28 Luglio 2020

Regime Iva dei trasporti internazionali di beni

di Marco Peirolo Scarica in PDF

Articolo tratto da “Iva in pratica n. 45/2019

L’applicazione del trattamento di non imponibilità Iva previsto, per i servizi internazionali o connessi agli scambi internazionali, dall’articolo 9, comma 1, D.P.R. 633/1972 presuppone che la prestazione sia territorialmente rilevante in Italia. Se è vero infatti che, per le cessioni all’esportazione, la detassazione si applica a prescindere dal luogo di stabilimento del cliente, rilevando la destinazione effettiva dei beni al di fuori del territorio dell’Unione Europea, per le operazioni assimilate alle esportazioni e per i servizi internazionali o connessi agli scambi internazionali, la non imponibilità di cui agli articoli 8-bis e 9, D.P.R. 633/1972 non opera in modo altrettanto oggettivo.  Continua a leggere…

VISUALIZZA LA COPIA OMAGGIO DELLA RIVISTA >>

Segue il SOMMARIO di “Iva in pratica n. 45/2019 ″

 

Iva

L’Agenzia delle entrate illustra le nuove regole sulle prove per le cessioni Iva intra-unionali di Clino De Ieso

Il pro rata di detrazione dell’Iva di Marco Peirolo

Omesso versamento Iva: la causa di forza maggiore nell’emergenza da Covid-19 di Gianfranco Antico

L’imputazione del trasporto nelle vendite a distanza in ambito intra-UE di Marco Peirolo

 

Il caso risolto

Adempimenti Iva per lavori su immobile ubicato all’estero di Centro studi tributari

 

Osservatorio

L’osservatorio di giurisprudenza di Alberto Alfredo Ferrario