DICHIARAZIONI

ISA: nel quadro A attenzione particolare all’indicazione di amministratori e soci

Il quadro A del modello Isa richiede l’indicazione delle informazioni relative al personale impiegato nell’attività; tali informazioni sono per la maggior parte ricavate dai prospetti rilasciati da chi si occupa delle paghe dell’impresa. Quando ci si trova a compilare il quadro nel modello relativo ad una società, occorre però prestare particolare attenzione ai righi che…

Continua a leggere...

Proroga dei versamenti al 30 settembre: ammessi anche i forfettari

La proroga dei versamenti al 30 settembre prevista dall’articolo 12-quinquies, commi 3 e 4, D.L. 34/2019 (c.d. “Decreto crescita”), convertito in L. 58/2019, ha creato non poca confusione tra i contribuenti, e l’Agenzia delle entrate ha ritenuto necessario intervenire per fornire i necessari chiarimenti sulla definizione dell’ambito soggettivo di applicazione con la risoluzione 64/E/2019. Con…

Continua a leggere...

Isa: benefici premiali Iva rinviati al 2020

Il contribuente che raggiunge un livello di affidabilità fiscale almeno pari a 8 per il periodo d’imposta 2018 (nel modello Redditi 2019) non potrà beneficiare dall’esonero dal visto di conformità (o dalla garanzia in caso di rimborso) in relazione ai crediti Iva del secondo e terzo trimestre 2019 che intende compensare con altri tributi. Il…

Continua a leggere...

I forfettari recuperano le ritenute in dichiarazione

Quando il contribuente che ha aderito al regime forfettario subisce una ritenuta, questa comunque può essere fatta valere all’interno della dichiarazione dei redditi a scomputo della sostitutiva dovuta, previa indicazione nel quadro RS; infatti, benché tali soggetti siano esonerati dal prelievo alla fonte, non è raro che un committente operi comunque la ritenuta. Tale soluzione,…

Continua a leggere...

Gli elementi di incoerenza bloccano il rimborso del modello 730

Con il provvedimento n. 207079/2019, pubblicato ieri, 19 giugno, l’Agenzia delle entrate ha confermato le previsioni dello scorso anno, prevedendo che “gli elementi di incoerenza delle dichiarazioni dei redditi modello 730/2019 con esito a rimborso, presentate dai contribuenti con modifiche rispetto alla dichiarazione precompilata che incidono sulla determinazione del reddito o dell’imposta, sono individuati nello…

Continua a leggere...

Il ricalcolo degli acconti Irpef 2019

In attesa dell’ufficialità della proroga dei versamenti per i soggetti interessati ai nuovi Isa, i contribuenti, entro il prossimo 1° luglio, sono tenuti a versare, oltre il saldo Irpef relativo al 2018, un anticipo sull’imposta che sarà dovuta per il 2019, sempre che nel periodo di imposta 2018 risulti un debito di importo superiore ad…

Continua a leggere...

Slittano al 30 settembre i versamenti delle imposte per i soggetti Isa

Nella giornata di oggi, 18 giugno sarà discusso in Aula, alla Camera dei deputati, il disegno di legge di conversione in legge del D.L. 34/2019 (c.d. “Decreto crescita”), recante misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi. La sua approvazione potrebbe avere effetti particolarmente rilevanti per i professionisti, soprattutto…

Continua a leggere...

I nuovi Isa e l’adeguamento a un maggior livello di affidabilità

Il rilascio del nuovo software “Il tuo Isa” permette di svolgere le prime considerazioni in merito al funzionamento dello stesso ed alle possibilità previste per il contribuente di migliorare il proprio livello di affidabilità. In tale contesto è necessario osservare che, operativamente, le software house stanno implementando in questi giorni i programmi gestionali utilizzati dagli…

Continua a leggere...

Isa: le cause di esclusione

I contribuenti esclusi dall’applicazione degli Isa devono indicare l’apposito codice che individua la situazione specifica nella casella di cui al rigo RF1/RG1/RE1 del modello Redditi 2019: L’articolo 9-bis, comma 6, D.L. 50/2017 e il D.M. 28.12.2018 hanno individuato le seguenti cause di esclusione, che esonerano dall’obbligo di compilare il modello dati Isa: Codice 1 –…

Continua a leggere...

Esclusione dagli Isa senza obblighi compilativi ma senza “premi”

In presenza di una causa di esclusione dall’applicazione dei nuovi indicatori di affidabilità fiscale (Isa) non sussiste nemmeno alcun obbligo di compilazione dei modelli ai soli fini informativi, ad eccezione delle imprese cd. “multiattività” per le quali rimane l’obbligo di presentare il modello riferito all’attività prevalente, pur in presenza della causa di esclusione. Tuttavia, tenendo…

Continua a leggere...