28 Ottobre 2021

Il credito d’imposta Formazione 4.0 nel modello Redditi 2021

di Debora Reverberi Scarica in PDF La scheda di EVOLUTION

Il credito d’imposta Formazione 4.0 cui all’articolo 1, commi 4656, L. 205/2017 (c.d. Legge di Bilancio 2018) e ss.mm.ii. deve essere esposto, ai sensi del comma 50, nel modello Redditi relativo al periodo d’imposta di sostenimento delle spese ammissibili e nei successivi, fino al completamento dell’utilizzo in compensazione.

L’articolo 6, comma 3, D.M. 04.05.2018 prescrive inoltre l’indicazione dei seguenti dati nella dichiarazione dei redditi:

  • il numero di ore di formazione;
  • il numero di lavoratori che prendono parte alla formazione.

Le seguenti caratteristiche peculiari del credito Formazione 4.0 rispetto agli altri crediti del Piano Transizione 4.0, R&S&I&D e investimenti in beni strumentali, si riflettono sulle modalità di indicazione dell’agevolazione nel modello Redditi 2021 periodo d’imposta 2020:

  • la disciplina applicabile al 2020 non assume carattere di novità ma rappresenta una proroga, con modifiche, della Legge istitutiva, con l’effetto di aversi il codice credito immutato e la possibilità di quote residue di crediti maturati in anni precedenti, nonché compensazioni di crediti precedenti effettuate nell’anno da indicare nel relativo modulo;
  • il credito d’imposta ha natura di Aiuto di Stato e comporta la compilazione, oltre al quadro RU, del prospetto omonimo del quadro RS;
  • il credito è fruibile anche in unica soluzione, a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in cui i costi sono sostenuti, non prevedendo la disciplina una ripartizione in n quote annuali.

 

Sezione I del quadro RU

Il credito d’imposta Formazione 4.0 è identificato col codice credito F7 da indicare In colonna 1 del rigo RU1.

La sezione I “Crediti d’imposta” evidenzia in particolare:

  • al rigo RU2, eventuali quote residue di crediti maturati a partire dal periodo d’imposta 2018, primo anno di applicazione dell’agevolazione;
  • al rigo RU5, il credito d’imposta maturato nel periodo 2020;
  • al rigo RU6, il credito d’imposta maturato in anni precedenti e utilizzato in compensazione nell’anno 2020.

Nella sezione I del modello Redditi 2021 possono essere compilati i righi RU1, RU2, RU3, RU5 colonna 3, RU6, RU8, RU10 e RU12.

Il rigo RU7 non deve mai essere compilato in relazione al credito Formazione 4.0: si tratta infatti di un rigo dedicato all’esposizione della quota di credito d’imposta utilizzata in dichiarazione in diminuzione di imposte e ritenute, modalità di fruizione preclusa per il credito in esame, che, ai sensi del comma 50 dell’articolo 1 L. 205/2017, è compensabile esclusivamente in F24 ex articolo 17 D. Lgs. 241/1997.

 

Sezione IV del quadro RU

La sezione IV del quadro RU è destinata all’esposizione dei dati previsti dall’articolo 6, comma 5 del decreto attuativo, relativi alla dimensione del piano formativo.

In caso di spese sostenute per Formazione 4.0 è necessario compilare il rigo RU110, indicando:

  • in colonna 1 il numero totale di ore impiegate dai lavoratori dipendenti nelle attività di formazione agevolabili, in qualità di discenti e di docenti;
  • in colonna 2 il numero complessivo dei lavoratori dipendenti che hanno preso parte alle attività di formazione agevolabili, in qualità di discenti e di docenti.

 

Quadro RS “prospetto Aiuti di Stato”

Nel rigo RS401 vanno compilate le colonne 1, 12, 13, 14, 17, da 18 a 29.

Nel dettaglio si riportano le modalità di compilazione del rigo RS401:

  • in colonna 1 va esposto il codice Aiuto 54;
  • in colonna 12 va indicato il codice corrispondente alla forma giuridica dell’impresa;
  • in colonna 13 va indicato il codice corrispondente alla dimensione d’impresa;
  • in colonna 14 va indicato il codice Ateco 2007 corrispondente all’attività che beneficia dell’aiuto;
  • in colonna 15 va indicato il codice 1 “Generale”;
  • in colonna 17 va indicato l’ammontare del credito d’imposta maturato nell’anno;
  • nelle colonne da 18 a 25 vanno indicati i dati del singolo progetto, con particolare riferimento alla data di inizio e fine formazione, nonché alla localizzazione;
  • in colonna 26 va indicata la tipologia di costi sostenuti col codice 11 “costo del personale – costo del personale”;
  • in colonna 27 l’ammontare dei costi sostenuti;
  • in colonna 28, l’intensità di Aiuto espressa in percentuale, in misura variabile tra il 50% e il 30% in funzione della dimensione d’impresa;
  • in colonna 29, l’ammontare del credito spettante riferito alle spese indicate nella colonna 27.

Per le imprese non soggette a revisione legale dei conti, in cui il costo della certificazione contabile è computabile, entro il limite di 5.000 euro l’anno, a diretto incremento del credito d’imposta Formazione 4.0, si ritiene che la parte di credito corrispondente agli onorari del revisore vada indicata in un distinto modulo del rigo RS401, con indicazione:

  • in colonna 26 della tipologia di costo 13 “Servizi – Servizi professionali”;
  • in colonna 27 del costo della certificazione;
  • in colonna 28 della misura del 100%;
  • in colonna 29 l’ammontare del credito corrispondente, pari al costo della certificazione.
Credito d’imposta Codice credito
RU 1 col. 1
Codice Aiuto di Stato
RS 401 col. 1
Codice tributo
F24
Formazione 4.0 F7 54 6897