REDDITO IMPRESA E IRAP

Il compenso amministratore non è pagato fino all’accredito

In sede di redazione della dichiarazione dei redditi delle società di capitali una delle verifiche che occorre eseguire riguarda l’avvenuto pagamento dei compensi amministratore stanziati in bilancio; sul punto, nel corso dello scorso anno, è intervenuta la Cassazione con una interpretazione non troppo condivisibile, secondo la quale il compenso erogato tramite bonifico si considera deducibile…

Continua a leggere...

Leasing e super ammortamento: quali limiti

Per i beni acquistati in leasing il super ammortamento è applicabile non sull’intero canone, ma solo sulla quota capitale (che complessivamente, insieme al prezzo di riscatto, costituisce il “costo di acquisizione” del bene), con esclusione, quindi, della quota interessi. Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia, è stata pubblicata in EVOLUTION, nella sezione…

Continua a leggere...

Perdite su crediti “variabili” per i semplificati per cassa

Per i soggetti che adottano il regime di contabilità semplificata nel modello Redditi 2018 impatta per la prima volta il quadro RG da compilarsi con le nuove regole previste nell’articolo 66 Tuir, come riformulato ad opera della Legge di bilancio 2017. Come noto, infatti, le imprese individuali e le società di persone che nel 2016…

Continua a leggere...

Il regime delle perdite per i soggetti Irpef

La disciplina relativa all’utilizzo e al riporto delle perdite per i soggetti Irpef, imprese minori e lavoratori autonomi, richiede un’analisi distinta a seconda si tratti di impresa in contabilità semplificata, di impresa in contabilità ordinaria e di lavoratore autonomo. Partendo dalle imprese in contabilità semplificata e dagli esercenti arti e professioni (sia in contabilità ordinaria…

Continua a leggere...

Countdown per l’entrata in vigore del nuovo codice Privacy

Dal 25 Maggio 2018 il Codice sulla Privacy (D.Lgs. 196/2003) sarà sostituito dalle disposizioni di cui al Regolamento UE 2016/679 Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia, è stata pubblicata in EVOLUTION, nella sezione “Adempimenti”, una apposita Scheda di studio. Il presente contributo individua i principali punti che saranno oggetto di riforma. Al…

Continua a leggere...

Società agricole tassate catastalmente ammesse al consolidato fiscale

L’Agenzia delle Entrate, sollecitata con interpello, a distanza di più di un lustro torna ad occuparsi di società agricole a 360° con la risoluzione n. 28/E di ieri, offrendo alcuni chiarimenti che introducono ulteriori tasselli al mosaico della tassazione di dette società. Come noto, con l’articolo 2 D.Lgs. 99/2004 è stata introdotta la particolare figura…

Continua a leggere...

Il regime di cassa e le regole “transitorie”

L’articolo 1, comma 19, L. 232/2016 stabilisce che, nel caso di passaggio dal regime di contabilità ordinaria al regime di contabilità semplificata per cassa e viceversa, le componenti – positive e negative – che hanno già concorso alla determinazione del reddito, secondo le regole dello specifico regime (regime di competenza/contabilità ordinaria o regime di contabilità…

Continua a leggere...

Agriturismo: la forma di impresa che riscopre i sapori della terra e del Paese

L’attività di agriturismo, disciplinata dalla L. 96/2006 e dalle leggi Regionali, consiste nella ricezione ed ospitalità offerta dagli stessi imprenditori agricoli attraverso l’impiego della propria azienda in rapporto di connessione con le attività di coltivazione del fondo, di silvicoltura e di allevamento di animali Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia, è stata…

Continua a leggere...

Accantonamenti non deducibili indipendentemente dalla classificazione

L’Oic 31 dispone che la contropartita a conto economico dell’accantonamento per rischi ed oneri deve seguire la natura dell’onere per il quale viene effettuato lo stanziamento; come precisato dal D.M. 03.08.2017, tale classificazione in bilancio comunque non fa venire meno la natura di accantonamento, e quindi continuano ad operale le limitazioni previste dall’articolo 107, comma…

Continua a leggere...

Irap: autonoma organizzazione per il medico che utilizza tre studi

L’utilizzo da parte di un medico di tre studi professionali propri fa scattare il requisito dell’autonoma organizzazione con il conseguente assoggettamento ad Irap. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 7495 del 26.03.2018. Si ricorda che il presupposto dell’Irap è l’esercizio abituale, nel territorio delle regioni, di attività autonomamente organizzate dirette alla…

Continua a leggere...