28 Luglio 2016

Professionisti e LinkedIn: i collegamenti

di Stefano Maffei Scarica in PDF

Siamo arrivati ormai all’ottavo numero della mia rubrica di consigli pratici per il vostro profilo LinkedIn (un consiglio alla settimana fino alla fine dell’estate). Se avete un profilo LinkedIn deve essere in ordine: è una semplice questione di professionalità, oltre che un investimento sulla vostra online identity.

Fate però attenzione: tutte le modifiche e procedure di cui parlerò nella rubrica vanno effettuate accedendo al profilo LinkedIn dal PC (esatto, non da telefonino o tablet).

 

Il consiglio di oggi: come scegliere quali collegamenti aggiungere e quali rifiutare (tempo necessario per realizzarlo: 5 minuti).

Molti di voi si chiedono quale sia la strategia giusta riguardo ai collegamenti di LinkedIn (in altre parole, quali inviti conviene accettare? quali è opportuno rifiutare? a chi chiedere il collegamento?).

La premessa più importante è questa: LinkedIn non è Facebook, e le logiche di questi due social network sono del tutto diverse: Facebook raggruppa gli ‘amici’, mentre LinkedIn i ‘contatti professionali’.

Il mio consiglio è quindi quello di aggiungere sempre chi opera nel vostro settore, inteso in senso ampio. Ad esempio, se siete commercialisti, aggiungete i colleghi di studio, i dipendenti, altri professionisti, i magistrati, i notai, i consulenti del lavoro. A seconda dei casi, potete allargare la cerchia ad imprenditori, dipendenti di aziende clienti, impiegati e dirigenti di banca, promotori finanziari, fiscalisti, accademici, altri esperti contabili, e così via.

È invece assurdo – e del tutto sbagliato nella logica di LinkedIn – negare il collegamento ad un collega solamente perchè non lo si conosce di persona: l’obiettivo di LinkedIn è infatti proprio quello di spingere la propria visibilità un poco oltre i ristretti orizzonti della conoscenza personale. In ogni caso, cercate di raggiungere almeno 500 collegamenti, soglia davvero minima oltre la quale la piattaforma LinkedIn rende visibile tutti la scritta 500+.

La redazione del profilo LinkedIn in inglese, per voi e il vostro studio, è una delle attività del nuovo corso estivo di inglese commerciale e legale al Worcester College dell’Università di Oxford (27 agosto-3 settembre 2016): iscrivetevi sul sito www.eflit.it

English for business, tax & accounting – 3^ edizione