13 Novembre 2020

La pluralità di atti in rettifica dell’imposta di registro. Presupposti differenti o anche rettifiche integrative?

di Gianfranco AnticoMaurizio Tozzi Scarica in PDF

Articolo tratto da “Consulenza immobiliare n. 30/2020

La problematica relativa alla pluralità di atti emessi nei confronti del contribuente è ricorrente in ambito accertativo e rappresenta un elemento di contrasto in punto di legittimità, vigendo il principio di fondo, sancito espressamente dal Legislatore, che in caso di reiterazione dell’avviso di accertamento, lo stesso è ammesso solo se riguarda fatti nuovi rispetto al precedente e che, in particolare, non potevano essere noti all’Amministrazione finanziaria alla data di emanazione del primo avviso. Trattasi di tematica strutturalmente legata a un precedente accertamento ordinario, a carattere generale, e investe sostanzialmente le imposte dirette e l’Iva.

Continua a leggere…

VISUALIZZA LA COPIA OMAGGIO DELLA RIVISTA >>

Segue il SOMMARIO di “Consulenza immobiliare n. 30/2020 ″

Locazioni

I contatti di locazione per studenti universitari di Leonardo Pietrobon

 

Accertamento

La pluralità di atti in rettifica dell’imposta di registro. Presupposti differenti o anche rettifiche integrative? di Gianfranco Antico e Maurizio Tozzi

 

Immobili estero

L’omessa compilazione del quadro RW in caso di immobili siti all’estero di Roberto Bianchi

 

Iva

Agevolazione Iva sull’acquisto della prima casa di Alberto Alfredo Ferrario

 

Procedure concorsuali

Il privilegio fondiario come deroga all’articolo 51, L.F. e i crediti da soddisfare con preferenza rispetto al creditore fondiario di Ernestina De Medio

 

Aspetti civilistici immobili

Il diritto del mediatore immobiliare alla provvigione di Valerio Sangiovanni

 

Osservatorio