IMPOSTE SUL REDDITO

La ritenuta sui contributi erogati alle aziende agricole

Tra le varie forme di sostegno alle imprese, assumono particolare rilevanza i contributi loro concessi a vario titolo, che nella prassi si distinguono tra contributi in conto esercizio, in conto impianti o in conto capitale. In caso di erogazione di contributi a fondo perduto, ai sensi dell’articolo 28, comma 2, D.P.R. 600/1973, il soggetto erogatore…

Continua a leggere...

Auto aziendali: adempimenti specifici per l’uso promiscuo al dipendente

In tema di auto aziendali, la fattispecie che richiede maggiore attenzione (proprio in quanto, come vedremo, riconosce ampi benefici fiscali) è quella per cui l’azienda acquista un’autovettura che assegna ad un dipendente affinché questo la utilizzi tanto ai fini aziendali quanto ai fini personali: tale ipotesi, definita come “uso promiscuo” viene espressamente disciplinata dal comma…

Continua a leggere...

I nuovi criteri identificativi delle società finanziarie

L’entrata in vigore del D.Lgs. 142/2018 e in particolare l’introduzione nel Tuir del nuovo articolo 162-bis ha portato all’attenzione gli effetti determinati dalla “nuova” definizione dei soggetti che svolgono un’attività “finanziaria” che, come noto, si è sostanziata nella identificazione di quattro diverse categorie. Molti aspetti di maggiore e più comune interesse derivanti da questa norma…

Continua a leggere...

Leasing immobile promiscuo deducibile per il professionista?

Il testo dell’articolo 54 Tuir, dedicato alla determinazione del reddito dei contribuenti esercenti arti e professionisti è stato oggetto, nel corso degli ultimi anni, di numerose modifiche normative che lo hanno reso, in molte situazioni, difficilmente interpretabile. La più recente modifica riguardante il trattamento degli immobili del professionista è quella recata dalla L. 147/2013, finalizzata…

Continua a leggere...

Bollette troppo basse? Non è abitazione principale

L’articolo 67, comma 1, lett. b), Tuir stabilisce che sono soggette a tassazione come redditi diversi le plusvalenze realizzate mediante cessione a titolo oneroso di beni immobili acquistati o costruiti da non più di cinque anni, esclusi quelli acquistati per successione, e le unità immobiliari urbane che per la maggior parte del periodo intercorso fra…

Continua a leggere...

Indennità di fine mandato: ritenuta d’acconto anche per il forfettario

L’agente, alla cessazione del proprio mandato, ha diritto alla c.d. “Indennità di fine mandato” espressamente prevista dall’articolo 1751 cod. civ. ai sensi del quale, “All’atto della cessazione del rapporto, il preponente è tenuto a corrispondere all’agente una indennità se ricorrono le seguenti condizioni: l’agente abbia procurato nuovi clienti al preponente o abbia sensibilmente sviluppato gli…

Continua a leggere...

Acquisto e cessione di abitazione e box auto in momenti differenti

Non sempre l’acquisto di immobili a destinazione abitativa è accompagnato dall’acquisto, nel medesimo momento, di immobili pertinenziali, così come potrebbe accadere che la cessione dell’immobile pertinenziale avvenga in un momento differente rispetto alla cessione dell’abitazione principale. Tali situazioni di scollegamento temporale potrebbero creare alcune incertezze in merito al corretto trattamento fiscale da riservare sia all’acquisto…

Continua a leggere...

Il procedimento per verificare la sussistenza di un “falso” autocarro

Dal punto di vista reddituale, i limiti alla deducibilità dei costi relativi all’acquisto e alla gestione degli autoveicoli, individuati dall’articolo 164 Tuir, operano esclusivamente con riferimento a quelli che sono classificati nelle lettere a) e m) dell’articolo 54 Codice della strada. Si tratta, in particolare delle: autovetture, veicoli destinati al trasporto di persone aventi al…

Continua a leggere...

Autoveicoli: codice della strada riferimento valido solo per le II.DD.

Relativamente alla disciplina degli autoveicoli, le classificazioni operate dal Codice della strada (viene definitivo tale il D.Lgs. 285/1992) divengono fondamentali allorquando si vanno ad esaminare le norme fiscali che introducono limitazioni alla deducibilità dei costi ad essi relativi. In particolare – ai fini delle imposte dirette – l’articolo 164 Tuir fa riferimento alle autovetture ed…

Continua a leggere...

Il trattamento tributario del servizio di monitoraggio del “dark web”

L’Agenzia delle entrate, con la risoluzione 77/E/2019, rispondendo a un’istanza di interpello, ha fornito chiarimenti interpretativi sul corretto trattamento fiscale cui sottoporre il servizio di monitoraggio del “dark web”. In particolare, nel quesito sottoposto all’attenzione dell’Amministrazione, l’istante ha precisato di essere una società che offre in Italia tale servizio avvalendosi di un’apposita piattaforma. Il “dark-web…

Continua a leggere...