IMPOSTE SUL REDDITO

Il periodo d’imposta di scomputo delle ritenute di acconto dipende dal momento di effettuazione

Il legislatore ha previsto, in maniera piuttosto diffusa, la riscossione delle imposte mediante il meccanismo della sostituzione d’imposta. Le ritenute che opera il sostituto d’imposta, individuato dall’articolo 23, D.P.R. 600/1973, possono essere effettuate a titolo di: imposta; acconto. Le prime esauriscono il rapporto tributario, infatti, il contribuente, una volta subita la ritenuta, non ha più…

Continua a leggere...

Locazioni brevi e plusvalenza su immobili dal 2024

Con la Legge di bilancio 2024 si attivano alcune modifiche alla disciplina fiscale delle locazioni brevi e delle plusvalenze in caso di cessione a titolo oneroso di beni immobili (articolo 18, AS 926). Per locazioni brevi si intendono i contratti di locazione di immobili ad uso abitativo di durata non superiore a 30 giorni, ivi…

Continua a leggere...

Il regime di trasparenza dei soggetti Irpef

Il regime della trasparenza nell’attribuzione del reddito d’impresa, ovvero di lavoro autonomo prodotto dai soggetti Irpef in forma associata, è regolato dall’articolo 5 Tuir. Con ciò si deve intendere che il reddito è imputato a ciascun socio, associato o comunque partecipante, indipendentemente dalla percezione, proporzionalmente alla sua quota di partecipazione agli utili. Per le società…

Continua a leggere...

Società agricole e opzione per la determinazione catastale del reddito

La chiusura dell’anno solare offre alle società agricole l’opportunità di effettuare qualche considerazione in merito a quale sia il regime fiscale più conveniente, sia per quanto riguarda l’imposizione diretta sia l’Iva. Soffermando l’attenzione sulla prima fattispecie, si deve innanzitutto evidenziare come tale possibilità di poter “scegliere” tra due diverse forme impositive, nella realtà, non spetta…

Continua a leggere...

Trattamento fiscale dei compensi e dei premi degli sportivi dilettanti

L’articolo 36, D.Lgs. 36/2021, introduce regole particolari in relazione al trattamento fiscale dei compensi e dei premi percepiti dai lavoratori sportivi nell’area del dilettantismo. La distinzione tra “compensi” e “premi” trova il suo fondamento nella relazione illustrativa del decreto Correttivo della riforma dello sport, secondo cui: per “compensi” si intendono quelli percepiti “in relazione all’attività…

Continua a leggere...

Prestiti ai dipendenti: nuove regole di determinazione del fringe benefit

L’articolo 3, commi 3-bis e 3-quater, D.L. 145/2023, ha modificato, con decorrenza dal periodo d’imposta 2023, la modalità di calcolo del fringe benefit relativo ai prestiti erogati dal datore di lavoro ai dipendenti. Tale disposizione modifica l’articolo 51, comma 4, lett. b), Tuir, il quale, nella sua versione previgente, prevedeva che “in caso di concessione…

Continua a leggere...

Qualificazione fiscale dei redditi dei lavoratori sportivi dilettanti

Dallo scorso 1.7.2023, i redditi percepiti dai lavoratori sportivi nell’area del dilettantismo possono qualificarsi come redditi di lavoro dipendente o come redditi di lavoro autonomo, e non più come redditi diversi. È quanto emerge a seguito dell’entrata in vigore del D.Lgs. 36/2021, recante la riforma dello sport, il cui articolo 25 stabilisce che “è lavoratore…

Continua a leggere...

L’uscita dal forfettario e l’entrata nella flat tax

L’uscita dal regime forfettario nel corso del 2023, per superamento della soglia di euro 100.000 di ricavi/compensi, consente al contribuente di fruire della flat tax incrementale del 15%, se il reddito del 2023 è superiore al maggior reddito del triennio 2020 – 2022. È quanto emerge dalla combinazione delle normative (e dei chiarimenti resi dall’Agenzia…

Continua a leggere...

Le modifiche alla disciplina fiscale sulle locazioni brevi

Il D.D.L di bilancio per il 2024 prevede, nell’ipotesi di locazione breve di più di un appartamento, l’aumento dell’aliquota della cedolare secca. In particolare, al comma 2, dell’articolo 4, D.L. 50/2017, è prevista l’aggiunta del seguente periodo: “L’aliquota di cui al primo periodo è innalzata al 26 per cento in caso di destinazione alla locazione…

Continua a leggere...

I controlli di fine anno dei soggetti forfetari: i rapporti con precedenti datori di lavoro

Tra i controlli che il soggetto forfettario deve eseguire in corso d’anno (per il mantenimento o la fuoriuscita dal regime agevolato) rientra a pieno titolo la causa ostativa, di cui alla lett. d bis, dell’articolo 1, comma 57, L. 190/2014. In base a tale disposizione, il regime forfettario è inibito a colui che opera prevalentemente…

Continua a leggere...