30 Settembre 2020

Riapre il bando Marchi+3

di Debora Reverberi Scarica in PDF

A partire dalle ore 9:00 di oggi, 30.09.2020, potranno essere presentate le nuove domande di accesso al bando Marchi+3, a seguito della riapertura disposta dal decreto direttoriale Mise del 29.07.2020, con una dotazione aggiuntiva di risorse pari a 4 milioni di euro.

Con l’apertura dello sportello verranno differentemente gestite da Unioncamere le seguenti domande di agevolazione:

  • le domande già presentate alla data del 10.06.2020, data di apertura del bando originario Marchi+3, alle quali è stato attribuito il numero di protocollo on line ma che non hanno trovato copertura finanziaria per insufficienza di risorse stanziate, saranno immediatamente avviate all’esame istruttorio del soggetto gestore;
  • le nuove domande, presentate compilando il form on line attivo dalle ore 9:00 di oggi al seguente link https://www.marchipiu3.it/form/Form-Online-Bando.html, saranno sottoposte a una procedura valutativa a sportello, ai sensi dell’articolo 5, comma 3, D.Lgs. 123/1998, secondo l’ordine cronologico di assegnazione del protocollo e sino a esaurimento delle risorse. L’istruttoria delle domande si conclude entro 120 giorni dalla data di assegnazione del protocollo attribuito mediante compilazione del form on line.

La misura è finalizzata a sostenere le Pmi nella valorizzazione e nello sfruttamento economico dei titoli di proprietà industriale, in particolare agevolando l’estensione dei marchi all’estero attraverso le seguenti due linee di intervento:

  • Misura A – Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi dell’Unione Europea presso EUIPO (Ufficio dell’Unione Europea per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici;
  • Misura B – Agevolazioni per favorire la registrazione di marchi internazionali presso OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale) attraverso l’acquisto di servizi specialistici.

Entità dell’agevolazione

L’agevolazione consiste in un contributo in conto capitale, nel rispetto del Regolamento de minimis (l’importo complessivo degli aiuti de minimis accordati ad un’impresa non può superare 200.000 euro nell’arco di tre esercizi finanziari o 100.000 per le imprese operanti nel settore del trasporto di merci su strada per conto terzi), non superiore all’80% dei costi ammissibili, innalzato al 90% nel caso in cui la designazione interessi gli Stati Uniti d’America e/o la Cina.

Gli importi massimi agevolabili variano in funzione della Misura A o B e della tipologia di servizio specialistico acquistato.

Marchi+3 Entità del contributo in conto capitale Agevolazione max
per domanda di marchio depositata
Agevolazione max
per impresa
Misura A 80% delle spese ammissibili sostenute € 6.000 € 20.000
Misura B 80% delle spese ammissibili sostenute € 6.000 in caso di designazione di un solo Paese € 20.000
€ 7.000 in caso di designazione di due o più Paesi
Misura B
USA e/o Cina
90% delle spese ammissibili sostenute € 7.000 in caso di designazione di USA o Cina
€ 8.000 in caso di designazione di Usa e/o Cina e uno o più Paesi

 

Soggetti beneficiari

I soggetti beneficiari del bando sono le imprese che soddisfano alla data di presentazione della domanda i seguenti requisiti:

  • micro, piccole e medie imprese, classificate avendo riguardo ai criteri dimensionali comunitari definiti nella Raccomandazione 2003/361/CE e dal Decreto del Ministro delle Attività Produttive del 18.04.2005 e ss.mm.ii;
  • sede legale e operativa in Italia;
  • regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle Imprese, attive e in regola con il pagamento del diritto annuale;
  • titolari del/i marchio/i oggetto della domanda di agevolazione;
  • avvenuta pubblicazione della domanda di registrazione del marchio oggetto di agevolazione, a decorrere dal 01.06.2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione, sul Bollettino dell’EUIPO per la misura A e/o sul registro internazionale dell’OMPI (Romarin) per la Misura B e avvenuto pagamento delle relative tasse di deposito.

Ad eccezione del requisito dimensionale e del requisito di avvenuta pubblicazione della domanda di registrazione del marchio all’estero, si deve verificare il rispetto delle condizioni di cui sopra dalla data di presentazione della domanda fino al momento di erogazione.

 

Soggetti esclusi

Sono escluse dall’agevolazione le seguenti imprese:

  • in stato di liquidazione o scioglimento o sottoposte a procedure concorsuali;
  • aventi nei propri confronti cause di divieto, di decadenza o di sospensione di cui all’art. 67 della vigente normativa antimafia (Lgs. 159/2011 e ss.mm.ii.);
  • escluse dagli aiuti de minimis, ai sensi dell’articolo 1 Regolamento CE 1407/2013.

 

Spese ammissibili

Il contributo è finalizzato all’acquisto dei seguenti servizi specialistici le cui spese siano state sostenute a decorrere dal 01.06.2016 e comunque in data antecedente la presentazione della domanda di agevolazione (con riferimento alla data di emissione delle fatture e dei pagamenti effettuati):

  • Progettazione del marchio
  • Assistenza per il deposito
  • Ricerche di anteriorità
  • Assistenza legale per azioni di tutela del marchio in risposta a opposizioni/rilievi seguenti al deposito della domanda di registrazione
  • Tasse di deposito.

La misura rientra nel novero dei bandi Marchi+3, Disegni+4, Brevetti+, in relazione ai quali i rispettivi decreti direttoriali del Mise del 29.07.2020 pubblicati nella Gazzetta Ufficiale n. 191 del 31.07.2020 hanno disposto la riapertura grazie alla destinazione di fondi per ulteriori 43 milioni di euro.

Si rammentano di seguito le prossime date di apertura:

 

Bando Soggetto gestore Risorse ulteriormente stanziate Data di apertura
Marchi+3 Unioncamere 4 milioni di euro Dalle ore 9.00 del 30.09.2020
Disegni+4 Unioncamere 14 milioni di euro Dalle ore 9.00 del 14.10.2020
Brevetti+ Invitalia 25 milioni di euro Dalle ore 12.00 del 21.10.2020