RISCOSSIONE

Tregua fiscale: le novità introdotte dal Decreto Bollette in sintesi

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il c.d. “Decreto Bollette”, il cui testo è stato diffuso in bozza. Si riassumono, nel prospetto di sintesi che segue, le principali misure previste in ambito fiscale, riguardanti, nello specifico, le disposizioni introdotte dalla Legge di bilancio in materia di “Tregua fiscale”. Tregua fiscale: nuovi termini Viene previsto uno…

Continua a leggere...

Ultimi giorni per la sanatoria sugli errori formali

Scade il 31.03.2023 il termine entro cui effettuare il versamento per sanare le irregolarità formali commesse fino al 31.10.2022, attraverso la “definizione agevolata” di cui all’articolo 1, comma 166-173, L. 197/2022 (Legge di Bilancio 2023). Questo istituto consente di regolarizzare “le irregolarità, le infrazioni e l’inosservanza di obblighi o adempimenti, di natura formale, che non…

Continua a leggere...

Compensazione a corrente alternata per gli istituti della “tregua fiscale”

La L. 197/2022 ha stabilito diverse misure riferibili alla c.d. “tregua fiscale” (articolo 1, commi 153–252), ossia quella gamma di disposizioni che permettono di definire, in maniera agevolata, alcune violazioni commesse in passato. Casistiche fra cui rientrano: la definizione delle irregolarità formali (commi 166–173), il ravvedimento speciale (commi 174–178) e la regolarizzazione delle rate omesse…

Continua a leggere...

Rottamazione-quater: utile la presentazione di più istanze

L’articolo 1, commi 231–252, L. 197/2022 (c.d. Legge di Bilancio 2023) ha introdotto, tra le altre misure agevolative, la c.d. rottamazione-quater che consente di definire in modo agevolato i debiti risultanti dai carichi affidati agli agenti della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 30 giugno 2022. Il beneficio previsto dalla “nuova” rottamazione consiste nel pagamento…

Continua a leggere...

Tregua fiscale: nuovi chiarimenti dalle Entrate

È stata pubblicata ieri, 20 marzo, la terza circolare dedicata alle disposizioni introdotte dalla Legge di bilancio 2023 in materia di c.d. “Tregua fiscale”: la circolare 6/E/2023. Con quest’ultima circolare vengono fornite risposte ad alcuni dei più frequenti quesiti, riproponendo anche alcuni chiarimenti offerti nel corso degli incontri con la stampa specializzata. In vista dell’imminente…

Continua a leggere...

Rottamazione quater: il mancato perfezionamento non preclude una nuova dilazione

Come noto, la Legge di Bilancio 2023 ha introdotto la c.d. rottamazione quater al fine di prevedere nuovamente la possibilità di definizione agevolata dei debiti risultanti dai carichi affidati agli agenti della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 30 giugno 2022. La disciplina dettata dai commi da 231 a 252 della citata legge ricalca soltanto…

Continua a leggere...

Definizione agevolata degli avvisi bonari anche per le Li.Pe.

Mercoledì, 1° febbraio, durante la seduta della Camera dei deputati, si è svolta l’Interrogazione a risposta immediata avente ad oggetto “Chiarimenti e iniziative in merito all’applicabilità alle liquidazioni periodiche Iva della modalità agevolata di definizione dei cosiddetti avvisi bonari – n. 3-00140”. All’esito della stessa, il Ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti, ha quindi confermato “l’applicabilità della…

Continua a leggere...

Gli effetti del perfezionamento della rottamazione sulle pronunce giurisdizionali

L’ultima edizione della definizione agevolata – di cui all’articolo 1, commi 231–252, L. 197/2022 – prevede la rottamazione dei debiti contenuti nei carichi affidati all’Agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 30 giugno 2022, anche se ricompresi in precedenti misure agevolative di cui si è determinata l’inefficacia, con il solo versamento delle somme do­vute a…

Continua a leggere...

Al via le domande per la rottamazione quater

È disponibile da venerdì scorso la procedura per trasmettere la domanda di adesione alla nuova Definizione agevolata (c.d. “Rottamazione quater”), che dovrà essere inviata, dai soggetti interessati, entro il 30 aprile 2023. La domanda può essere presentata soltanto telematicamente. Ciò significa, quindi, che, a differenza delle precedenti “rottamazioni” non vi sono modelli da compilare, firmare,…

Continua a leggere...

La notifica della cartella al coobbligato impedisce la decadenza

La questione relativa alla valenza della tempestiva notifica di una cartella di pagamento ad una società, quale soggetto obbligato, rispetto alla eventuale interruzione dei termini decadenziali anche nei confronti dei soci in veste di coobbligati, è stata negli ultimi anni oggetto di contrasti in giurisprudenza. Preliminarmente si ricorda che l’articolo 25 D.P.R. 602/1073 prevede che…

Continua a leggere...