21 Gennaio 2022

Olimpiadi invernali 2026: tutte le località

di Stefania Pompigna – Digital Assistant Scarica in PDF

Le Olimpiadi invernali 2026 si terranno in Italia dal 6 al 22 febbraio. L’Italia si è aggiudicata la nomina con 47 voti su 87. Oltre a Milano e Cortina ci saranno altre località del nord-est italiano che saranno protagoniste dei XXV Giochi olimpici invernali.

Vediamo insieme dove si disputeranno le gare.

  • Milano: ospiterà al Mediolanum Forum di Assago le gare di pattinaggio e short track; in zona Lampugnano, il PalaSharp, vedrà le gare di hockey; mentre al PalaItalia si gareggerà per il pattinaggio di figura e lo short track, oltre a tutte le finali. Nel capoluogo lombardo si celebrerà la cerimonia di inaugurazione dei Giochi olimpici e nel quartiere Santa Giulia sarà presente il Villaggio Olimpico che ospiterà gli atleti in gara e dopo l’evento sarà adibito a campus universitario con più di 1.200 posti letto e spazio polifunzionale. Il Media Center ospiterà radio e tv nella zona Fiera a Rho-Fiera e la meravigliosa Piazza Duomo, che sarà allestita per l’occasione, diventerà la Medal Plaza, dove si svolgeranno le premiazioni.
  • Cortina d’Ampezzo: accoglierà tra i suoi meravigliosi paesaggi le gare di sci alpino femminile sulla pista Olympia delle Tofane, le competizioni di bob, slittino e skeleton sulla Sliding Centre Eugenio Monti e le gare di curling presso lo Stadio Olimpico del Ghiaccio.
  • Baselga di Piné: saranno organizzate le gare di pattinaggio di velocità, sci di fondo e salto con gli sci e combinata nordica. Una località suggestiva in provincia di Trento, con una panorama avvolgente tra boschi e terrazzamenti.
  • Bormio: sarà la sede per le gare di sci alpino maschile, protagonista assoluta è la pista Stelvio di Bormio. Una delle piste più difficili dai numeri importanti: partenza ad un’altitudine di 2.255 mt; traguardo a 1.268 mt; lunghezza 3.230 mt; pendenza media 30%; punto di massima pendenza è il salto di San Pietro, che tocca quota 55%; lunghezza del salto degli atleti per superarlo, 40 metri; velocità di lancio in questo salto 140 km/h ed oltre.
  • Livigno: vedrà le gare di snowboard e freestyle. Le aree sciistiche interessate sono: Mottolino, Sitas-Tagliede e Carosello 3000. Anche Livigno godrà della presenza di un Villaggio Olimpico che sarà ben collegato e facilmente raggiungibile in pochi minuti a piedi dalle tre sedi designate per le competizioni.
  • Predazzo: si svolgeranno le competizioni di salto con gli sci, su uno degli impianti che ogni anno viene utilizzato per la Coppa del Mondo nello Stadio Giuseppe Dal Ben. Qui sono presenti due trampolini principali (HS 134 e HS 106), tre trampolini scuola e una serie di strutture attrezzate dedicate agli atleti, ai giudici e ai media.
  • Rasun-Anterselva: designata per le competizioni di biathlon. Lo stadio è situato in Val Pusteria-Pustertal, vicino all’omonimo lago. È il più importante impianto d’Italia e uno dei più grandi al mondo. Il biathlon attira un altissimo numero di persone da tutto il continente e in occasione dei Giochi Olimpici 2026, la capienza complessiva della struttura sarà elevata a 19.000 spettatori.
  • Tesero: gareggeranno al Centro del Fondo le competizioni dello sci nordico. L’area è già attrezzata e gode anche di un impianto di illuminazione che permetterà di ospitare le gare in notturna.

Il 22 febbraio 2026, Verona sarà la città in cui si spegnerà il fuoco olimpico. La cerimonia ufficiale di chiusura dei giochi olimpici sarà incorniciata e resa ancora più emozionante dall’antico anfiteatro romano: l’Arena di Verona.

Per noi italiani è sicuramente una grande soddisfazione essere in parte protagonisti delle Olimpiadi Invernali 2026 e perché no, sarà anche un’ottima occasione per visitare e conoscere meglio le bellissime località che accoglieranno la manifestazione.

Tu pensi di assistere dal vivo alle gare? Se ti va, fammelo sapere nei commenti!

LeRosa – Olimpiadi invernali