IVA

L’Iva sulle lezioni delle scuole guida: le novità del D.L. 124/2019

L’articolo 32 D.L. 124/2019 (c.d. “decreto-fiscale”), come modificato nel corso dell’iter parlamentare di conversione, restringe, a decorrere dal 1° gennaio 2020, l’ambito delle prestazioni didattiche esenti dall’Iva. La disposizione, infatti, intervenendo sull’articolo 10, comma 1, numero 20), D.P.R. 633/1972, stabilisce espressamente che l’insegnamento della guida automobilistica ai fini dell’ottenimento delle patenti di guida per i…

Continua a leggere...

I recenti chiarimenti in tema di corrispettivi telematici

A un mese dall’entrata in vigore dell’obbligo generalizzato di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri, sono ancora molte le questioni sulle quali l’Agenzia delle entrate, a ritmo decisamente “frenetico”, sta intervenendo per fornire gli opportuni chiarimenti. Risposte ad interpelli, principi di diritto, consulenze giuridiche, strumenti di prassi ai quali di recente…

Continua a leggere...

Il credito annuale Iva nel nuovo quadro VL 2020

Entro la fine del prossimo mese di febbraio 2020 (il termine ultimo è il 2 marzo 2020 considerato che il corrente anno è bisestile e la fine del mese di febbraio è il giorno 29, che – tuttavia – coincide con una domenica) occorrerà presentare la liquidazione periodica Iva relativa all’ultimo trimestre del 2019. A…

Continua a leggere...

Reverse charge e acquisti da soggetto non stabilito con partita Iva IT

Con la risposta n. 11 del 24.01.2020 l’Agenzia delle entrate torna a trattare il tema dell’applicazione del reverse charge, in occasione di acquisti da soggetto estero identificato (o con rappresentanza fiscale) in Italia. L’argomento è sempre di attualità visto che basta effettuare un acquisto online da un sito di e-commerce (commercio elettronico indiretto) per ricevere…

Continua a leggere...

I forfettari evitano i corrispettivi telematici tramite la fattura

Nei recenti forum con la stampa specializzata, l’Agenzia delle Entrate conferma la possibilità, beneficiabile dai contribuenti che hanno scelto il regime forfettario, di evitare l’installazione del registratore telematico: questi potranno infatti certificare le proprie operazioni utilizzando la fattura che, ancora per il 2020, potrà continuare ad essere cartacea.   Corrispettivi e fattura Dopo che il…

Continua a leggere...

Il pro-rata Iva 2019

I contribuenti che esercitano contemporaneamente: attività che danno luogo ad operazioni che conferiscono il diritto alla detrazione, e attività che danno luogo ad operazioni esenti ai sensi dell’articolo 10 D.P.R. 633/1972, hanno diritto alla detrazione dell’Iva in misura proporzionale alla prima categoria di operazioni e il relativo ammontare si determina in base ad una percentuale…

Continua a leggere...

Al via la compensazione del credito Iva 2019

A partire dal prossimo 1° febbraio (e fino al 30 aprile) i soggetti passivi Iva possono presentare la dichiarazione Iva 2020 per l’anno 2019, i cui modelli sono stati approvati in via definitiva nei giorni scorsi. Per coloro che chiudono la dichiarazione con un credito la tempistica di presentazione è determinante in quanto: la compensazione…

Continua a leggere...

Le novità del modello Iva 2020

Con Provvedimento prot. n. 8938 del 15.01.2020 sono stati approvati i modelli di dichiarazione Iva 2020 e Iva Base 2020, concernenti l’anno 2019, con le relative istruzioni, da presentare entro il prossimo 30 aprile. Tra le principali novità del modello, l’introduzione di due nuovi quadri: il quadro VP, riservato ai contribuenti che intendono avvalersi della…

Continua a leggere...

Chiusura d’ufficio delle partite Iva inattive

L’Agenzia delle entrate, con il Provvedimento prot. n. 1415522 del 03.12.2019, ha definito i criteri e le modalità di chiusura delle partite Iva inattive di cui all’articolo 35, comma 15-quinquies, D.P.R. 633/1972, come modificato dall’articolo 7-quater D.L. 193/2016. In particolare, l’Amministrazione finanziaria, in merito all’individuazione delle partite Iva inattive, ha affermato che “sono individuate sulla…

Continua a leggere...

Prestazioni di servizi e fattura elettronica: nuovi chiarimenti dalle Entrate

Con la risposta all’istanza di interpello n. 8, pubblicata ieri, 21 gennaio, l’Agenzia delle entrate è tornata a soffermare l’attenzione sul tema della fattura che documenta più prestazioni rese nel mese, fornendo interessanti chiarimenti. Il caso oggetto della richiamata risposta all’istanza di interpello riguarda un contribuente svolgente attività di autotrasporto di merci per conto terzi,…

Continua a leggere...