7 Dicembre 2020

Al via, da domani, l’extra cashback di Natale

di Lucia Recchioni Scarica in PDF

Con il D.M. 24.11.2020 n. 156 è stato definito il regolamento recante condizioni e criteri per l’attribuzione delle misure premiali per l’utilizzo degli strumenti di pagamento elettronici.

Il richiamato Decreto prevede, a decorrere dal 01.01.2021, un rimborso del 10% a favore degli aderenti che, nel semestre, hanno effettuato almeno 50 transazioni con strumenti di pagamento elettronici. Il rimborso è calcolato tenendo conto delle transazioni fino a un valore massimo di 150 euro per ogni singola transazione ed è erogato entro 60 giorni dal termine di ciascun semestre.

Dal 08.12.2020 al 31.12.2020 è stato inoltre previsto l’avvio di una fase sperimentale (c.d. “extra cashback di Natale”) nell’ambito della quale risultano essere sufficienti, per ottenere il rimborso fino a un massimo di 150 euro, 10 acquisti con strumenti di pagamento elettronici.

Modalità di adesione al programma 1. Scaricare l’App IO ed effettuare l’accesso tramite le credenziali Spid o la Carta di Identità Elettronica (CIE 3.0),
2. effettuare la registrazione al programma cashback (la registrazione al programma può essere effettuata anche tramite la banca, l’ufficio postale o gli altri soggetti che emettono carte e app di pagamento).
In fase di registrazione al programma cashback è necessario inserire gli estremi identificativi delle carte di credito, debito o prepagate e il codice Iban sul quale si vogliono ricevere gli accrediti.
Adempimenti per gli esercenti L’esercente deve verificare se il proprio dispositivo per gli strumenti di pagamento elettronici consente di partecipare all’iniziativa.
È infatti necessario aver concluso un accordo con un fornitore dei dispositivi di accettazione di carte e app di pagamento che ha aderito al programma sottoscrivendo una convenzione con la società PagoPA S.p.A. (c.d.“acquirer convenzionato”).
La lista degli acquirer convenzionati è disponibile nella pagina internet dedicata.
Esercenti/acquisti ammessi Sono validi tutti gli acquisti in negozi, bar e ristoranti, supermercati e grande distribuzione o per artigiani e professionisti ad eccezione di:
·  acquisti effettuati online;
·  acquisti necessari allo svolgimento di attività imprenditoriali, professionali o artigianali;
·  operazioni eseguite presso gli sportelli ATM (come, ad esempio, le ricariche telefoniche);
·  bonifici SDD per gli addebiti diretti su conto corrente;
·  operazioni relative a pagamenti ricorrenti, con addebito su carta o su conto corrente.
Partecipano al cashback le transazioni effettuate tramite pos fisici o altri dispositivi fisici di accettazione di pagamenti, con:
• carte di credito;
• carte di debito su circuiti internazionali e su circuito PagoBancomat;
• carte prepagate;
• le c.d. “carte fedeltà”, ovvero carte e app di pagamento connesse a circuiti privati e/o a spendibilità limitata (esclusi, quindi, quelli solo per accumulo punti);
• app di pagamento, come ad esempio Satispay o Bancomat Pay;
altri sistemi di pagamento, come ad esempio Google Pay e Apple Pay (a partire dal 2021).
La fase sperimentale Nel periodo sperimentale (08.12.2020 – 31.12.2020), accedono al rimborso esclusivamente gli aderenti che hanno effettuato un numero minimo di 10 transazioni con strumenti di pagamento elettronici.
Il rimborso è pari al 10% dell’importo di ogni transazione, fino ad un valore massimo, per singola transazione, pari a 150 euro.
Le transazioni rilevanti sono quantificate in misura massima pari a 1.500 euro (quindi, il rimborso massimo spettante è pari a 150 euro).
Il programma cashback dal 2021 La misura del rimborso è determinata con riferimento ai seguenti periodi:
·  dal 01.01.2021 al 30.06.2021,
·  dal 01.07.2021 al 31.12.2021,
·  dal 01.01.2022 al 30.06.2022.
Per ciascuno dei periodi indicati, possono beneficiare del rimborso gli aderenti che hanno effettuato un numero minimo di 50 transazioni con strumenti di pagamento elettronici.
Il rimborso è pari al 10% dell’importo di ogni transazione e si tiene conto delle transazioni fino ad un valore massimo di 150 euro per singola transazione (le transazioni di importo superiore concorrono fino all’importo di 150 euro).
Le transazioni rilevanti sono quantificate in misura massima, per ciascun periodo, pari a 1.500 euro (quindi, il rimborso massimo spettante è pari, per ciascun semestre, a 150 euro).
Il rimborso è erogato entro 60 giorni dalla fine del periodo di riferimento.
Il “super chashback” Ai primi 100.000 aderenti che, in ciascuno dei periodi semestrali prima indicati, hanno totalizzato il maggior numero di transazioni con strumenti di pagamento elettronici (indipendentemente dall’importo) è attribuito un rimborso speciale pari a 1.500 euro.