RASSEGNA RIVISTE

Scade il prossimo 30 aprile 2019 il termine per la detrazione dell’Iva relativa alle fatture di acquisto ricevute nel 2018

Articolo tratto da “Circolare mensile per l’impresa – aprile 2019” Con l’ordinanza n. 1149/2019, la Cassazione esclude l’applicazione dell’imposta di successione e donazione in misura proporzionale sugli atti dispositivi di beni e diritti in un trust di scopo, ribadendo l’inesistenza di una “autonoma” imposta sui vincoli di destinazione. Continua a leggere… VISUALIZZA LA COPIA OMAGGIO DELLA…

Continua a leggere...

Gli strumenti stragiudiziali: piani attestati e accordi di ristrutturazione nella riforma del Codice della crisi

Articolo tratto da “Crisi e risanamento n. 33/2019” Il Codice della crisi d’impresa riforma gli istituti del piano attestato di risanamento e dell’accordo di ristrutturazione, recependo nella normativa le best practices professionali emanate nel corso degli ultimi anni. Tra le novità più rilevanti, con riguardo al piano attestato, viene indicato il contenuto minimo dello stesso…

Continua a leggere...

Il trust di scopo non sconta l’imposizione proporzionale

Articolo tratto da “Patrimoni, finanza e internazionalizzazione n. 19/2019” Con l’ordinanza n. 1149/2019, la Cassazione esclude l’applicazione dell’imposta di successione e donazione in misura proporzionale sugli atti dispositivi di beni e diritti in un trust di scopo, ribadendo l’inesistenza di una “autonoma” imposta sui vincoli di destinazione. Continua a leggere… VISUALIZZA LA COPIA OMAGGIO DELLA RIVISTA…

Continua a leggere...

Progetta e corri sul digitale, caro professionista

Articolo tratto da “Vision Pro n. 21/2018” Le competenze lavorative oggi hanno una durata media di 5 anni. Negli anni ’80 era di 30 anni. La formazione continua diventa strategica per la sopravvivenza, per consentire agli studi e alle persone di durare nel tempo con un appeal inalterato e in armonia con le esigenze del…

Continua a leggere...

La gestione civilistica e fiscale delle differenze inventariali

Articolo tratto da “Bilancio, vigilanza e controlli n. 2/2019” Le differenze inventariali sono un fenomeno fisiologico per le imprese commerciali e industriali, ma occorre che siano attentamente gestite, sia sotto l’aspetto civilistico, perché rappresentano costi per l’azienda, sia sotto l’aspetto fiscale, in quanto possono comportare contestazioni da parte dell’Amministrazione finanziaria, ai fini dell’Iva e delle…

Continua a leggere...

Anche le cooperative sono soggette al fallimento

Articolo tratto da “Cooperative e dintorni n. 15/2019” Attraverso la cooperazione, le idee imprenditoriali del singolo si arricchiscono. In tale ambito non esiste più, infatti, la distinzione tra dipendente e titolare, perché essere soci cooperatori vuol dire fondere insieme doti manageriali e di mutualità di lavoro, creando una forte sinergia. Pur tuttavia, quando potenziali soci decidono…

Continua a leggere...

La (non) rinunciabilità preventiva del diritto di prelazione legale agraria

Articolo tratto da “Rivista per la consulenza in agricoltura n. 35/2019” È ormai noto che il diritto di prelazione agraria sia diritto di prelazione legale a effetto reale. Il diritto sorge in virtù del ricorrere dei presupposti previsti per legge, sicché il trasferimento del diritto di proprietà del fondo in violazione del diritto di prelazione riconosciuto…

Continua a leggere...

Definizione delle liti pendenti e conciliazione

Articolo tratto da “Accertamento e contenzioso n. 47/2019” A seguito della definitiva approvazione del D.L. 119/2018, i contribuenti valutano la possibilità e la convenienza di aderire al meccanismo della definizione delle liti pendenti, tenendo presente che – da un lato – esiste un unico elemento di certezza (l’ammontare del costo della definizione), mentre – per…

Continua a leggere...

La revoca del curatore fallimentare

Articolo tratto da “Crisi e risanamento n. 31/2018” La procedura di revoca e sostituzione del curatore è naturale conseguenza delle finalità pubblicistiche che sovraintendono la determinazione dei requisiti per la nomina del medesimo e la valutazione del suo operato professionale. Tale contesto consente di escludere un diritto soggettivo alla permanenza in carica e determina le…

Continua a leggere...

La prova delle cessioni intracomunitarie di beni

Articolo tratto da “Iva in pratica n. 37/2019” Il trasferimento “fisico” dei beni a destinazione dello Stato membro del cessionario è uno dei requisiti indispensabili per qualificare l’operazione come una cessione intracomunitaria, in quanto tale non imponibile ai fini Iva in Italia. I mezzi probatori dell’avvenuto trasporto/spedizione della merce nello Stato membro di destinazione non…

Continua a leggere...