REDDITO IMPRESA E IRAP

La regolarizzazione del magazzino tra errore contabile e L. 213/2023

Che rapporto esiste tra la regolarizzazione del magazzino ex L. 213/2023, e la regolarizzazione quale risultato di una normale procedura di correzione dell’errore contabile? È possibile ottenere il riconoscimento fiscale del diverso valore delle rimanenze senza versare l’imposta sostitutiva di cui alla L. 213/2023? Una questione spesso sollevata dagli operatori è capire se vi sono…

Continua a leggere...

Competenza delle perdite su crediti

Ai fini della determinazione del reddito d’impresa dei soggetti diversi da banche, altre società finanziarie e imprese di assicurazione, il trattamento fiscale degli oneri derivanti dalla inesigibilità dei crediti divenuta “definitiva” (c.d. perdite su crediti) risulta disciplinato dall’articolo 101, comma 5, Tuir, secondo cui le perdite su crediti sono deducibili dal reddito d’impresa (senza limiti…

Continua a leggere...

Certezza e probabilità nelle perdite su crediti: “nozioni solo convenzionali”

Nell’indagine del regime fiscale delle perdite su crediti va distinta la presunta inesigibilità del credito per prospettiche cause di insolvenza del creditore, dalla fattispecie relativa all’estinzione del titolo giuridico alla base del credito medesimo. Le 2 fattispecie all’evidenza non si accomunano sul piano dei presupposti, anche se l’Amministrazione finanziaria tendenzialmente pone alla base di entrambe…

Continua a leggere...

Bonus edilizi fuori dall’imponibile Ires dell’impresa committente

La Norma di comportamento AIDC n. 224 affronta un tema spinoso (e alquanto dibattuto in dottrina), ossia quello del regime fiscale a cui assoggettare, in capo all’impresa committente delle opere, ai fini delle imposte sul reddito, le detrazioni d’imposta dalla stessa maturate (e trattenute in proprio), a fronte delle spese sostenute per lavori di ristrutturazione…

Continua a leggere...

L’operazione di trasformazione societaria non interrompe l’holding period

L’articolo 87 Tuir disciplina l’istituto delle plusvalenze esenti, prevedendo la tassazione nel limite del 5% dell’ammontare della plusvalenza derivante dalla cessione di partecipazioni integranti determinati requisiti, mentre, al ricorrere dei medesimi requisiti, la minusvalenza è indeducibile al 100%. L’esenzione della plusvalenza non è totale, in quanto il legislatore ha inteso rendere indeducibili i costi, determinati…

Continua a leggere...

Valore degli omaggi dei beni autoprodotti dall’impresa

L’approssimarsi del periodo natalizio ripropone, come ogni anno, alcune questioni relative al trattamento dei beni destinati ad omaggio. La norma di riferimento è l’articolo 108, comma 2, Tuir, il quale riconosce la piena deducibilità delle spese relative a beni distribuibili gratuitamente, se di “valore unitario non superiore a 50 Euro”. Va da subito sottolineato che…

Continua a leggere...

Errori contabili: un cantiere aperto

La rilevanza fiscale alle poste contabilizzate a seguito del processo di correzione degli errori contabili costituisce probabilmente l’intervento più significativo, quanto meno dal punto di vista sistematico, nell’ambito delle previsioni di semplificazione in materia di imposte dirette contenute nel D.L. 73/2022. Tecnicamente, il comma 1, lettera b), dell’articolo 8, D.L. 73/2022 modifica direttamente il comma…

Continua a leggere...

La deduzione dei costi “non imputabili” al conto economico

L’articolo 109, comma 4, Tuir, fissa per la deducibilità fiscale dei componenti negativi di reddito, il noto principio della preventiva imputazione, stabilendo espressamente che “le spese e gli altri componenti negativi non sono ammessi in deduzione se e nella misura in cui non risultano imputati al conto economico relativo all’esercizio di competenza”; il secondo periodo…

Continua a leggere...

Riforma tributaria. I primi commenti alle novità in materia di Ires

È diventata Legge dello Stato il DDL per la Riforma tributaria. Si tratta della L. 111/2023 e ora non resta che attendere i Decreti delegati per l’applicabilità concreta dei principi contenuti nell’impianto normativo di cui sopra. Già oggi, però, è possibile una analisi delle direzioni verso le quali si avvierà la Riforma fiscale e tra…

Continua a leggere...

Immobili patrimonio e deduzione delle spese di manutenzione ordinarie

Secondo quanto stabilito dall’articolo 90 Tuir, gli immobili non strumentali (cd. “patrimonio”) detenuti dalle imprese concorrono alla formazione del reddito d’impresa secondo le regole stabilite per i redditi fondiari (ovvero in base all’articolo 70, comma 2, Tuir, se ubicati all’estero). Gli immobili patrimonio, al pari di quelli strumentali per natura e per destinazione, producono reddito…

Continua a leggere...