14 Ottobre 2021

Chiarimenti in materia di STP e investimenti produttivi agevolati

di Barbara Marrocco di MpO & Partners Scarica in PDF

La disciplina delle Società tra Professionisti continua ad essere oggetto di richieste di chiarimenti da parte dei soggetti che vogliono intraprendere una nuova attività professionale o riorganizzare quella esistente sotto una forma giuridica diversa (tipicamente individuale o in forma di studio associato) ma sollevano dei dubbi, ad esempio, in merito alla relativa composizione della compagine societaria (a tal proposito, si legga il contributo Aggregazioni professionali: STP con maggioranza di soci non commercialisti).

Ulteriore tema ampiamente dibattuto è quello della riqualificazione del reddito prodotto dalla STP, oggetto di orientamenti contrastanti secondo i quali l’Agenzia delle Entrate ha confermato la natura di reddito d’impresa (Risposte n. 954-93/2014, 107/2018, 125/2018, 600/2021), mentre la Corte di Cassazione, con Sentenza n. 7407/2021, ha attribuito rilevanza prevalente alla natura dell’attività svolta rispetto alla forma giuridica prescelta (sulla questione specifica affrontata dalla Cassazione si rinvia al contributo pubblicato in precedenza STP: Producono Sempre Reddito D’Impresa?).

Altri dubbi continuano a sorgere con riferimento, ad esempio, alla possibilità di estendere anche alla STP eventuali agevolazioni fiscali, ad oggi espressamente riservate alle imprese.

E’ il caso degli studi di dottori commercialisti, consulenti del lavoro o avvocati, che vogliono seguire la via dell’aggregazione e hanno l’esigenza di de-materializzare i documenti e avere una gestione informatica integrata delle varie entità locali, o degli studi dentistici che, tipicamente, necessitano di maggiori investimenti in impianti e macchinari.

Con riferimento a quest’ultima fattispecie, recentemente, l’Agenzia delle Entrate ha risposto ad un interpello presentato da una società tra professionisti operante nel settore odontoiatrico per il tramite di soci persone fisiche in possesso dei titoli abilitanti all’esercizio della professione (Risposta n. 600/2021).

La società, intenzionata a realizzare un programma di investimenti finalizzato all’acquisto di apparecchiature e macchinari odontoiatrici ad alto contenuto tecnologico, ha chiesto chiarimenti in relazione ai seguenti punti:

  • qualificazione del reddito prodotto della società (d’impresa o di lavoro autonomo);
  • possibilità di accedere alle agevolazioni relative agli investimenti in beni strumentali (credito d’imposta per i beni materiali Industria 4.0 e credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno);
  • possibilità di cumulo delle suddette agevolazioni;
  • rilevanza ai fini della formazione del reddito e della base imponibile Irap del credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno.

Continua a leggere qui: https://mpopartners.com/articoli/chiarimenti-materia-stp-investimenti-produttivi-agevolati/