CASI OPERATIVI

Ravvedimento operoso in caso di condotte fraudolente

In presenza di violazioni derivanti da condotte connotate da “frode”, è possibile procedere al cd. ravvedimento operoso di cui all’articolo 13 D.Lgs. 472/1997? Le violazioni relative alla dichiarazione delle imposte sui redditi e dell’Irap sono disciplinate dall’articolo 1 D.Lgs. 471/1997. Tale disposizione, al comma 2, stabilisce che in caso di dichiarazione “infedele” (derivante, ad esempio,…

Continua a leggere...

Notifica di plurime intimazione di pagamento: che fare?

Come deve comportarsi il contribuente che, nelle more del giudizio di impugnazione di una prima intimazione di pagamento per nullità derivata dall’omessa notifica della prodromica cartella, riceva una seconda intimazione? Secondo quanto previsto dall’articolo 50, comma 2, D.P.R. 602/1973, l’esecuzione forzata tributaria non può avere luogo senza la prodromica notifica di un avviso che contenga…

Continua a leggere...

Tassazione dei dividendi secondo le regole del regime transitorio

La società Alfa S.r.l. è partecipata esclusivamente da persone fisiche e il proprio patrimonio netto è composto da riserve di utili formatisi precedentemente al 31 dicembre 2007. L’Amministratore unico intende convocare una o più assemblee entro il 31 dicembre 2022 per deliberare la distribuzione ai soci in tutto o in parte di tali riserve, anche…

Continua a leggere...

Investimenti 4.0 interconnessi tardivamente: indicazione in dichiarazione

In caso di investimento in un bene materiale 4.0 entrato in funzione nel 2021 e interconnesso nel 2022, quali sono le regole di fruizione anticipata del credito e le modalità di indicazione nel modello Redditi 2022? Il comma 1059 dell’articolo 1 L. 178/2020 (c.d. Legge di Bilancio 2021) prevede la facoltà, per l’impresa che ha…

Continua a leggere...

Il conto della gestione in fase di esecuzione del concordato omologato

Quali sono i contenuti del conto della gestione che il commissario è tenuto a presentare in fase di esecuzione di un concordato in continuità aziendale omologato? Nel caso di un concordato preventivo in continuità aziendale omologato il Commissario Giudiziale ha un ruolo di sorveglianza in merito alla corretta esecuzione del concordato stesso. In particolare, in…

Continua a leggere...

“Residenzialità” dell’immobile ai fini del superbonus: assumono rilievo le unità D/7 e F/7?

Nell’ambito della disciplina superbonus, ai fini della verifica del requisito della residenzialità del condominio, assumono rilievo le unità categoria D/7 e F/7? Come noto, in caso di interventi realizzati sulle parti comuni di un edificio in condominio risulta possibile beneficiare del superbonus soltanto se le spese sostenute riguardano un edificio “residenziale”; tale verifica va effettuata…

Continua a leggere...

Svalutazione per perdite durevoli di valore: quali controlli per il revisore?

La società a ogni data di riferimento del bilancio d’esercizio deve verificare se sussistono indicatori che un’immobilizzazione possa aver subito una riduzione di valore e iscriverla a tale minor valore. Quali controlli deve effettuare il revisore? Il principio contabile OIC 9 “Svalutazioni per perdite durevoli di valore delle immobilizzazioni materiali e immateriali” disciplina il trattamento…

Continua a leggere...

Rimborso assicurativo: spettano le detrazioni edilizie?

A seguito di un incendio che ha interessato l’immobile, un contribuente ha ricevuto un indennizzo assicurativo. Sono stati effettuati degli interventi per i quali potrebbe spettare la detrazione Irpef. Tale detrazione è spettante per l’intero importo oppure il rimborso assicurativo preclude questa possibilità? Come noto, l’articolo 16 bis Tuir prevede una detrazione per la realizzazione…

Continua a leggere...

Sanzione per omesso pagamento di una rata ante 2015

In considerazione della modifica operata dal D.lgs. 159/2015, deve ritenersi corretta la prassi dell’amministrazione finanziaria che, in relazione alle inadempienze nel pagamento delle rate ante 2015, disconosce sia la dilazione che l’intervenuta definizione? Secondo quanto previsto dall’articolo 2 D.Lgs. 462/1997, nella ipotesi in cui il contribuente riceva un avviso bonario da liquidazione automatica (articolo 36-bis…

Continua a leggere...

Il credito d’imposta per le imprese “non energivore” è cedibile?

Il credito d’imposta maturato dalle imprese non energivore può essere ceduto? A tutti i soggetti? Sono previsti dei termini? Come noto, è riconosciuto un contributo straordinario, sotto forma di credito d’imposta, a parziale compensazione dei maggiori oneri sostenuti per l’energia elettrica acquistata ed impiegata durante il secondo e terzo trimestre 2022, in favore delle imprese…

Continua a leggere...