22 Dicembre 2018

Country by Country reporting

di EVOLUTION Scarica in PDF
Nell’ambito del progetto BEPS, l’action 13 introduce un nuovo adempimento comunicativo in capo alle società controllanti di gruppi multinazionali, qualora residenti in Italia da inoltrare all’AdE, denominato Country by Country reporting (CbCR) o rendicontazione Paese per Paese, soggetto allo scambio automatico di informazioni tra i vari Stati.
Al fine di approfondire i diversi aspetti della materia, è stata pubblicata in Evolution, nella sezione “Fiscalità internazionale”, una apposita Scheda di studio.
Il presente contributo rappresenta uno strumento utile per fornire le principali caratteristiche del CbCR.

Con la Legge di Stabilità 2016 (articolo 1, commi 145146, L. 208/2015), il nostro ordinamento ha recepito le prime indicazioni dell’OCSE nell’ambito del progetto BEPS (Base Erosion and Profit Shifting), Action 13, introducendo un nuovo adempimento comunicativo: il Country by Country reporting (CbCR) o rendicontazione Paese per Paese, soggetto allo scambio automatico di informazioni tra i vari Stati.

La comunicazione deve essere inviata all’Agenzia delle Entrate dalle società controllanti di gruppi multinazionali, qualora residenti in Italia e contiene:

  • una descrizione della struttura del gruppo;
  • i redditi prodotti, anche quelli derivanti da operazioni infragruppo;
  • le imposte;
  • gli indicatori di attività economica effettiva.

Le modalità attuative dell’adempimento sono individuate dal D.M. 23.02.2017 e dal provvedimento AdE 28.11.2017.

La rendicontazione, secondo quanto stabilito dal provvedimento AdE 28.11.2017, deve essere presentata entro i dodici mesi successivi all’ultimo giorno del periodo d’imposta di rendicontazione del gruppo multinazionale. Solo per il CbCR relativo al 2016 si poteva beneficiare della proroga al 9.02.2018 a seguito dell’emanazione del provvedimento AdE 11.12.2017.

Le altre tipologie di comunicazione, quali ad esempio quella relativa al conferimento dell’incarico, devono essere eseguite nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta oggetto di rendicontazione.

La trasmissione all’Agenzia delle Entrate del CbCR deve essere effettuata utilizzando i servizi Entratel o Fisconline, predisponendo i file secondo il formato .xml. In caso di errori o anomalie, l’Agenzia delle Entrate potrebbe segnalarli via PEC o altri mezzi, dando 60 giorni di tempo al trasmittente per correggere la comunicazione.

Nella Scheda di studio pubblicata su EVOLUTION sono approfonditi, tra gli altri, i seguenti aspetti:

EVOLUTION