ENTI NON COMMERCIALI

Le attività diverse, lo sport e il terzo settore

La stampa aveva dato notizia che il 6 marzo dell’anno scorso, la Cabina di Regia, prevista dal primo comma dell’articolo 97 del codice del terzo settore, aveva discusso e dato il via libera alla bozza di testo di decreto sulle attività diverse di cui all’articolo 6 della citata disposizione normativa. Quest’ultima norma prevede, infatti, che…

Continua a leggere...

Attività delle odv non soggette a Iva fino all’entrata in vigore della riforma

Con la risposta ad un’istanza di interpello n. 50 del 12 febbraio 2020 all’Agenzia delle Entrate viene offerta l’occasione di affrontare il tema del regime Iva applicabile alle organizzazioni di volontariato in “pendenza” dell’entrata in vigore della riforma recata dal Codice del Terzo settore (D.Lgs. 117/2017). Nello specifico, la questione è relativa alla legittima esclusione…

Continua a leggere...

La verifica delle ritenute negli appalti promiscui degli enti non commerciali

Il nuovo regime di verifica, da parte del committente, delle ritenute operate e versate dagli appaltatori e dai subappaltatori previsto dall’articolo 17-bis D.Lgs. 241/1997, recentemente introdotto dal D.L. 124/2019, è applicabile – tra gli altri – a tutti gli enti e le società indicati nell’articolo 73, comma 1, Tuir. Tra questi vi sono anche gli…

Continua a leggere...

La Legge 398/1991 e le prestazioni connesse – II° parte

Alla medesima conclusione raggiunta nel precedente contributo, ossia che il riferimento ai proventi connessi si debba riferire solo ai fini Iva, si giunge anche esaminando le disposizioni normative in materia. La Legge 398/1991, infatti, al suo articolo 2, quando, al comma 3, fa riferimento all’imposta sul valore aggiunto, ne prevede l’applicabilità secondo le “modalità di…

Continua a leggere...

La Legge 398/1991 e le prestazioni connesse – I° parte

La lettura della pubblicazione, avvenuta nello scorso 2015, di una guida, da parte della Direzione regionale del Piemonte della Agenzia delle entrate, dal titolo “Associazioni sportive dilettantistiche: come fare per non sbagliare”, creò, tra le associazioni e società sportive dilettantistiche e gli altri enti senza scopo di lucro che avevano fatto l’opzione per l’applicazione della…

Continua a leggere...

Gli associati degli enti del terzo settore

Con la nota n. 1082 del 5 febbraio il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha ripreso la sua funzione di “chiarificatore” delle modalità applicative del codice del terzo settore, rispondendo a due quesiti: il primo, formulato dalla Regione Piemonte in merito alla composizione della base sociale/associativa degli enti del terzo settore ed il…

Continua a leggere...

Ecco le regole per le donazioni in natura agli enti del terzo settore

Un altro tassello della riforma degli enti del terzo settore prende corpo. Sulla “Gazzetta Ufficiale” n. 24 del 30 gennaio scorso è stato pubblicato il D.M. 28.11.2019 che regola le donazioni in natura agli Ets. Il provvedimento costituisce l’attuazione del contenuto dell’articolo 83, comma 2, codice del terzo settore (D.Lgs. 117/2017) ed era molto atteso…

Continua a leggere...

I lavoratori dello sport dilettantistico

Due recenti sentenze, l’una di legittimità e l’altra di merito, confermano l’ormai consolidato orientamento giurisprudenziale che riconosce la possibilità di erogare i compensi sportivi a tassazione agevolata di cui all’articolo 67, comma 1, lett. m), Tuir anche a coloro i quali svolgono prestazione a carattere professionale nell’ambito delle attività sportive dilettantistiche. Viene pertanto ribadito che…

Continua a leggere...

Il codice del terzo settore e la semplificazione fiscale – II° parte

Proseguendo l’analisi avviata con il precedente contributo, giova sottolineare che ulteriori complicazioni possono nascere per quegli enti del terzo settore (aps o meno) che svolgono la pratica sportiva dilettantistica come attività di interesse generale e, a tal fine, sono anche regolarmente iscritti al Registro Coni delle società e associazioni sportive dilettantistiche. La circolare 18/E/2018 dell’Agenzia…

Continua a leggere...

Il codice del terzo settore e la semplificazione fiscale – I° parte

La L.106/2016, contenente la delega al Governo per la riforma del Terzo settore, al suo articolo 9, proponeva come obiettivo per i decreti delegati l’armonizzazione della disciplina tributaria applicabile agli enti iscritti al Runts e la razionalizzazione dei regimi fiscali e contabili semplificati. A posteriori, alla auspicabile vigilia dell’entrata in vigore della parte fiscale della…

Continua a leggere...