PATRIMONIO E TRUST

Il Decreto Fiscale chiarisce la tassazione dei trust esteri

Con l’articolo 13, il Decreto Fiscale collegato alla Manovra 2020 introduce un importante elemento di chiarezza nella problematica della tassazione dei redditi dei trust esteri. La questione era stata affrontata dall’Agenzia delle Entrate in un passaggio specifico nella ben nota circolare 61/E del 2010, che non aveva fatto altro che alimentare l’incertezza a livello interpretativo…

Continua a leggere...

La pianificazione del passaggio generazionale … carpe diem!

Pur avendo studiato come molti latino a scuola, devo confessare che non ho grandi “reminiscenze”, se non alcune frasi che sono misteriosamente rimaste impresse nella mia memoria. Una è quella celeberrima di Orazio – “Carpe diem quam minimum credula postero” – di cui spesso abusiamo, ma che credo si attagli benissimo al tema della pianificazione…

Continua a leggere...

La responsabilità solidale per l’omesso versamento delle imposte del trust

Nel contributo pubblicato nella giornata di ieri (“La Cassazione e le (soltanto apparenti) “certezze” sulla fiscalità indiretta del trust”), abbiamo visto come vi siano ancora molti dubbi su quale debba essere la corretta tassazione dal punto di vista della fiscalità indiretta dei trust. Seguendo la tesi propugnata dall’Agenzia delle Entrate, che richiede di liquidare le…

Continua a leggere...

La Cassazione e le (soltanto apparenti) “certezze” sulla fiscalità indiretta del trust

Con 12 sentenze concentrate in due giornate soltanto (rispettivamente 7 il 21 giugno e 5 il 12 settembre), la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione ha “apparentemente” indicato agli operatori “la” strada da seguire per la corretta tassazione a livello di fiscalità indiretta dei trust. Sottolineo “apparentemente” perché non riesco a condividere il favore con…

Continua a leggere...

Sì al beneficio fiscale per il donatario d’azienda che ne trasferisce la nuda proprietà

Il proprietario di azienda ricevuta con atto a titolo gratuito, che entro il termine di cinque anni dall’acquisto trasferisce a terzi la sola nuda proprietà della medesima o di un ramo di essa mantenendone l’usufrutto, non decade dall’esenzione dell’imposta di donazione di cui ha beneficiato ex articolo 3, comma 4-ter, D.Lgs. 346/1990, poiché ciò gli…

Continua a leggere...

Il diritto di prelazione nei contratti di locazione

La prelazione rappresenta quel diritto che attribuisce al titolare una posizione di preferenza rispetto ad altri soggetti, a parità di condizioni, ai fini della costituzione di un determinato negozio giuridico. Il diritto di prelazione può trovare il suo fondamento o nella legge (cd. prelazione legale) o nell’accordo delle parti (cd. prelazione volontaria). La prima ipotesi…

Continua a leggere...

Patto di famiglia e imposta di donazione

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 32823/2018, ha affermato taluni rilevanti principi in merito al trattamento fiscale, ai fini dell’imposta di donazione, da riservare ai trasferimenti oggetto del patto di famiglia. Tale istituto – disciplinato dagli articoli 768-bis e ss. cod. civ. – è il contratto con cui l’imprenditore (ovvero il titolare di partecipazioni…

Continua a leggere...

Meritevole di tutela il vincolo di destinazione a favore dei chirografari

Il vincolo di destinazione ex articolo 2645-ter cod. civ. costituito da una società a responsabilità limitata anteriormente al deposito del ricorso per concordato preventivo è meritevole di tutela, qualora sia finalizzato a consentire la soddisfazione proporzionale dei creditori non muniti di cause di prelazione. È questo il principio di diritto che la Corte di Cassazione…

Continua a leggere...

Tassazione indiretta del trust: la confusione regna sovrana

Con l’ordinanza 734/19, depositata in cancelleria il 15 gennaio, la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione torna sulla fiscalità indiretta del trust, con il medesimo collegio giudicante delle due ordinanze 31445/2018 e 31446/2018, pubblicate lo scorso 5 dicembre. La pronuncia è quindi conseguentemente in parte sovrapponibile con le due precedenti, ma la fattispecie esaminata in…

Continua a leggere...

La dichiarazione di successione e il versamento dell’imposta

La dichiarazione di successione deve essere presentata entro 12 mesi dalla data di apertura della successione che, di norma, coincide con la data del decesso del de cuius. I soggetti obbligati alla presentazione della dichiarazione sono: gli eredi, i chiamati all’eredità e i legatari, purché non vi abbiano espressamente rinunciato o, non essendo nel possesso…

Continua a leggere...