012/87956, emesso ai sensi dell’articolo 1,…

Continua a leggere...