IVA

Volume d’affari complessivo per la verifica della soglia di 400.000 euro

Per la verifica del superamento della soglia di euro 400.000, al di sopra della quale scatta già dal prossimo 1° luglio 2019 l’obbligo di trasmissione telematica dei corrispettivi, si deve aver riguardo all’intero volume d’affari del soggetto Iva, pur se riferito anche ad attività non riconducibili a quelle soggette alla certificazione tramite scontrino o ricevuta…

Continua a leggere...

Non imponibilità Iva anche prima della dichiarazione d’intento?

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 9586 del 05.04.2019, ha affermato che il regime di non imponibilità dell’articolo 8, comma 1, lett. c), D.P.R. 633/1972 si applica anche se, sul piano temporale, il fornitore ha emesso fattura senza addebito dell’Iva prima di avere ricevuto la dichiarazione d’intento dal cliente. La pronuncia, riferita alla…

Continua a leggere...

Termine per trasmettere informazioni aggiuntive non rispettato: rimborso Iva ammesso

La Corte di giustizia UE, con sentenza del 2 maggio 2019, relativa alla causa C-133/18 (Sea Chefs Cruise Services), ha esaminato un aspetto specifico della gestione delle istanze di rimborso da parte dello Stato membro al cui interno sono stati effettuati gli acquisti di beni/servizi per i quali viene chiesta la restituzione dell’imposta da parte…

Continua a leggere...

Per i forfettari acquisti senza fattura elettronica

In caso di ricezione delle fatture in formato elettronico, i forfettari non hanno alcun obbligo di conservazione digitale, anche nel caso in cui abbiano consegnato al fornitore il proprio indirizzo telematico, ovvero l’abbiano registrato; con questo chiarimento contenuto nella circolare 9/E/2019 l’Agenzia pone fine ad un dubbio che non era ancora stato definitivamente risolto nei…

Continua a leggere...

Come si integra una fattura elettronica?

L’inversione contabile o “reverse charge” è quel meccanismo per cui l’Iva è dovuta dal cliente anziché dal fornitore. Le fatture sono emesse dal cedente (o prestatore) senza Iva mentre il cessionario (o committente) integra la fattura con Iva, effettuando la doppia registrazione, nel registro Iva acquisti (per il conteggio dell’Iva a credito) e nel registro…

Continua a leggere...

Rimborso al cliente dell’Iva non dovuta con effetto retroattivo

L’Agenzia delle Entrate, con le risposte agli interpelli n. 128 e 129 del 23 aprile 2019, ha chiarito che, con la definizione agevolata ex articolo 6 D.L. 119/2018 della controversia avente ad oggetto l’avviso di accertamento per il recupero dell’Iva indetraibile in capo al cliente, il procedimento può considerarsi concluso in via definitiva al momento…

Continua a leggere...

Veterinari esclusi dalla fattura elettronica

Al pari dei medici, anche i veterinari sono interessati dal divieto di emissione della fattura in formato elettronico; con la risposta n. 15 alla richiesta di consulenza giuridica, pubblicata il 30 aprile 2019, l’Agenzia precisa che i professionisti che operano in campo veterinario devono continuare ad emettere fatture nel tradizionale formato analogico. Viene quindi risolto…

Continua a leggere...

Rettifica della detrazione Iva per le migliorie di beni di terzi

La rettifica della detrazione Iva deve essere eseguita anche per le spese sostenute su immobili per i quali si detiene solamente l’usufrutto se gli stessi sono venduti in esenzione. È quanto emerge dalla risposta n. 131 pubblicata ieri pomeriggio da parte dell’Agenzia e riferita ad un’istanza di interpello presentata da una società che detiene un…

Continua a leggere...

Lo split payment nella dichiarazione Iva 2019

Scade oggi il termine per la trasmissione della dichiarazione annuale Iva 2019, relativa al periodo 2018: si sintetizzano, quindi, nel prosieguo, le regole da rispettare per la corretta indicazione nel modello ministeriale delle operazioni in split payment. A tale fine è opportuno ricordare che la disciplina dello split payment (o “scissione dei pagamenti”) è rinvenibile…

Continua a leggere...

Rettifiche delle cessioni comunitarie: regole Iva ed esterometro

Scade oggi il termine per l’invio dell’esterometro: analizziamo quindi le regole che governano questo adempimento con specifico riferimento alle note di variazione Iva. L’inserimento o meno delle note di variazione in diminuzione nella comunicazione delle operazioni transfrontaliere (esterometro) segue le modalità di emissione e di registrazione delle stesse. Per quanto concerne le operazioni intracomunitarie, il…

Continua a leggere...