22 Dicembre 2018

Addio alle schede carburante dal 31.12.2018

di Viviana Grippo Scarica in PDF

Il prossimo 31 dicembre, dopo tanti anni, daremo il definitivo addio alla scheda carburante.

Nel presente contributo ripercorreremo gli aspetti contabili connessi a questo adempimento che abbandoneremo a breve.

Va dapprima ricordato che, affinché la scheda carburante sia valida, essa deve contenere i seguenti dati:


Si supponga che venga ricevuta una scheda carburante relativa al mese di dicembre contenente rifornimenti per un ammontare complessivo di spesa pari a euro 3.500, comprensivi di iva.Se i dati appena richiamati sono presenti nella scheda carburante sarà possibile registrarla in contabilità come segue.

Il pagamento dei singoli rifornimenti è avvenuto con strumenti tracciabili

Prima di tutto occorrerà contabilizzare il credito per i pagamenti effettuati ad ogni singolo rifornimento:

Anticipi verso fornitori (sp)                  a                      Banca x c/c (sp)

Il conto “Anticipi verso fornitori” verrà movimentato alla data di effettuazione di ciascun rifornimento, fino ad avere un saldo contabile alla data della scheda pari a euro 3.500,00 (importo totale scheda carburante).

Occorre poi registrare la scheda scorporando l’iva e contabilizzandone la parte detraibile (40%).

Dallo scomputo deriveranno un imponibile, pari a euro 2.868,85 e la relativa Iva pari a euro 631,15.

Come già detto l’imposta risulterà detraibile solamente per il 40% del suo importo e quindi solo per euro 252,46 con la conseguenza che il restante 60%, pari a euro 378,69 costituirà iva indetraibile da contabilizzare ad incremento del costo di acquisto del carburante.

La registrazione contabile sarà la seguente:

Diversi                                     a                                  Scheda Carburante (sp)            3.500,00

Carburanti auto aziendali (ce)                                                                                       3.247,54

Iva detraibile al 40% (sp)                                                                                                  252,46

Occorrerà quindi provvedere allo storno delle anticipazioni corrispondenti ai pagamenti eseguiti con la seguente scrittura:

Scheda Carburante (sp)            a          Anticipi verso fornitori (sp)                  3.500,00

Per il 2018 la scheda carburante poteva essere evitata qualora il carburante fosse stato acquistato attraverso strumenti di pagamento elettronici quali:

  • carte di credito,
  • carte di debito (bancomat) e
  • prepagate.

La spesa, in tali casi, era documentabile attraverso la copia dell’estratto conto dal quale risultino i rifornimenti effettuati.

Forfettari e semplificati: le regole in vigore nel 2019