20 Dicembre 2021

Come arredare un soggiorno moderno

di Ornella Reitano - Architetto Scarica in PDF

Vari sono i motivi che ci portano nel tempo a voler cambiare stile, colori, materiali e arredi negli ambienti delle nostre case. A volte è perché cambiamo noi stessi, altre volte perché vogliamo staccare con il passato, altre volte ancora per eliminare ricordi che non ci fanno stare bene. Ma molto spesso è pura voglia di cambiare, di modernizzarsi e di svecchiare quegli ambienti più datati. Il soggiorno è uno di questi.

Se hai acquistato una nuova casa e devi ristrutturare o semplicemente vuoi cambiare qualcosa per rendere il tuo soggiorno decisamente moderno, qui troverai utili spunti che ti eviteranno di fare gli errori più comuni. 

Innanzitutto è bene definire quali sono gli elementi su cui intervenire come ad esempio:

  • i mobili della zona living: divani, parete attrezzata, mobili contenitori etc.;
  • l’illuminazione e i corpi illuminanti;
  • il pavimento e i vari materiali;
  • i colori delle pareti, dei tessuti e degli accessori;
  • l’impiantistica.

Questi primi punti possono già darti un’idea del lavoro progettuale che c’è da fare prima di passare all’esecuzione. Studiare bene tutto in fase preliminare ti eviterà sorprese in corso d’opera.

Tutti gli elementi elencati devono interagire e rapportarsi tra di loro quindi tessuti, materiali e colori devono essere studiati insieme. Ti consiglio di usare massimo tre colori all’interno di una stanza ed eventualmente giocare un po’ di più con gli accessori come ad esempio i cuscini.

Per le pareti puoi utilizzare una tinta che si avvicina alle tonalità scelte oppure che fa da contrasto, anche le carte da parati possono essere un’ottima scelta. Oggi in commercio se ne trovano di tutti i tipi, anche in fibra di vetro, in tessuto inclusa la seta, in pvc e le puoi trovare in grandi formati pronte da applicare.

Per i pavimenti il materiale che non passa mai di moda è proprio il legno che con i suoi formati e le sue diverse pose riesce a soddisfare tutti gusti. Pavimenti più moderni sono invece le resine che permettono di avere una superficie continua e senza fughe. Qui l’attenzione da riporre è sulla messa in opera. Il risparmio non è contemplato e bisogna necessariamente avvalersi di operai specializzati altrimenti il risultato finale potrebbe essere non soddisfacente e il lavoro da rifare.

Altro pavimento che ritroveremo nel tempo è il grès: si posa facilmente, ha caratteristiche tecniche che risolvono tutte le situazioni e il grande formato permette anche una veloce posa. E se non vuoi levare il vecchio pavimento e risparmiare sulla spesa della dismissione puoi pavimentare direttamente sulle vecchie pastarelle purché il fondo sia in ottimo stato. 

In questo caso ti vengono in aiuto gli spessori minimi che ti consentono di ridurre il più possibile la differenza di quota. 

Per quanto riguarda l’illuminazione il re, per gli ambienti moderni, è il led che permette di realizzare effetti di luce particolari e di risparmiare contestualmente sulla bolletta. Una scelta che ti fa risparmiare e rispettare l’ambiente in un colpo solo.

LeRosa – Come arredare soggiorno moderno