30 Settembre 2019

Innovation manager: termini e modalità di presentazione delle domande

di Debora Reverberi Scarica in PDF La scheda di EVOLUTION

Avviata la fase 1 dell’iter per il conseguimento del voucher innovation manager, che terminerà con la formazione dell’elenco Mise dei managers qualificati, sono oggi noti anche i termini e le modalità per la presentazione delle domande dalle imprese e reti di imprese che intendono beneficiarne.

Si rammenta che l’incentivo in esame consiste in un contributo a fondo perduto sottoforma di voucher concedibile in regime “de minimis”, ai sensi del Regolamento (UE) n. 1407/2013, introdotto dall’articolo 1, commi 228, 230, 231, L. 145/2018 (c.d. Legge di Bilancio 2019) con l’obiettivo di sostenere i processi di trasformazione tecnologica e digitale delle Pmi e delle reti d’impresa.

L’agevolazione è concessa sulla base di una procedura a sportello, per cui le domande inviate dalle Pmi e dalle reti d’impresa verranno ammesse alla fase istruttoria sulla base dell’ordine cronologico di presentazione.

L’iter procedurale della misura, gestito integralmente tramite procedura informatica, è puntualmente disciplinato dai due decreti direttoriali del Mise, rispettivamente del 29.07.2019 e del 25.09.2019, e si articola nelle seguenti 4 fasi:

  • Fase 1: formazione dell’elenco Mise degli innovation managers, secondo le modalità indicate nel decreto direttoriale del 29.07.2019 e successiva pubblicazione del decreto ministeriale recante l’elenco;
  • Fase 2: apertura del sito vetrina di libera consultazione dell’offerta di innovation managers per le Pmi e le reti d’impresa potenzialmente beneficiarie;
  • Fase 3: compilazione guidata delle domande delle imprese e reti e click day, secondo decreto direttoriale del 25.09.2019;
  • Fase 4: istruttoria di verifica dei requisiti di accesso per le imprese, concessione ed erogazione del voucher, secondo decreto direttoriale del 25.09.2019.

Il decreto direttoriale Mise del 25.09.2019 disciplina modalità e termini per la presentazione delle domande di agevolazione (fase 3) e per la concessione ed erogazione del voucher (fase 4), con riferimento alle risorse finanziarie stanziate per le annualità 2019 e 2020 dalla Legge 145/2018 (c.d. Legge di Bilancio 2019) e pari a 50 milioni di euro.

L’articolo 4 del decreto direttoriale del 25.09.2019 contiene le informazioni utili all’espletamento della fase 3 in relazione a termini e modalità di presentazione delle domande.

Per quanto concerne l’iter di presentazione delle domande di agevolazione si individuano i seguenti step:

  • la verifica preliminare del possesso dei requisiti di accesso alla procedura informatica dalle ore 10:00 del 31.10.2019, consistente nella verifica dei seguenti requisiti tecnici ed autorizzazioni di accesso alla procedura:
  • validità della carta nazionale dei servizi;
  • PEC attiva;
  • possesso dei poteri di firma in relazione alla persona giuridica che presenta la domanda;
  • la compilazione della domanda di accesso alle agevolazioni, dalle ore 10:00 del 07.11.2019 alle ore 17:00 del 26.11.2019;
  • l’invio della domanda di agevolazione, tramite click day a partire dalle ore 10:00 del 03.12.2019.

Per quanto concerne la modalità di presentazione delle domande l’articolo 4 del decreto direttoriale del 25.09.2019 disciplina la documentazione da produrre.

Le domande di accesso all’agevolazione presentate dalle Pmi devono soddisfare i seguenti requisiti:

Forma Domanda secondo schema dell’allegato 1 al decreto 25.09.2019
Contenuto Dati identificativi della Pmi, del firmatario e del referente da contattare
Dichiarazione sostituiva, ai sensi degli articoli 46 e 47 DPR 445/2000, circa il possesso dei requisiti soggettivi (fra gli altri attestante la dimensione d’impresa)
Dati sul progetto: titolo, descrizione ed obiettivi, timing, sede operativa, costo, area di intervento
Dati dell’innovation manager iscritto nell’elenco Mise, oggetto della prestazione e durata prevista
Richiesta di prenotazione del voucher con indicazione del costo per area di intervento
(in allegato) Offerta sottoscritta digitalmente dall’innovation manager ovvero dal legale rappresentante della società di consulenza iscritta all’elenco Mise recante:

·         oggetto della consulenza manageriale

·         costo della prestazione

·         durata dell’incarico (che deve essere di minimo 9 mesi)

Per le reti di imprese valgono gli stessi requisiti con alcune precisazioni ed integrazioni:

  • la domanda è redatta secondo lo schema dell’allegato 2 al decreto 25.09.2019;
  • deve essere indicato nella sezione “dati identificativi del richiedente” se trattasi di rete-soggetto, dotata di personalità giuridica, o di rete-contratto, priva di personalità giuridica;
  • nella sezione “dichiarazione sostitutiva” devono essere elencate le imprese aderenti al contratto di rete;
  • deve essere indicata la ripartizione dei costi agevolabili per ogni impresa appartenente alla rete;
  • ogni impresa aderente alla rete deve compilare apposita dichiarazione sostitutiva.

Si evidenzia che le spese indicate nella domanda di agevolazione devono essere coerenti con le specializzazioni del manager qualificato dichiarate in sede di iscrizione all’elenco Mise.

Alla chiusura dello sportello per l’invio delle domande, si aprirà la fase istruttoria in base all’ordine cronologico di presentazione ed in base alle riserve previste sulla complessiva dotazione finanziaria.

Laboratorio professionale di riorganizzazioni e ristrutturazioni societarie