PATRIMONIO E TRUST

Trust senza regime transitorio per i dividendi

Con la risposta ad interpello n. 454 del 16.9.2022 l’Agenzia delle Entrate ha dato una interpretazione personale ed avulsa dal dato normativo sul regime transitorio della tassazione dei dividendi percepiti da persone fisiche. Come noto, l’articolo 1, comma 1006, L. 205/2017 prevede l’applicazione del regime previgente all’introduzione della tassazione sostitutiva del 26% per i dividendi,…

Continua a leggere...

Note sulla stesura dell’atto di trust

La stesura dell’atto di trust è un’operazione oltremodo delicata. Un tempo si era soliti raccomandare di non fare affidamento ai trust ciclostile, copiati e incollati in modo acritico da altri atti. A prima vista due distinti atti di trust redatti dallo stesso professionista potrebbero risultare quasi uguali. In realtà, ben può accadere che anche una…

Continua a leggere...

Il trust socio di società di persone con responsabilità limitata

La fattispecie del Trustee socio con responsabilità limitata è frequente nella prassi professionale e non presenta profili di criticità. È, infatti, frequente che vengano inserite in Trust le quote di socio accomandante di una sas. È appena il caso di ricordare che, contestualmente alla disposizione, si modificano inoltre i patti sociali. Chiariamo con un esempio….

Continua a leggere...

L’interposizione del trust nella recente prassi dell’Agenzia

Nel corso dell’ultimo anno l’Agenzia delle entrate è entrata sul tema dell’interposizione del trust con tre risposte ad interpello. La prima, in odine temporale, è la risposta ad interpello n. 796 del 1° dicembre 2021. Leggendo la risposta, emerge che l’interposizione discenderebbe dal fatto che il potere gestionale del trustee risulta subordinato al preventivo consenso…

Continua a leggere...

Il costo fiscalmente riconosciuto delle partecipazioni detenute dal trust

La risposta ad interpello n. 401 di ieri affronta un caso, invero a prima vista non particolarmente interessante, di un trust trasparente che percepisce dividendi da una società di capitali e che li imputa ai beneficiari del reddito. Si tratta di un trust che riceve dividendi e realizza plusvalenze da società di capitali, dove il…

Continua a leggere...

Tassazione dubbia dei beneficiari del trust estero comunitario in Redditi 2022

La campagna dichiarativa è in pieno svolgimento ma i beneficiari residenti in Italia di trust comunitari sono ancora attanagliati da dubbi circa la possibile natura paradisiaca del trust stesso. In un precedente intervento abbiamo segnalato che il beneficiario di un trust estero risulta tassato per cassa sulle attribuzioni ricevute dal trustee, ma solo se il…

Continua a leggere...

La quotazione come strumento per il passaggio generazionale e azioni con voto plurimo: caso pratico

Abbiamo analizzato, in precedenti interventi, come la quotazione sia uno strumento utile per il passaggio generazionale, vincendo quelle che sono le resistenze nel pensare che la quotazione sia uno strumento: che complica eccessivamente la vita dell’impresa “tipica” italiana; resistenza vinta dal fatto che la quotazione in mercati non regolamentati, al massimo, migliora la capacità di…

Continua a leggere...

Il contratto di locazione deve essere risolto in forma scritta

Come noto, nell’ambito dei contratti di locazione abitativa, il conduttore può recedere in qualunque momento dal contratto di locazione, nei casi previsti dal contratto di locazione, oppure, per legge, qualora ricorrano gravi motivi, dando comunicazione al locatore con preavviso di sei mesi. Il locatore, invece, non può recedere liberamente dal contratto, e un’eventuale clausola inserita…

Continua a leggere...

La quotazione come strumento per il passaggio generazionale: azioni con voto plurimo

Come evidenziato in un precedente intervento, la perdita del controllo ha rappresentato – e rappresenta ancora oggi – uno dei principali “ostacoli” alla decisione degli imprenditori italiani di rivolgersi alla borsa (dunque al capitale di rischio) per finanziare lo sviluppo della propria azienda, in luogo del “tradizionale” ricorso al canale bancario (dunque al capitale di…

Continua a leggere...

La quotazione come strumento per il passaggio generazionale di impresa

La struttura imprenditoriale delle imprese italiane, come a tutti noto, è fatta principalmente da quelle che sono definite micro/piccole e medie imprese, con prevalenza di quelle appartenenti alla citata prima categoria; il 99% delle imprese italiane sono, infatti, PMI di cui l’85% sono a conduzione familiare e nelle quali un imprenditore su 5 ha più…

Continua a leggere...