DIRITTO SOCIETARIO

Perdita della continuità e scioglimento anticipato della società

Se la perdita della continuità aziendale da parte di una società possa rappresentare, di per sé, una causa di scioglimento anticipato della società, è una questione abbastanza dibattuta in dottrina. Il tema è stato anche oggetto di un approfondimento interessante compiuto da Assonime (Il Caso n. 15/2017) dove sono state esposte le diverse tesi avanzate…

Continua a leggere...

Emissione azioni senza valore nominale e uso della riserva sovrapprezzo

Assonime, ne Il Caso n. 8/2018, prendendo lo spunto da una recente Massima elaborata dal Consiglio notarile di Milano – la n. 169 – compie una interessante dissertazione sulle potenzialità insite nell’utilizzo delle azioni senza valore nominale. Va premesso che, più che parlare di azioni “senza” valore nominale, sarebbe più appropriato – come si sottolinea…

Continua a leggere...

Grandi novità per le società a responsabilità limitata PMI

Il recente Studio n. 101-2018/I pubblicato dal Consiglio Nazionale del Notariato fornisce una interessante e completa disamina dei principali effetti prodotti sul diritto societario delle società a responsabilità limitata che si qualificano come “piccole e medie imprese” (PMI) per effetto del susseguirsi, a breve distanza uno dall’altro, di due interventi normativi, ovvero: il D.L. 50/2017:…

Continua a leggere...

Poteri di controllo limitati per il socio accomandante

Nelle società in accomandita semplice il controllo del socio accomandante si materializza nel diritto di avere comunicazione annuale del bilancio e del conto dei profitti e delle perdite e di controllarne l’esattezza. Non sussiste, invece, alcun diritto del socio di capitale di accedere integralmente alla documentazione sociale. Lo ha stabilito la sezione specializzata in materia…

Continua a leggere...

Possibile l’aumento di capitale con formula di “earn out”

Una recente Massima elaborata dal Consiglio notarile di Milano – la n. 170 – ha affrontato un caso interessante, ovvero quello in cui la clausola di earn out (con cui si prevede nelle operazioni di acquisto di partecipazioni un corrispettivo aggiuntivo al verificarsi di determinate condizioni sovente rappresentate da obiettivi quantitativi) non è previsto che…

Continua a leggere...

Le quote di una s.r.l. sono acquistabili per usucapione?

La possibilità di acquisire per usucapione, ai sensi dell’articolo 1161 cod. civ., il diritto di proprietà di una quota di una s.r.l. impone, in primo luogo, di esaminare la questione relativa alla natura giuridica della medesima partecipazione. L’orientamento prevalente attribuisce alla quota di partecipazione di una s.r.l. la qualità di bene mobile. La quota nella…

Continua a leggere...

Farmacie: i chiarimenti del Notariato

Sono già state affrontante, con alcuni precedenti interventi, le numerose novità in tema di gestione delle farmacie apportate dalla L. 148/2017, c.d. “legge sulla concorrenza” (“Farmacie: le novità del decreto concorrenza – I° parte” e “Farmacie e indici di bilancio – II° parte”) La principale di esse è sicuramente rappresentata dal venire meno del limite…

Continua a leggere...

Assemblea in teleconferenza anche senza previsione statutaria

Una recente Massima pubblicata dal Comitato interregionale dei Consigli notarili delle Tre Venezie (la n. H.B.39) può essere di aiuto nel semplificare l’organizzazione delle assemblee dei soci di società di capitali “chiuse” mediante l’utilizzo di sistemi di teleconferenza, anche ove lo statuto – magari perché non aggiornato da diverso tempo – non prevede e non…

Continua a leggere...

Società in nome collettivo

Le società in nome collettivo (snc) rientrano nell’ambito delle società di persone e sono disciplinate dagli articoli da 2291 a 2313 del cod. civ. e, per quanto non espressamente disciplinato dalle precedenti norme, si rinvia alle disposizioni previste per le società semplici. Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia, è stata pubblicata in…

Continua a leggere...

La Srl evita lo scioglimento da riduzione del capitale

La riduzione del capitale sociale per perdite al di sotto di 10.000 euro non determina lo scioglimento della Srl allorquando i soci deliberino di continuare l’attività “con capitale minimo”. È quanto si evince da un decreto del Tribunale di Udine depositato in cancelleria il 26 settembre 2017. È noto che la riduzione del capitale può…

Continua a leggere...