2 Dicembre 2016

Prorogata l’opzione per la trasmissione di fatture e corrispettivi

di Alessandro Bonuzzi Scarica in PDF

Con un provvedimento di ieri l’Agenzia delle Entrate proroga il termine ultimo per esercitare l’opzione per la trasmissione telematica dei dati di tutte le fatture emesse e ricevute e la memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri, riferiti alle operazioni effettuate nel 2017 e nei 4 periodi d’imposta successivi, al 31 marzo 2017.

Si ricorda che, con il provvedimento n. 182070 dello scorso 28 ottobre, l’Agenzia ha definito le informazioni da trasmettere, le regole e soluzioni tecniche nonché i termini per esercitare l’opzione ed effettuare la trasmissione telematica dei dati delle fatture emesse e ricevute e delle relative variazioni.

Nello stesso giorno, con la pubblicazione del provvedimento n. 182017, sono state altresì stabilite le specifiche tecniche degli strumenti tecnologici attraverso cui operare la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi, la modalità̀ per l’esercizio dell’opzione, l’individuazione delle informazioni da trasmettere, il loro formato e i termini di trasmissione, nonché le regole di approvazione delle componenti hardware e software degli strumenti tecnologici citati atte a garantire la sicurezza (autenticità̀, integrità e riservatezza) dei dati memorizzati e trasmessi.

Entrambi i provvedimenti – quindi sia quello relativo alle fatture che ai corrispettivi – prevedono che l’opzione per la trasmissione dei dati deve essere esercitata:

  • esclusivamente in modalità telematica, mediante l’apposita funzionalità del sito web dell’Agenzia delle Entrate, previa autenticazione con le credenziali dei servizi telematici;
  • entro il 31 dicembre dell’anno precedente a quello in cui si intende azionare la nuova modalità di trasmissione. Quindi, in relazione al 2017, a regime, l’opzione andrebbe effettuata entro il 31 dicembre 2016.

La scelta ha efficacia per 5 anni e, in assenza di revoca (da esercitarsi anch’essa con modalità esclusivamente telematiche entro il 31 dicembre dell’ultimo anno di compimento del quinquennio) si estende per un altro quinquennio.

In sede di prima applicazione, il Fisco, con il provvedimento di ieri, posticipa la data ultima per aderire alla nuova disciplina. Ciò al fine di consentire ai contribuenti interessati e agli intermediari un corretto e completo approfondimento delle specifiche tecniche e, conseguentemente, una accurata valutazione in merito all’opportunità di esercitare le opzioni.

In particolare, in relazione alle operazioni effettuate nel quinquennio 2017 – 2021, la finestra temporale per l’esercizio dell’opzione rimarrà aperta fino al 31 marzo 2017, in luogo del prossimo 31 dicembre.

Inoltre, in ragione delle stesse finalità della proroga, il provvedimento introduce la possibilità, per i contribuenti che eserciteranno l’opzione per la trasmissione dei dati delle fatture, di modificare i flussi informativi trimestrali entro 15 giorni dalla scadenza del termine previsto per la trasmissione dei dati relativi a ogni trimestre.

A tal riguardo, si precisa che la trasmissione trimestrale deve avvenire entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre (la comunicazione relativa all’ultimo trimestre dell’anno va effettuata entro l’ultimo giorno del mese di febbraio dell’anno successivo).

Dottryna