2 Marzo 2022

Giornata dei Colli Veneti: alla scoperta del castello di Soave 

di Paola Sartori – Foodwriter e blogger Scarica in PDF

Il 27 marzo 2022 sarà celebrata la prima Giornata dei Colli Veneti, luoghi meravigliosi e poco conosciuti. Oltre ai colli Euganei e alle colline del Prosecco il Veneto è ricco di territori collinari, conosciuti per la coltivazione dei vitigni ma ancora troppo poco conosciuti dal punto di vista turistico. Per far conoscere il  progetto a dicembre sono stati già organizzati incontri divulgativi ed un contest fotografico, “Colli Veneti in un Click”. Questi colli ricchi di meraviglie paesaggistiche con panorami mozzafiato sono territori ricchi di risorse produttive come i vigneti e gli uliveti, da dove nascono i vini e oli pregiati del Veneto amati in tutto il mondo. Sono territori che raccontano la storia del Veneto, dove tra siepi di gelsi e alberi di castagne, tra un filare di viti si scorgono vecchi monasteri,  ville e castelli oltre alle infinite bontà enogastronomiche che raccontano la storia di una cultura contadina ancora ben radicata al territorio. 

L’intento di questa giornata è quello di far conoscere, ai turisti, realtà meno note di quelle toscane ma non per questo meno belle. Una giornata dedicata ai Colli Veneti per scoprire piccoli borghi e riportare alla luce le tradizioni popolari e i mestieri antichi ormai dimenticati ma che qualche anziano sotto il portico sta ancora facendo. 

Questa tipologia di turismo fatto di percorsi naturalistici, escursioni, piste ciclabili e visite agli agriturismi, ha ormai conquistato un pubblico sempre più affamato di visitare piccole realtà dove il tempo sembra essersi fermato. 

I territori coinvolti in questo progetto sono le aree collinari delle quattro province venete, Padova, Treviso, Verona e Vicenza, e molti di questi luoghi sono siti Unesco riconosciuti o candidati ad esserlo oppure siti della Rete Natura 2000, aree di enorme importanza per la presenza di habitat e specie di rilevanza europea.

I Colli Veneti coinvolti nell’iniziativa sono: 

  • i Colli Euganei, 
  • le colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, Montello e Colli Asolani,
  • le colline del Garda, 
  • le colline Moreniche, 
  • le colline della Valpolicella, 
  • le colline della Valpantena e Torricelle,
  • le colline dell’est veronese, i Colli Berici, 
  • le colline delle Prealpi Vicentine 
  • ed infine le colline della Pedemontana.

Tra i tanti luoghi meravigliosi da visitare vorrei  segnalarvi Soave che, con la sua Rocca e il suo castello, si trova ai piedi dei Monti Lessini sulle colline dell’est veronese. Dopo Verona e il Lago di Garda, Soave è una meta da visitare salendo sui monti Lessini. 

Si rimane incantati dalla bellezza del castello scaligero e del borgo medievale famoso per l’omonimo vino. 

Ti consiglio di iniziare la visita  dal castello che ha origini romane ma che venne restaurato, con il grande muro di cinta, solo nel ‘300 sotto il dominio scaligero. Oltre a poter ammirare gli elementi tipici di una fortezza medievale con i ponti levatoi, le mura merlate e le saracinesche, è possibile percorrere i camminamenti di ronda, da cui si può contemplare la vallata sottostante ed i suoi innumerevoli vigneti da cui nasce il vino Soave, famoso in tutto il mondo.

LeROSA Paola Sartori