REDDITO IMPRESA E IRAP

La rivalutazione dei beni d’impresa prevista dal Decreto Agosto

L’articolo 110 del Decreto Agosto (D.L. 104/2020) ha riaperto i termini per rivalutare i beni d’impresa apportando, tuttavia, delle modifiche rispetto alla medesima disposizione contenuta nella Legge di bilancio 2020 (articolo 1, commi da 696 a 704, L. 160/2019). Nello specifico, le principali novità riguardano: l’eliminazione del vincolo delle categorie omogenee; la possibilità di non…

Continua a leggere...

Isa e benefici premiali

L’elaborazione del Modello Isa relativo al periodo d’imposta 2019, parte integrante del Modello Redditi 2020 che va presentato entro il prossimo 30 novembre, consente l’attribuzione di rilevanti premialità ai contribuenti che, anche a seguito dell’indicazione di ulteriori componenti positivi per migliorare il profilo di affidabilità, presentano un punteggio Isa adeguato. Come noto, il comma 11…

Continua a leggere...

Saldo e acconto Irap non dovuto per gli enti non commerciali

L’articolo 24 D.L. 34/2020 (c.d. Decreto Rilancio), con la finalità di finanziare (in maniera indiretta) le imprese e i lavoratori autonomi, ha previsto, in presenza di precise condizioni, la non debenza del saldo Irap 2019 e della prima rata di acconto in relazione al periodo d’imposta 2020. Sotto il profilo soggettivo la disposizione interessa: i…

Continua a leggere...

Azzeramento saldo Irap e compilazione della dichiarazione

Con la circolare 25/E/2020 l’Agenzia delle entrate ha fornito importanti indicazioni con riferimento alla previsione riguardante l’azzeramento del saldo Irap 2019 e del 1° acconto Irap 2020 contenuta nell’articolo 24 del cosiddetto Decreto Rilancio (D.L. 34/2020), recentemente convertito dalla L. 77/2020. In particolare, tra i commenti forniti dall’Agenzia, è emerso un “inatteso” quanto sgradito obbligo…

Continua a leggere...

Participation exemption: le partecipazioni a cui si applica l’esenzione

L’articolo 87 Tuir disciplina l’istituto delle plusvalenze esenti (la c.d. “participation exemption” o più semplicemente “pex”) in base al quale viene prevista la parziale irrilevanza fiscale delle plusvalenze relative alle cessioni di partecipazioni che presentano determinati requisiti. Il legislatore, mutuando tale istituto da altri Paesi europei, ha inteso agevolare la circolazione di compendi aziendali detassando…

Continua a leggere...

Deducibilità delle spese di manutenzione: nuovi profili interpretativi

Il trattamento fiscale delle spese di manutenzione varia in ragione della natura della spesa sostenuta (ordinaria o straordinaria) e del titolo giuridico in base al quale si possiede il bene per cui sono state sostenute le spese (beni propri o beni di terzi). I costi legati alle manutenzioni straordinarie (ampliamenti, ammodernamenti, sostituzioni che producono un…

Continua a leggere...

La participation exemption: il requisito della commercialità

Lo svolgimento di un’attività commerciale da parte della società partecipata è uno dei requisiti previsti dall’articolo 87 Tuir affinché una cessione di una partecipazione possa essere considerata esente al 95%. Il requisito dello svolgimento di un’attività commerciale, a cui è subordinato il regime di esenzione, deve essere valutato in base ai criteri previsti dell’articolo 55…

Continua a leggere...

Per il test di operatività attenzione ai beni in leasing riscattati

La verifica dell’operatività è uno dei passaggi dichiarativi più scomodi per le società, in particolar modo (ma non solo) per quelle che hanno investito nel comparto immobiliare. La verifica dell’operatività è operazione piuttosto laboriosa in quanto occorre procedere alla classificazione dei beni nelle diverse categorie, verificare acquisti e cessioni in corso d’anno e quindi procedere…

Continua a leggere...

La deduzione degli oneri finanziari nella nuova disciplina

La novellata disciplina della deduzione degli interessi passivi ed oneri finanziari di cui all’articolo 96 Tuir, come emendata dal D.Lgs. 142/2018 (c.d. Decreto Atad), applicabile a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2018, porta con sé diverse novità. Vediamo in modo particolare come si atteggia il meccanismo di deduzione…

Continua a leggere...

Consolidato fiscale “orizzontale”: possibile apertura alla continuità

Nell’ambito del regime del consolidato fiscale, la novità che venne introdotta nel 2015 dal Decreto internazionalizzazione sull’esercizio del c.d. “consolidato fra sorelle” o “consolidato orizzontale” fu salutata con molto favore nella pratica professionale, soprattutto nell’ambito dei gruppi d’imprese con base europea; infatti, il nostro ordinamento ha in questo modo consentito che al regime in questione…

Continua a leggere...