PATRIMONIO E TRUST

Sì al beneficio fiscale per il donatario d’azienda che ne trasferisce la nuda proprietà

Il proprietario di azienda ricevuta con atto a titolo gratuito, che entro il termine di cinque anni dall’acquisto trasferisce a terzi la sola nuda proprietà della medesima o di un ramo di essa mantenendone l’usufrutto, non decade dall’esenzione dell’imposta di donazione di cui ha beneficiato ex articolo 3, comma 4-ter, D.Lgs. 346/1990, poiché ciò gli…

Continua a leggere...

Il diritto di prelazione nei contratti di locazione

La prelazione rappresenta quel diritto che attribuisce al titolare una posizione di preferenza rispetto ad altri soggetti, a parità di condizioni, ai fini della costituzione di un determinato negozio giuridico. Il diritto di prelazione può trovare il suo fondamento o nella legge (cd. prelazione legale) o nell’accordo delle parti (cd. prelazione volontaria). La prima ipotesi…

Continua a leggere...

Patto di famiglia e imposta di donazione

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 32823/2018, ha affermato taluni rilevanti principi in merito al trattamento fiscale, ai fini dell’imposta di donazione, da riservare ai trasferimenti oggetto del patto di famiglia. Tale istituto – disciplinato dagli articoli 768-bis e ss. cod. civ. – è il contratto con cui l’imprenditore (ovvero il titolare di partecipazioni…

Continua a leggere...

Meritevole di tutela il vincolo di destinazione a favore dei chirografari

Il vincolo di destinazione ex articolo 2645-ter cod. civ. costituito da una società a responsabilità limitata anteriormente al deposito del ricorso per concordato preventivo è meritevole di tutela, qualora sia finalizzato a consentire la soddisfazione proporzionale dei creditori non muniti di cause di prelazione. È questo il principio di diritto che la Corte di Cassazione…

Continua a leggere...

Tassazione indiretta del trust: la confusione regna sovrana

Con l’ordinanza 734/19, depositata in cancelleria il 15 gennaio, la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione torna sulla fiscalità indiretta del trust, con il medesimo collegio giudicante delle due ordinanze 31445/2018 e 31446/2018, pubblicate lo scorso 5 dicembre. La pronuncia è quindi conseguentemente in parte sovrapponibile con le due precedenti, ma la fattispecie esaminata in…

Continua a leggere...

La dichiarazione di successione e il versamento dell’imposta

La dichiarazione di successione deve essere presentata entro 12 mesi dalla data di apertura della successione che, di norma, coincide con la data del decesso del de cuius. I soggetti obbligati alla presentazione della dichiarazione sono: gli eredi, i chiamati all’eredità e i legatari, purché non vi abbiano espressamente rinunciato o, non essendo nel possesso…

Continua a leggere...

Le aliquote e le franchigie applicabili per l’imposta di successione

Una volta individuata la base imponibile, si veda il precedente contributo, l’imposta di successione viene determinata applicando le aliquote e le eventuali franchigie che dipendono dal rapporto di coniugio o parentela esistente fra il de cuius e l’erede o legatario. Nel caso in cui l’avente causa sia il coniuge o un parente in linea retta,…

Continua a leggere...

Il regime di esenzione per il passaggio generazionale di aziende e partecipazioni

Il comma 4-ter dell’articolo 3 del TUS prevede un importante regime agevolativo per favorire il passaggio generazionale delle aziende di famiglia, anche quando questo si realizza in via “indiretta”, attraverso il trasferimento delle partecipazioni nei veicoli societari che le detengono. La norma stabilisce che siano esenti dall’imposta sulle successioni i trasferimenti di aziende o rami…

Continua a leggere...

La determinazione della base imponibile dell’imposta di successione

In un precedente contributo abbiamo esaminato le situazioni in cui deve essere corrisposta l’imposta di successione. Soffermiamoci oggi sulle regole da seguire per determinarne la base imponibile. Questa è data dalla differenza, alla data di apertura della successione, fra il valore complessivo dei beni e dei diritti che compongono l’attivo ereditario, e quello delle passività…

Continua a leggere...

Imposta di successione: ambito di applicazione e trasferimenti esclusi

Dopo esserci soffermati in precedenti contributi sugli aspetti giuridici della successione, analizziamo quelle che sono le implicazioni di carattere fiscale, legate all’applicazione dell’imposta di successione e donazione. Prima soppressa nel 2001 dal Governo Berlusconi, quindi reintrodotta nel 2006 dal Governo Prodi, l’imposta di successione e donazione, garantendo un gettito annuo “modesto”, quantificabile in 500 milioni…

Continua a leggere...