29 giugno 2018

Le collaborazioni sportive nel prisma della Legge di Bilancio 2018

di Carlo ZoliFederico Martelloni Scarica in PDF

Articolo tratto da “Associazioni e Sport di giugno 2018”

Il contributo mette a fuoco, in una prospettiva giuslavoristica, gli effetti della Legge di Bilancio 2018 sulle “collaborazioni sportive”, dopo le modifiche apportate all’ordinamento sportivo e al diritto del lavoro da parte della L. 205/2017. Tale normativa ha precisato che le collaborazioni sportive “costituiscono oggetto di contratti di collaborazione coordinata e continuativa”, il che, se per un verso non esclude la subordinazione in presenza dei suoi tratti identificativi (a partire dalla sottoposizione del lavoratore al potere di direzione e controllo sullo svolgimento dell’attività lavorativa), dall’altra non comporta l’applicazione della disciplina dei subordinati in base alla norma del Jobs Act (articolo 2, D.Lgs. 81/2015) che estende detta disciplina alle collaborazioni organizzate dal committente, poiché il comma 2, articolo 2 esclude espressamente proprio le collaborazioni rese a favore di società sportive dilettantistiche, in ragione del particolare valore sociale dello sport non professionistico. Dalla anzidetta qualificazione consegue, sul piano sostanziale, che i collaboratori sportivi siano soggetti alle sole norme a tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale, e debbano essere iscritti, ai fini dell’assicurazione per l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti (Ivs), al fondo pensione lavoratori dello spettacolo presso l’Inps (con contribuzione ridotta della metà, nei primi 5 anni dall’entrata in vigore della legge e innalzamento a 10.000 euro del limite dei compensi esentasse previsto dal Tuir). Continua a leggere…

VISUALIZZA LA COPIA OMAGGIO DELLA RIVISTA >>

Segue il SOMMARIO di Associazioni e sport n. 6/2018

Editoriale
“Stiamo ancora aspettando Godot” di Guido Martinelli e Luca Caramaschi
Attualità
Scadenzario
“Principali scadenze 16 giugno 2018 al 15 luglio 2018”
Norme, contratti e responsabilità
“Il trattamento degli ex dati sensibili. Alcuni casi di interesse per gli enti sportivi” di Arash Bahavar
La fiscalità degli enti associativi
“Riforma del Terzo settore alla prova delle modifiche fiscali contenute nel decreto correttivo – Parte prima” di Luca Caramaschi
“Terzo settore: una sfida impegnativa per le organizzazioni culturali” di Marco D’Isanto
Contabilità e bilancio
“Scade il prossimo 30 giugno la dichiarazione “speciale” Imu/Tasi prevista per gli enti non commerciali” di Luca Caramaschi
Lavoro e previdenza
“Le collaborazioni sportive nel prisma della Legge di Bilancio 2018” di Carlo Zoli e Federico Martelloni
L’Osservatorio giurisprudenziale
“L’Osservatorio giurisprudenziale di giugno 2018” di Marilisa Rogolino
Il caso pratico
“Doppio binario redditi e Irap per le associazioni in regime di contabilità semplificata” di Luca Caramaschi

 

Footer AS