IMU E TRIBUTI LOCALI

Il fabbricato esiste fiscalmente dall’accatastamento

L’accatastamento del fabbricato ne fa presumere il completamento e quindi obbliga il contribuente a pagare l’IMU (e la TASI) dovuta su tale immobile: questo è il pensiero della Cassazione espresso nella sentenza n. 20319 del 23 agosto 2017. Confermando una linea interpretativa ormai consolidata, i giudici della Suprema Corte individuano nell’iscrizione catastale il presupposto che…

Continua a leggere...

Fictio iuris sui fabbricabili estesa ai comproprietari non coltivatori

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 22486 del 27 settembre 2017, è tornata a occuparsi di Ici, con specifico riferimento all’agevolazione, ora estendibile anche ai fini Imu, prevista per il mondo agricolo, in ragione della quale, per fictio iuris, i terreni edificabili posseduti e condotti da coltivatori diretti e/o Iap non si considerano tali,…

Continua a leggere...

I fabbricati collabenti sono esenti da IMU e TASI

I fabbricati collabenti iscritti in categoria catastale F/2 – ed in quanto tali privi di rendita catastale – sono esonerati dal prelievo comunale. Questa è la posizione espressa dalla Cassazione nella sentenza n. 17815 del 19 luglio 2017; la posizione dei giudici si poggia sulla constatazione che detti immobili non possono essere considerati aree fabbricabili…

Continua a leggere...

Rettifica retroattiva per la rendita solo se l’errore è dell’Ufficio

Il tema della rettifica della rendita catastale si arricchisce di un ulteriore tassello. È ben noto il principio generale per cui le rettifiche di rendita finalizzate a correggere errori hanno effetto retroattivo, poiché la nuova rendita si va a sostituire alla precedente: secondo la Cassazione tale principio però vale solo ed esclusivamente quando la correzione…

Continua a leggere...

Per l’esenzione Imu non rileva il Comune di residenza

Il settore dell’agricoltura è destinatario, da un punto di vista tributario, di una serie di norme agevolative che delineano un quadro di insieme di indubbio favore, rispetto alle ordinarie attività commerciali. Da tale filo conduttore non si discosta nemmeno l’imposizione locale, nello specifico l’Imu che nel tempo ha ereditato tutte le agevolazioni originariamente previste in…

Continua a leggere...

L’effettivo asservimento della pertinenza vincola l’esonero IMU

Una pertinenza beneficia del trattamento previsto per l’abitazione principale (attualmente esenzione IMU e TASI) solo nel momento in cui essa risulta essere effettivamente asservita all’immobile principale: in altre parole, serve che sia presente una effettiva e concreta destinazione della cosa al servizio od ornamento di un’altra, sulla base di un vincolo di accessorietà durevole, che…

Continua a leggere...

Finzione non edificabilità aree: esenzione IMU al nodo pensionamento

La Cassazione, con una recente sentenza (n. 13745 del 31 maggio 2017), è intervenuta sul tema della finzione di non edificabilità delle aree, affermando che il pensionamento dell’imprenditore agricolo comporta automaticamente la perdita dell’esonero dai tributi comunali. Va segnalato come tale pronuncia riguardi l’ICI, ma non pare applicabile all’IMU, perlomeno in maniera piana, vista la…

Continua a leggere...

IMU e TASI: variazioni agli strumenti urbanistici con effetti differiti

Quando lo strumento urbanistico generale attribuisce natura edificabile ad un terreno, la rilevanza ai fini dell’applicazione dei tributi comunali deve essere rinviata al primo gennaio dell’anno successivo: questa è la posizione assunta dalla Cassazione nella sentenza 2901 del 3 febbraio 2017. La pronuncia, riferendosi all’annualità 2001, riguardava l’ICI, ma per identità dei presupposti impositivi può…

Continua a leggere...

TARI “maggiorata” per i bed and breakfast

L’attività di bed and breakfast è generalmente svolta da soggetti privati che, disponendo di alcune stanze libere, decidono di metterle a disposizione degli ospiti. Non configurandosi un’attività imprenditoriale, generalmente i contribuenti ritengono di dover versare anche la tassa sui rifiuti (oggi TARI), come una normale abitazione privata. Tuttavia è ormai pacifico che i Comuni possano…

Continua a leggere...

Pertinenze esenti ai fini IMU e TASI

Al pari degli immobili adibiti ad abitazione principale del contribuente (a destinazione abitativa censiti in categorie catastali diverse da A/1, A/8 e A/9) sono esenti sia da IMU che da TASI anche le relative pertinenze. È però necessario definire con precisione quali e quanti fabbricati possono ottenere l’esonero dal prelievo. La definizione di pertinenza Ai…

Continua a leggere...