24 Novembre 2016

Goodwill: come tradurre ‘avviamento’ in inglese

di Stefano Maffei Scarica in PDF

Il termine di oggi è assai utile quando si tratta di business evaluation, ossia di valutazione d’azienda: avviamento.

L’esigenza di dare un valore all’avviamento nasce infatti solitamente quando un’azienda viene comprata da un’altra, e l’azienda acquirente deve giustificare il prezzo pagato, che di solito è superiore (ma l’avviamento potrebbe in teoria anche essere negativo) al ‘valore di libro’ dell’azienda (attività meno passività, quali risultano dal bilancio).

La migliore traduzione di avviamento in inglese è goodwill. Il dizionario propone una definizione abbastanza inequivoca e sostanzialmente identica al concetto comune di avviamento in italiano: goodwill is the value that a business has in addition to the value of its assets (ossia in aggiunta al valore delle proprie “attività”). Il dizionario continua specificando che goodwill includes things such as the good reputation that a business has, the names of its products and the good relations with its customers.

Vediamo quindi alcune utili frasi di esempio.

Sotto il profilo della valutazione d’azienda è corretto scrivere che Goodwill is difficult to price (è complicato dare un valore all’avviamento), but it does make a company more valuable. Nell’ambito delle procedure concorsuali, invece, si legge spesso che when a business is threatened with insolvency (quando un’attività commerciale è sul punto di essere dichiarata fallita), investors will often deduct the goodwill from any calculation of residual equity (capitale residuo) because it will likely have no resale value (perchè l’attività non potrà probabilmente essere rivenduta).

Ricordate infine che goodwill ha anche un significato al di fuori dal mondo del business: in materia religiosa o spirituale, infatti, goodwill significa benevolenza o buona volontà, come nelle espressioni a gesture of goodwill (appunto, un gesto di benevolenza) ovvero people of goodwill (persone di buona volontà).

Siete ancora in tempo per iscrivervi al viaggio-studio a Philadelphia e New York City per osservare i processi con giuria e incontrare avvocati, giudici e agenti dell’FBI (dal 23 aprile al 3 maggio 2017). Per maggiori informazioni visitate il sito www.eflit.it

Dottryna